due chiacchiere

Archivio del mese di Giugno 2022, pagina 3

Agli americani piace prendersi un calcio

Di certo non è la prima volta che parlo dei modi di dire più curiosi della lingua inglese. L’idea per il post di oggi mi è venuto mentre stavamo organizzando una sorpresa per il compleanno di mio cognato:  ho proposto di aggiungere un certo dettaglio al suo regalo, e la moglie sorride dicendo he’ll get a kick out of it. Che se letteralmente vuol dire “si prenderà un calcio da quello”, in realtà significa che quella cosa gli piacerà davvero, gli provocherà una gioia inattesa. Se invece chi ha avvolto il pacco con la carta regalo ha fatto un pessimo lavoro, allora è certo che someone was cutting corners. Da non intendersi letteralmente con l’azione di tagliare gli angoli della carta, ma in senso figurativo di quando si guida e si prende il marciapiede girando l’angolo. In altre parole: cutting corners vuol dire prendere una scorciatoia per finire prima e far meno lavoro, a discapito della qualità del risultato finale. Agli americani piace prendersi un calcio: Leggi il resto »

Gestire i permessi delle cartelle di WordPress

La scorsa volta abbiamo visto come sottoporre il nostro codice ad un rigido regime di versionamento, che ci consente di poter tornare indietro nel tempo se qualcosa dovesse storto durante un aggiornamento. Questo sfortunatamente non basta ad evitare che malintenzionati di tutti i tipi provino a scassinare la porta sul retro per intrufolarsi dietro le quinte del tuo sito. A me ad esempio è capitato che un plugin avesse una vulnerabilità che consentiva a quei loschi figuri di scrivere file HTML nella cartella wp-content del sito. Per fortuna me ne sono accorto immediatamente, ed ho ripristinato in pochi minuti tutte le cartelle e la base di dati usando proprio i repo di GitHub di cui abbiamo parlato. Per scoraggiare tentativi simili, ho attivato l’autenticazione a due fattori per accedere al pannello di controllo, tramite il plugin iThemes Security Pro (soldi ben spesi), sebbene i tipi non fossero entrati da nessuna parte. Poi ho escogitato un sistema che rimuove i permessi di scrittura da tutti i file del sito esclusa la cartella uploads. Gestire i permessi delle cartelle di WordPress: Leggi il resto »

Aprire i link esterni in una nuova finestra

Quando ho riscritto il tema del mio blog da zero, qualche mese fa, mi ero dimenticato di quest’interessante discussione avuta con i miei lettori, in cui chiedevo un parere su come comportarmi per i collegamenti presenti nei vari post. Di acqua sotto i ponti da allora ne è passata un bel po’, ed oggi l’approccio che molti suggerivano, ovvero di aprire i link esterni in una nuova finestra, è diventato molto comune anche nei siti istituzionali. Così dopo una breve chiacchierata con l’omino talebano dell’accessibilità che siede sulla mia spalla, ho deciso di implementare questa funzione Javascript. Direi che è un buon segno il fatto che finora nessuno si è lamentato (o accorto) della novità.

document.querySelectorAll( 'a' ).forEach( link => {
  if ( link.getAttribute( 'href' ) &&
       link.hostname !== location.hostname ) {
    link.target = '_blank';
  }
});

Un fine settimana da scrutatore elettorale

Era dai tempi in cui abitavo in Italia che desideravo provare l’ebbrezza di essere dall’altra parte del tavolo durante le elezioni nazionali, ma a quanto pare la lista d’attesa nel Belpaese è così lunga che passano decenni prima che ti chiamino. Al contrario, qui ti prendono subito, perché a quanto pare nessuno vuole fare questo “mestiere” per la misera paga di 200 dollari (circa 13 dollari all’ora), specialmente i giovani che lavorano e devono bruciare un giorno di ferie. Così in genere vedi arzilli vecchietti in pensione che non hanno nulla di meglio da fare, e che a parte l’obolo per arrotondare la mensilità che ricevono dal governo, sfruttano l’occasione per fare qualcosa di diverso ed interessante un paio di giorni all’anno. Nell’ormai lontano 2017 spedii la domanda per essere inserito nelle liste degli scrutatori della mia provincia, e con mia grande sorpresa mi chiamarono immediatamente. Un fine settimana da scrutatore elettorale: Leggi il resto »

La ristorazione veloce a stelle e strisce

Quando decisi di intraprendere questo viaggio tra i negozi americani in una notte buia e tempestosa di Febbraio (vabbè, lo sai che mi piace essere drammatico di tanto in tanto), non immaginavo di poter scovare così tanti spunti da condividere con i miei piccoli lettori. E così quella che era nata come una miniserie di pochi post si è trasformata in una nuova categoria del blog, che d’ora in avanti userò come scatola dei ricordi per tener traccia di curiosità sull’America in cui mi imbatto durante le mie perenigrazioni quotidiane. La volta scorsa abbiamo messo piede in un Olive Garden, che nell’immaginario americano rappresenta l’incarnazione della ristorazione italiana per eccellenza. Ma non tutti i turisti hanno la possibilità di sedersi a cena tranquillamente, nel ritmo frenetico imposto dalla tabella di marcia. Allora non rimane che entrare in una catena di fast food, sempre presenti nell’immaginario collettivo di come si alimentano gli americani. La ristorazione veloce a stelle e strisce: Leggi il resto »

Versionare temi e plugin in WordPress

La scorsa volta abbiamo analizzato i passaggi per installare sul server dove girerà il nostro sito il cosiddetto boilerplate, ovvero la base standard su cui costruiremo il resto dell’architettura. Il filo conduttore, come dicevo, è rappresentato da Git, un sofisticato sistema che consente di tener traccia delle varie modifiche al codice, oramai ampiamente disponibile su vari servizi hosting di un certo livello. Se mi permetti una piccola marchetta, ti consiglio di provare SupportHost, che offre tutti gli strumenti di cui parlerò in questa guida. Il tassello del puzzle di oggi riguarda la gestione di temi e plugin. Supponiamo che tu abbia già un sito basato su WordPress: di sicuro avrai una manciata di plugin ed almeno un tema che vorrai cominciare a versionare. La prima cosa da fare è creare un profilo su una delle piattaforme Git esistenti sul mercato, ad esempio GitHub. Qui conserveremo tutto il nostro codice, anche se alcuni plugin e temi offrono accesso ai loro repository, credo sia più saggio crearne uno indipendente, in caso decidano di cambiare idea (come mi è capitato già un paio di volte). Versionare temi e plugin in WordPress: Leggi il resto »

Torna in cima alla pagina