due chiacchiere

Archivio del giorno angolo pc

Duecento miglioramenti per l’iphone 4s

Ammettilo, stavi aspettando febbricitante le mie impressioni sull’ultimo sistema operativo di Apple. Perché un conto è starsene in un forum di iProseliti, e darsi ragione a vicenda su come Steve Jobs sia stato il salvatore dell’umanità, un altro è leggere una critica sincera di chi guarda a questi prodotti con la fredda lucidità di un utente, senza appendici emotive o religiose. Proprio partendo da quest’ottica sono andato a cercare questi oltre 200 miglioramenti tanto reclamizzati negli scorsi giorni. Aspettandomi che alcuni fossero nell’applicazione di posta, altri nel calendario, altri ancora nella macchina fotografica integrata. Vediamo insieme cosa ho trovato. Duecento miglioramenti per l’iphone 4s: Leggi il resto »

Il mio ricevitore tv usb Hauppage

Pare che in queste settimane le offerte multimediali facciano esattamente al caso mio: dopo aver agguantato un roku ricondizionato a 45 dollari, la scorsa settimana ho trovato un ricevitore tv della Hauppage a 20 dollari, spese di spedizione incluse. Da tempo stavo cercando qualcosa che mi consentisse di trasformare il mio computer in un registratore digitale di programmi televisivi (o DVR, come lo chiamano quelli che hanno studiato). Così finalmente eviterò di perdermi i nuovi episodi del dottor Casa, o i viaggi nell’universo con Morgan Freeman, che vanno in onda alle 10 di sera o il sabato a mezzogiorno in replica. Con la possibilità di trasferire i file sul netbook e guardarli mentre mi reco al lavoro, oppure (dopo un’opportuna conversione) tenerli sul disco di rete e rivederli in salotto quando mi pare grazie al Roku. Il mio ricevitore tv usb Hauppage: Leggi il resto »

Roku, il media player che volevo

Qualche tempo fa dicevo della mia ricerca di un qualcosa in grado di farmi guardare in tv i video che ho sul computer di casa. Alcuni hanno suggerito di installare direttamente un computer touchscreen in salotto, altri consigliavano lo scatolotto della Western Digital, oppure ancora la Apple TV (a me, che l’azienda di Cupertino non la posso vedere manco col binocolo!). Ma nessuna di queste soluzioni soddisfaceva le mie richieste: streaming da Internet (Amazon Video, Hulu Plus, Netflix e via dicendo) e dalla rete locale sulla tv in salotto a prova di moglie 🙂 Un giorno, quasi per caso, inciampo in un’offerta in cui si vende un Roku a 45 dollari, spese di spedizione incluse. La descrizione sembra allettante, così approfondisco l’argomento, informandomi sulle caratteristiche e sulla possibilità di riprodurre i video del PC. Mi sembra troppo bello per essere vero: con meno di 50 dollari posso avere esattamente ciò che cerco, e così lo ordino. Roku, il media player che volevo: Leggi il resto »

Guardare i video che ho sul disco di rete

L’altra sera volevo guardare alcune riprese, fatte con la mia videocamera Flip, che ho sul mio disco di rete condiviso. Allora ho acceso il portatile, l’ho connesso alla televisione tramite l’apposito ingresso e poi ho aperto Windows Media Player per caricare il video. E fin qui nulla di strano, dirai. Solo che il mio spirito “nerd” non ha perso l’occasione per farsi sentire, ed in un puff s’è materializzato sulla mia spalla. Facendomi notare che ci dovrà pur essere un modo più semplice ed immediato, un qualcosa che possa collegare al mio televisore e che, con apposito telecomando, mi consenta di sfogliare la mia rete domestica e riprodurre i video sparsi sui vari dispositivi. Mi sono messo un po’ a cercare in rete, ma pare che l’unica soluzione sia comprare una XBox ed usarla come media player. Ecco allora che mi rivolgo a te, mio esperto lettore di questo blog: tu cosa consiglieresti per risolvere il problema?

Per fortuna Sunshine sa dove vado

Avevo già letto su alcuni blog americani questa notizia, ma pare che adesso sia arrivata anche in Italia, creando grandi allarmismi: il tuo iPhone sa dove sei, ne tiene traccia e lo dice pure alla Apple 🙂 Però pochi ne parlano, ed ovviamente i seguaci omertosi del signor Jobs si guardano bene dal propagandare questa inquietante funzionalità nascosta. Già, perché alla fine della fiera è sempre Microsoft la sorgente di tutti i mali, e la Mela quella che ci salverà e condurrà in un posto felice e senza schermate blu. Se segui questo blog da un po’, saprai che non sono mai stato un grande fan di Jobs, e l’unico motivo per cui ho un iPhone è che me l’hanno dato al lavoro, pur avendo io richiesto un dispositivo Android (a caval donato non si guarda in bocca, sob). Comunque, ho scaricato l’applicazione, ed a quanto pare tiene traccia di almeno 4 mesi di miei spostamenti. Per fortuna per sunshine, altrimenti nota come la camu-moglie, non ho segreti. Ma la domanda che tutti si fanno è: a quale scopo Apple ha inserito questa funzione?

Ooma, la telefonia ip diventa facile

Uno dei vantaggi di vivere negli Stati Uniti per gli amanti della tecnologia, ammetto, è quello di poter provare subito le ultime novità del settore, dall’iPhone a Google Voice, da Hulu alla robotica. Per coloro collegati al villaggio globale da un cavo in fibra, c’è poi il desiderio di sfruttare almeno parzialmente (e legalmente) i 20 megabit di banda in entrata a disposizione. E così, approfittando di un’offerta speciale, il mese scorso ho comprato l’Ooma Hub, scatolina poco nota al di fuori del mercato a stelle e strisce, in grado di trasformare un impianto telefonico esistente in un più economico sistema di Voice Over IP. Ooma, la telefonia ip diventa facile: Leggi il resto »

Uno script perl di salvataggio

Qualche giorno fa ho letto il tweet di un utente Tophost che annunciava di star usando uno script Perl per il salvataggio automatico dei suoi dati, e ne vantava le mirabolanti velocità rispetto a soluzioni simili in PHP. Incuriosito dall’argomento, l’ho contattato e durante la breve chiacchierata mi ha indirizzato verso MySQLDumper, uno script “made in Germany” in grado di collegarsi ad un database, scaricarne tutte le tabelle, comprimerle ed inviarle per email. Devo ammettere che, orologio alla mano, i tempi sono di circa il 30 percento inferiori rispetto all’equivalente in PHP che avevo usato finora, e del quale non posso certo lamentarmi: si passa da circa 12 secondi a più o meno 8 per impacchettare i 13 mega delle tabelle di WordPress e generare una simpatica email con allegato.

Senza contare che, a detta dello sviluppatore di MySQLDumper, Perl non incorre nei problemi causati dai limiti di memoria da cui è affetto il cugino popolare. Insomma, coloro che si lamentano dei backup mancanti di Tophost non hanno più scuse. Poi basta un poco di zuccher… ehm, di Online Cronjobs, e la pillola va giù. Se hai bisogno di maggiori informazioni, non esitare ad alzare la mano nei commenti qui sotto 🙂

Due mesi di iPhone, prime impressioni

Ebbene si, sono già due mesi che sto usando il tanto osannato iTelefono, ed è tempo di fare qualche valutazione ed elencare i pregi ed i difetti dell’aggeggio di Jobs. Partirei, se non ti dispiace, con le cattive notizie, o meglio le critiche alle applicazioni in dotazioni con il melafonino: calendario e posta elettronica. Sarà che io sono stato viziato negli anni dalle funzioni offerte da Thunderbird, Outlook e rispettivi calendari integrati, ma la gestione di appuntamenti ed eventi con la piccola applicazione di Apple è quanto mai limitata e contorta. Per carità, carina la possibilità di usare un calendario di Google, per avere i propri impegni su qualsiasi computer ed in qualsiasi momento della giornata, ma le categorie dove sono? O la possibilità di avere diversi colori in base alla tipologia d’impegno? Senza parlare della possibilità di fare doppio tap in un punto del giorno per aggiungere un evento a quell’ora. Si, le rotelle che girano saranno pure fighe, ma fanno tanto 2007! E se io voglio vedere al volo gli appuntamenti del 27 marzo prossimo? Forse i miei lettori, incalliti sostenitori ed utilizzatori della mela, potranno illuminarmi 🙂
Due mesi di iPhone, prime impressioni: Leggi il resto »