due chiacchiere

Le focacce ripiene all’agnello

La ricetta che ti propongo oggi, le cosiddette “scacce”, è tipica del periodo pasquale dalle parti in cui sono nato e cresciuto, quindi avrei potuto fare un gran figurone a pubblicarla qualche settimana fa. Anche perché è la nostra portata distintiva del pranzo di Pasqua, da quando abbiamo comprato casa un paio d’anni fa. Che i nostri ospiti sembrano apprezzare con discreto piacere ogni volta. Questa volta abbiamo sperimentato due combinazioni per il ripieno: agnello e piselli, e salsiccia e funghi. Per fortuna non c’erano vegetariani tra i commensali 🙂 Il tutto accompagnato da una bella insalata con cetrioli, noci e pistacchi, ed annaffiato da un giovane chianti nostrano. Ti propongo la versione con l’agnello, lasciandoti la libertà di sperimentare le altre versioni (compresa quella con semplice sugo e cipolla, di cui vado ghiotto).

Ingredienti per circa 10 focacce

Per l’involucro: 1 chilo di farina per pane, 2 tazzine di caffè d’olio di semi, 1 bicchiere d’acqua calda, 50 grammi di lievito fresco o 10 grammi di quello in bustina, 2 cucchiaini di sale. Per il ripieno: 1 chilo di spezzatino d’agnello magro, 2 scatole di piselli fini (400 grammi surgelati), 1 cipolla, 2 cucchiai di Worcestershire, 1 limone, salvia e rosmarino.

Tempi e strumenti

La procedura, ti avviso subito, richiede una certa destrezza e manualità a saper stendere la pasta. Tra lievitazione della pasta e cottura del ripieno, ti serviranno almeno 6 ore, per servire in tavola questa delizia. Tieni a portata di mano un mattarello, due terrine capienti, una padella, un cucchiaio di legno, due teglie da forno antiaderenti, una forchetta ed un coltello.

Partiamo dalla pasta, visto che dovrà lievitare almeno 3 ore. Fai sciogliere in una pentolina il lievito nell’acqua calda (non bollente!). Versa nella terrina la farina ed il sale, creando un cratere al centro. Incorpora l’acqua ed amalgama con le mani per qualche minuto. Aggiungi l’olio a poco a poco, continuando a lavorare l’impasto con le mani, finché non sarà ben sodo e non si attaccherà più alle mani. Forma una palla, incidi una croce sulla superficie e lascia riposare nella terrina, attorno alla quale avvolgerai un asciugamano pesante, in un luogo tiepido. L’impasto sarà pronto quando avrà più o meno raddoppiato il suo volume.

Ed ora passiamo al condimento

In un’altra terrina metti lo spezzatino, il succo di limone, la salsa Worcestershire, mezza cipolla tagliata a dadini e le spezie, lasciando marinare per circa due o tre ore. Riscalda quindi una padella capiente e fai saltare i piselli a fuoco allegro per una decina di minuti. Abbassa la fiamma, aggiungi l’agnello e copri la padella con un coperchio, lasciando cuocere a fuoco lento per almeno 40 minuti. Gira di tanto in tanto col cucchiaio di legno, ed aggiungi un po’ di brodo se vedi che la carne si sta asciugando troppo.

Mettiamo tutto insieme

Mentre il condimento è ancora tiepido, stendiamo la pasta in fogli di 40×40 centimetri, spessi non più di qualche millimetro (in fondo vuoi mangiare il ripieno, non il pane). Disponi uno strato di carne su tutta la superficie, mantenendo una distanza di due o tre centimetri da ogni bordo. Ripiega un lato per un terzo, e poi quello opposto sopra, richiudendo i lati corti pizzicando la pasta. Buca la superficie con la forchetta in un paio di punti ed inforna per circa 20 minuti a 180 gradi.

Commenti

  1. CyberAngel ha scritto:

    Come al solito mi fai venire l’acquolina in bocca però mancano sempre le foto che renderebbero bene l’idea della ricetta!

    Risposte al commento di CyberAngel

    1. camu ha scritto:

      Hai ragione, provvedo appena possibile 🙂

Rispondi a camu

Torna in cima alla pagina