due chiacchiere

Le frittelle con la jocca a colazione

Quand’ero in Italia, c’era un formaggio che compravo molto raramente, più che altro perché non sapevo come usare: la Jocca. A volte la spalmavo sul pane, a volte la mangiavo con un po’ di marmellata, ma nulla di davvero “emozionante”, devo dire. Qui la moglie me l’ha fatta riscoprire, sotto il nome di cottage cheese, come ingrediente di una ricetta tipica della colazione americana: le pancake, quelle frittelle che a volte nei film la mamma prepara per una nidiata di figli affamati. Che io sia ghiotto di pancake annaffiate da un buon sciroppo d’acero, non è un segreto. Quindi è facile capire come mai questa ricetta sia diventata un mio appuntamento fisso, non più di una domenica al mese 🙂 Un’idea per te che vuoi provare qualcosa di diverso dal solito latte e fette biscottate.

Ingredienti per circa 6 pancake

1 bicchiere (150 grammi) di farina doppio zero, 3 uova grandi, 1 bicchiere (150 grammi) di jocca, 1 cucchiaino di lievito per dolci, un cucchiaio d’olio di semi, un pizzico di sale, burro per la padella. Per il condimento: sciroppo d’acero, frutta fresca di stagione o marmellata.

Tempi e strumenti

Che la mattina sia dura per tutti, non è un segreto. Ecco perché questa ricetta sarà pronta da gustare in non più di 15 minuti. Tieni a portata di mano una terrina, una padella antiaderente, una frusta da cucina, una spatola ed un coltello.

Versa tutti gli ingredienti nella terrina, e sbatti con la frusta per un minuto circa. Intanto fai scaldare la padella, e spargi un velo sottile di burro. Versa un po’ d’impasto, formando un disco non più largo di 10 centimetri (a meno che la tua spatola non sia bella grande). Fai cuocere per un paio di minuti per parte. Servi le frittelle con un po’ di frutta a tocchetti per guarnizione.

Commenti

  1. Paolo ha scritto:

    Ho provato di recente le vere pancake fatte con il preparato che vendono proprio in America e devo dire che di per se non sono nulla di eccezionale ma se ci si mette sopra lo sciroppo d’acero o del miele diventano una prelibatezza! Spero di poter provare presto questa gustosa variante 😀

    Risposte al commento di Paolo

    1. camu ha scritto:

      @Paolo: un po’ come le crepes, che senza nutella non sanno di nulla 😉

  2. Barbara ha scritto:

    ma la jocca quindi finisce nell’impasto?

    Risposte al commento di Barbara

    1. camu ha scritto:

      @Barbara: esattamente 🙂

Rispondi a Barbara

Torna in cima alla pagina