due chiacchiere

Sin sin sin – robbie williams

Una delle canzoni più suonata al momento dalle radio di tutta Italia, sembra essere quella di un giovane artista inglese che, dopo aver ballato insieme ai “Prendi quello”, ovvero i Take that, ha trovato la fortuna emergendo come cantante solista. Da quando l’ho scoperto, qualche anno fa, ho imparato ad apprezzarne non solo le doti canore, ma anche il suo atteggiamento un po’ “strafottente” ed allo stesso tempo ironico. Il suo sguardo, in ogni video, è quello di chi pensa di far bene il proprio mestiere, nota dopo nota. Allora ecco che ho deciso di riportare, come faccio di tanto in tanto, il testo tradotto della sua ultima canzone.

Don’t let your eyes tell the brain
You should feel ashamed
Everyone needs it baby
And I feel the same
Didn’t quite catch your name
Hush, hush, hush don’t say a thing
Lets see what the night will bring
It might be everything

Oh it hurts when you’re too blind to see
Please don’t read my mind I tell the truth to me

Sin sin sin
Look where we’ve been
And where we are tonight
Hate the sin not the sinner
I’m just after a glimmer of love
and life deep inside

Hush hush hush
To speak is a sin
And neither of us need rescuing
Just relax
It’s what Jesus would do
We’re made in his image baby
Let’s ride this thing through

Traduzione
Non lasciare che i tuoi occhi dicano al cervello
che dovresti vergognarti
tutti ne hanno bisogno, baby
anche per me è lo stesso
non ho compreso bene il tuo nome
silenzio, silenzio, silenzio, non dire nulla,
vediamo cosa porterà la notte
potrebbe essere qualsiasi cosa

Oh fa male quando sei troppo cieca per vedere
per favore non leggere la mia mente
io dico a me stesso la verità

Peccato, peccato, peccato
guarda dove siamo stati
e dove siamo stanotte
odia il peccato, non il peccatore
sono un barlume d’amore
e dopo una vita profonda

Silenzio, silenzio, silenzio
parlare è peccato
e nessuno di noi ha bisogno di essere salvato
semplicemente rilassati
è quel che farebbe Gesù
siamo fatti a sua immagine e somiglianza
portiamo avanti questa cosa

Lascia un commento