due chiacchiere

Sprint instinct, altro che iPhone

Mentre l’Europa comincia finalmente a giocherellare con il giocattolo sfornato da Apple, qui in America siamo già alla generazione successiva: lo Sprint Instinct promette di essere ancora migliore del telefonino di Cupertino. Gli ingredienti ci sono tutti: memoria espandibile, batteria rimovibile, completamento automatico delle parole più raffinato e preciso. Come suo cugino, è dotato di uno schermo sensibile al tocco: niente tastiera, solo uno schermo gigante da sfruttare per tutte le proprie esigenze. Dal guardare i filmati (codificati nei formati più diffusi) allo scrivere una lettera all’amico. Il mio consiglio? Lascia perdere l’iPhone, questo gingillo è molto meglio. E costa anche meno.

il menu principale del telefono

Commenti

  1. Emanuele ha detto:

    E’ impressione mia o non ha il wi-fi e non è quad-band (con ovvi problemi ad utilizzarlo in Italia…)?
    Ciao,
    Emanuele

  2. total ha detto:

    Credo che se si sono dedicati al telefono quanto alla sua presentazione in flash sul sito… Bhe è uscito uno dei migliori telefoni sul mercato! 🙂
    In ogni caso credo che a livello di funzioni non possa competere con fotocamera da 5mpx, A-GPS, Umts Hi-speed e potenza di calcolo/ram dell’n95.. e da tempo che cerco un degno rivale … ma credo che lo riuscira a produrre solo nokia..
    Comunque per il prezzo che ha è fantastico.. sicuramente un 110 lode a samsung.
    Saremo invasi dai touch screen entro 2 anni… Addio vecchie tastiere..

  3. FulviaLeopardi ha detto:

    io c’ho il telefono scrauso

  4. LaCapa ha detto:

    La presentazione sul sito è veramente fantastica, sì sì. Ma sai che ti dico? Che io di questi aggeggi iper-tecnologici non mi fido mica. Meglio il mio motorola-che-non-mi-ricordo-più-neanche-il-modello. Ecco.

  5. camu ha detto:

    Emanuele, è vero non ha il WiFi e la connettività quadband… ma con i piani telefonici tutto incluso che ci sono qui in America, il wifi proprio non lo utilizzi mai, quindi è praticamente inutile 🙂 Riguardo al quadband, se dovessi venire in Italia, rispolvererò il mio fedelissimo Nokia 7110!
    Total, hai ragione sull’N95, ma guardando il prezzo, il Samsung mi sembra molto concorrenziale. In fondo se voglio fare le foto uso la mia reflex, e poi anche i grandi fotografi dicono che oramai 2 megapixel sono più che sufficienti per le foto normali. Riguardo al GPS, qui si lamentano già del fatto che quello integrato nell’iPhone è veramente una ciofeca. Sto cercando di capire cosa intendono, ma credo sia un problema di precisione. Insomma, usarlo come navigatore è proprio impossibile.
    Fulvia e LaCapa, anche io ho un telefonino che telefona e basta 🙂 Preferisco mantenere le varie “periferiche” separate.

  6. Emanuele ha detto:

    Si beh, a me della fotocamera non importa neanche niente. Però il wifi si che serve imho. Almeno da queste parti…
    Beh, rimane un cellulare *solo americano* in definitiva.
    Ciao,
    Emanuele

  7. camu ha detto:

    Infatti per questo non credo che lo venderanno a breve anche in Italia 🙂 La Tim e i suoi “fratelli” sono troppo golosi di denaro, per fare i piani “tutto incluso” che ci sono qui! Ho visto comunque le code davanti ai negozi: ma la gente non diceva di non riuscire ad arrivare a fine mese con lo stipendio?

  8. giulia ha detto:

    Qualcuno mi spiega perchè mai, tra i tanti trabiccoli usciti, il blackberry non ha preso piede in italia??? cosa lo rende miglior/peggiore rispetto ai fratelli della sua categoria (ad esempio…?) ???

  9. camu ha detto:

    Giulia, qui in America credo siano alla pari… in metropolitana ne vedo sempre un sacco, diversi miei colleghi ce l’hanno. Qui l’iphone è più per ragazzini che vogliono sentirsi fighetti, mentre il blackberry è per chi lavora ed già più grande. Io sto aspettando l’uscita del prossimo modello, e forse mi compro quello. Anche se mi dispiace tanto abbandonare il mio vecchio (ma ottimo) palmare iPAQ.

Lascia un commento