due chiacchiere

Nascondere soldi e gioielli in casa

Molti hanno la necessità di avere sempre un po’ di liquidi a portata di mano, vuoi per paura di non poter usare il bancomat in caso di attacco nucleare, o semplicemente per non dover usare la carta di credito per comprare le caramelle ai nipoti. Qualsiasi sia la ragione, il rischio di tenere soldi in casa è quello che il classico topo d’appartamento possa soffiarceli senza pensarci due volte. Serve dunque ingegnarsi per trovare nascondigli sicuri ed accessibili allo stesso tempo: mettere il proprio gruzzoletto in giardino sotto due metri di terra, non è proprio comodo. A pensarci bene, la nostra arma segreta è il tempo: il ladruncolo, in genere, vuole fare in fretta, non ha certo mezza giornata da perdere a guardare in giro ed aprire ogni barattolo.

Ecco una lista dei posti migliori dove nascondere i soldi in casa:

  • Freezer. Sapresti elencarmi, così su due piedi, cosa c’è nel tuo freezer in questo momento? No? Beh, se non lo sai tu, figuriamoci il ladro. Questa gentaccia si fionda sui posti più prevedibili, cercando nei cassetti delle mutande, sotto il materasso, nel cofanetto dei gioielli, ed ovviamente nella cassaforte. Avvolgi i soldi in un po’ di carta argentata, ed infilali in un sacchetto ziplok per proteggerli dall’umidità, facendoli assomigliare alle fettine di pollo: nessuno noterà la differenza
  • Quadri o foto incorniciate. Una classica leggenda metropolitana vuole che i miliardari tengano sempre delle banconote nei quadri appesi ai muri, specialmente quelli grandi e pesanti
  • Lattina di pomodoro. Dopo aver fatto una bella pastasciutta, lava la lattina per bene e, dopo aver riposto il contante al suo interno, mettila insieme alle altre lattine in credenza
  • Sciacquone del gabinetto. Infilati dentro un sacchetto ziplok ed attaccati al coperchio
  • Libri. Il che spiega perché quando vado in una camera d’albergo americano, dove la Bibbia è sempre presente, sfoglio il sacro libro alla ricerca di materiale ben più “terreno” 😉
  • Tazza del latte. Mettendo una tazza sopra l’altra, è più facile tenere il contante lontano da occhi indiscreti
  • Valigia. Magari in una delle tante tasche di una vecchia valigia che tieni in armadio
  • Giocattoli. Un’innocente macchinina o la bambola appoggiata sullo scaffale può rivelarsi più utile di quanto pensi
  • Mutande macchiate (per finta). Anche i ladri senza scrupoli avranno qualche esitazione a rovistare nel cesto dei panni sporchi

Commenti

  1. Trap ha detto:

    manca la mitica mattonella 😀

    1. camu ha detto:

      Beh non tutti hanno una mattonella staccata dal pavimento, ed in America sarebbe impossibile, visto che abbiamo il parquet 😛

  2. Jack ha detto:

    Purtroppo devo contraddirti (a malincuore), qua c’e’ un’escalation di irruzioni in casa mai vista prima e, se non hai la sfortuna che decidono di entrare in casa proprio all’ora di cena in modo che te gli dici per forza dove hai nascosto la roba, la casa te la sconvolgono da cima a fondo: a casa di alcuni miei amici oltre al classico letto rigirato da cima a fondo, materasso compreso, hanno tirato giu’ il frigorifero, martellato le coperture di prese elettriche ed interruttori, mattonelle specialmente nel bagno, sanitari in porcellana, armedietti, tutto. Questo in media in un’ora di tempo.
    Tazze e cose varie difficili da controllare non sono un problema perche’ basta buttarle a terra con una manata e i soldi escono fuori dai cocci, e un rumore di cocci rotti specialmente in un palazzo affollato non impressiona nessuno.
    Anche i quadri sarebbero brutta cosa perche’ se si portano via il quadro e’ fatta, e pensare per qualsiasi oggetto “tanto questo non lo ruberanno mai perche’ ha valore sotto zero” e’ sbagliato perche’ se ti capita il ladro con parecchio tempo a disposizione per scrupolo si porta sempre via piu’ roba possibile per analizzarla poi con calma da un’altra parte e buttarla infine da qualche parte, tanto una volta arrivato all’auto/furgoncino non lo ferma piu’ nessuno 🙁 Ma poi perche’ parlo al singolare? Nel 90% dei casi sono una task force al completo e quasi mai una persona sola.

    1. Trap ha detto:

      @Jack: è una delle conseguenze della crisi. Speriamo che passi, e presto.

    2. camu ha detto:

      Come dice Trap, probabilmente con la crisi anche i ladri corrono ai ripari. O forse anche loro leggono internet. So di casi in cui le persone sono state svaligiate dopo aver detto su Facebook che uscivano di casa. Però ammetti che un quadro è ingombrante da portar via e rende più difficili le operazioni di fuga 😉

      1. stella ha detto:

        @camu: al mio ragazzo hanno portato via una tv da 50 pollici alle 14:00…. non si fanno scrupoli di dimensioni

  3. Caigo ha detto:

    Controindicazioni.
    Freezer – dopo qualche tempo che paghi con denaro gelato a qualcuno potrebbe venire un sospetto.
    Lattine – Se in famiglia c’è un maniaco della raccolta differenziata il contante potrebbe finire nel cassonetto.
    Sciacquone – Non oso…..
    Panni sporchi – anche se “per finta” il rischio di perdere accidentalmente i soldi è alto.

    La soluzione? Il CAOS! Un finto (si spera)disordine dovrebbe essere in grado di scoraggiare il ladro che di sicuro non ha molto tempo da perdere.
    L’importante è comunque avere una buona memoria in modo che il caos non costringa noi a cercare per ore quelle maledette banconote! 😉

    1. camu ha detto:

      Beh se abiti in una famiglia con bimbi, il caos casalingo è la norma 🙂 Grazie per l’elenco di controindicazioni, comunque: nel tragitto casa-salumiere le banconote si riscaldano abbastanza da non destare sospetti (e se le usi per pagare l’idraulico, tirale fuori un po’ prima che abbia finito la riparazione); il buco dello scarico dello sciacquone non è poi così grosso, almeno in America; sulle mutande invece posso darti ragione 😉

Lascia un commento