due chiacchiere

Per cosa mi trovi su Google

Ogni tanto mi piace dare un’occhiata alle statistiche d’accesso di questo blog. Un po’ per capire quali sono i contenuti più gettonati, e anche per tracciare un profilo del visitatore medio. A differenza del detto che paragona il “curioso” alla scimmia, io non ho tanta morbosità, e certo sapere che certe pagine sono più visitate di altre non cambierà il mio modo di scrivere qui, o gli argomenti di cui mi piace parlare. Ma vorrei, in questo articolo, condividere con te le classifiche desunte dalle statistiche. Sono rimasto, comunque, piacevolmente sorpreso del fatto che WordPress (il sistema di gestione del blog) sia “amico” di Google, nel senso che studiando per bene l’impaginazione, l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca risulta semplificata.

Attualmente la media di visitatori giornalieri si è attestata sulle trenta visite differenti. Certo, non molto, ma considerando che è meno di due mesi che sono iniziate le trasmissioni, è già una piccola soddisfazione per me. Le otto frasi maggiormente ricercate sono, prendendo come campione le ultime tre settimane:

  1. io doppio
  2. cassateddi
  3. il mago dei numeri
  4. chiacchiere
  5. broken balls

A quanto pare, l’articolo sul doppiaggio in livornese, ha riscosso abbastanza successo. Un altro elemento di valutazione è la velocità con cui pubblico nuovi articoli: ci sono giorni in cui ne metto un paio, altri in cui non ci sono novità. In quest’ultimo caso, i visitatori hanno più tempo per “digerire” i contenuti pubblicati, che non scorrono subito nelle pagine successive, perdendosi di fatto nell’archivio del blog stesso.

Ecco, in merito all’archivio, attualmente non è molto visitato: segno tangibile che un blog è uno strumento dinamico, e che il visitatore, tranne quello davvero interessato, non ha tempo da perdere a sfogliare gli articoli. Chi arriva in queste pagine, ci viene da un motore di ricerca, o seguendo un link di un sito partner. E quindi l’interesse è lo stesso di quello del telespettatore che fa zapping tra i canali della tv. Chiaramente l’evoluzione continua e i contenuti sempre nuovi, coprono un numero crescente di interessi, e quindi “catturano” altri utenti, interessati ad una ricetta o ad una recensione. Grazie a tutti!

Lascia un commento