due chiacchiere

WordPress multisito funziona su Tophost

Qualche giorno fa mi ha scritto un lettore chiedendomi informazioni su come avevo fatto ad installare WordPress in versione multisito su Tophost. In effetti si era trattato di un mio esperimento condotto più o meno un paio d’anni fa, che ero riuscito a portare a termine con successo, anche grazie al supporto offerto sui forum Prozone da altri utenti nella stessa situazione. Non avevo ancora mai provato ad attivare l’opzione “network” su uno dei miei domini appoggiati sui server di questo provider, vuoi per mancanza di tempo, vuoi per paura di incasinare tutto e dover ricominciare da capo. Dopo uno scambio veloce di email, mi ha detto che s’era preso di coraggio e s’era lanciato nell’impresa. E che, senza voli pindarici particolari, era riuscito a mettere in piedi la baracca. Potevo dunque astenermi dal “toccare con mano” questa cosa?

D’altro canto era da tempo che volevo farlo, perché c’è un dominio che uso per mostrare ai miei clienti un’anteprima di come verrà il loro sito. Finora ho sempre installato WordPress da capo in una sottocartella, creato il relativo database e via dicendo. Era ora di porre fine a questo sistema “artigianale” ed usare la nuova caratteristica di WordPress 3.0. Così ho trovato la pagina del Codex dove sono spiegati in dettaglio tutti i passaggi, e mi sono tuffato nell’impresa. Che s’è rivelata più semplice del previsto: in circa 10 minuti il “network” di sottodomini (non sottocartelle) era attivo e funzionante. M’è bastato entrare nel pannello di controllo di Tophost, aggiungere le relative voci nel DNS, e salvare. Finalmente ho l’occasione per giocare un po’ con WordPress multisito, e sperimentare le nuove opzioni.

Commenti

  1. CyberAngel ha detto:

    Quindi dici che si può installare il multisito anche su Tophost? Uhm, proverò… quello che mi è strano è la gestione dei sottodomini che a quanto sapevo non sono dei veri è propri subdomain ma piuttosto dei redirect. Confermi?

  2. camu ha detto:

    @CyberAngel: ni, nel senso che non sono dei veri e propri redirect, ma si imposta(va)no tramite le Rewrite Rules. Comunque a quanto pare WordPress 3.0 si prende cura di questo dettaglio, quindi non serve più fare giri contorti nel proprio .htaccess. Io ho usato le istruzioni passo passo del Codex, né una riga in più, né una in meno 🙂

  3. susanna ha detto:

    grazie per la dritta!
    uso wordpress per tutti i miei siti e quelli dei miei clienti/committenti ed anche io, come te, utilizzo sottocartelle per fare vedere il progetto …
    mi leggo il codex e procedo!
    a presto,
    susanna.

    1. camu ha detto:

      @susanna: se ti serve una mano, fai un fischio 🙂

      1. Jac ha detto:

        Ciao Camu, ho letto ora il tuo commento riguardo alla configurazione del sottodominio per far vedere ai clienti una versione del loro futuro sito. Nonostante il commento sia un pò datato (2010) spero tu possa aiutarmi perché sono esattamente nella tua stessa situazione di 12 anni fa.
        Vorrei poter creare il sito su un sottodominio staging.dominio.it del mio attuale dominio per poi effettuare il trasferimento del sito sul dominio ufficiale del mio cliente una volta che è tutto completo. Ovviamente utilizzo Tophost.
        Mi sapresti aiutare?

        1. camu ha detto:

          Ti contatto in privato.

  4. susanna ha detto:

    @camu: grazie!

  5. CyberAngel ha detto:

    Finalmente ho trovato il tempo di provare l’installazione multisito di WordPress. Davvero semplice… anzi sul codex mi sembra che la facciano più complicata di quello che è.
    Di certo tornerà utile per i vari siti test per i clienti.

    Ciaoo

  6. Luna ha detto:

    Ho installato wordpress su tophost altre volte precedentemente per altri miei blog.
    stavolta per l’ultimo sito quando vado per accedere con dbname password etc. mi dà errori vari quali :
    Fatal error: Call to undefined function get_header() in/home/mhd-01/www.iphonecydia.com/htdocs/index.php on line 16
    e altri errori diversi.
    Chi mi può aiutare?
    grazie ciao

  7. camu ha detto:

    @Luna: ad occhio mi sembra un problema di installazione incompleta di WordPress…

  8. vittorio ha detto:

    ciao camu,
    ho installato wordpress 3 su TOPHOST. Tutto ok finchè mentre installavo alcuni plugin, che ho anche su altri blog wp mi dice quest’errore.

    Fatal error: Allowed memory size of 33554432 bytes exhausted (tried to allocate 491520 bytes) in /home/mhd-01/www.wixitalia.it/htdocs/wp-admin/menu.php on line 214

    Devo settare il limite della memoria

    Grazie in anticipo

    1. Redemption ha detto:

      @vittorio: Ti rispondo io, inserisci questa riga di codice nel wp-config.php in root:

      define(‘WP_MEMORY_LIMIT’, ’50M’);

      Ciao.

  9. CyberAngel ha detto:

    Ciao vittorio. Mi permetto di risponderti io avendo avuto lo stesso problema qualche tempo fa. La mancanza di memoria è abbastanza comunque su Tophost dove per default ne viene allocata una po’ pochina (32MB). Così per evitare questi fastidi si può ricorrere ad alcuni espedienti che ho riassunto in questo mio post: http://bit.ly/cFhAQ8
    Ti consiglio la terza soluzione che è la più semplice e immediata. 😉

  10. vittorio ha detto:

    ciao
    perfetto funziona!
    grazie ad entrambi siete stati velocissimi e gentilissimi

    ho usato questa:
    define(‘WP_MEMORY_LIMIT’, ’64M’);

    che differenza c’è tra 64M e 50M ?

    GRAZIE ANCORA

    1. CyberAngel ha detto:

      @vittorio: beh naturalmente niente, se non la quantità di memoria che allochi: 64 MB oppure 50MB.

  11. vittorio ha detto:

    Immaginavo, ma avevo ipotizzato una eventuale conseguenza differente, date le risposte diverse. Meglio sapere qualsiasi cosa 🙂

    Grazie ancora, gentilissimi

  12. diegotrucco ha detto:

    Preferite aruba o tophost?
    notate differenze?
    Ho sempre usato aruba ma ho un po paura di cambiare, cerco opinioni.
    Quindi wpm funziona su tophost?

    1. camu ha detto:

      @diegotrucco: ho usato aruba circa 8 anni fa per un annetto, da allora sono sempre stato un soddisfatto cliente di Tophost 🙂 Quindi non ti so dire se e quali differenze ci sono, a parte il prezzo!

  13. diegotrucco ha detto:

    Grazie mille!
    Ho notato che tophost non supporta asp ma non fa nulla!
    non supporta frontpage ma non fa nulla!
    Una cosa molto utile è topname che ti permettere di avere un dominio e gestire anche un minimo spazio per pubblicare un minimo di contenuti utili per l’indicizzazione.
    Questo Aruba non lo fa, da solo nomedominio e redirect quindi addio indicizzazione del dominio, quindi si è sempre costretti a prendere soluzioni hosting da 27 euro.
    Spero di trovarmi bene con tophost.
    Aspetto pareri aruba vs tophost!

  14. diegotrucco ha detto:

    …..dimenticavo….su aruba non si può installare wpm per un problema di dominio di secondo livello.

    1. Carlo ha detto:

      @diegotrucco: chiedo scusa, mi confermate che ARUBA non puo ospitare WORDPRESS MULTISITE perche non sono certo di aver capito…grazie…

  15. susanna ha detto:

    rieccomi dopo circa un mesetto …
    tutto chiaro … però vorrei un consiglio.

    la mia problematica:
    sto creando un sito in cui ospitare delle biografie di alcuni artisti. Mi piacerebbe che ognuno degli artisti potesse inserire da solo la propria buografia, avendo però visione generale di quello che viene scritto e detto dagli altri utenti.

    faccio fatica a capire se mi conviene optare per una versione multisito creando una sotto directory pe rognuno degli artisti, o se sarebbe meglio usare il plugin role scoper che consente di autorizzare gli utenti all’editing di alcune pagine del sito.
    voi cosa consigliate?

    grazie mille per il supporto,
    susanna.

    1. camu ha detto:

      @susanna: quella dei permessi e privilegi, credo sia l’ultima vera sfida di WordPress. Gli sviluppatori parlano da tempo di voler completamente ridisegnare quest’architettura, ma ad oggi ancora non ci sono notizie concrete in tal senso. Role Scoper fa parzialmente al caso tuo, specialmente se si tratta di una sola pagina per artista, in cui il “multisito” non avrebbe troppo senso. Magari la soluzione intermedia è di dare agli artisti l’accesso come autori, ma di riservare a te il ruolo di supervisore, così verifichi e pubblichi la loro roba prima che vada in onda 🙂

      1. susanna ha detto:

        @camu: grazie mille.
        in effetti si tratterebbe di una sola paginetta e poi, sebbene io continui a sostenere che wp sia il cms più facile al mondo, non sono così certa che tutti gli utenti che andrei a creare la caverebbero senza un supporto da parte mia (ecco perché non so se darei loro il profilo di autori, ma forse solo quello di editori!).
        Con role scoper ho appena fatto amicizia, ma sono sicura che alla fine farà al caso mio!

  16. Fabrizio ha detto:

    Argomento che interessa anche a me. Sul mio server, il sito pippo.it, è stato creato con wordpress. Ora un altro cliente vuole, sempre sul mio server pluto.it con wordpress. Il server è il medesimo, l’indirizzo ip del server anche.
    L’ idea era quella di lasciare wordpress integro così com’è dove già funziona e installarlo ex-novo sul sito futuro.
    Con il multisito, riesco ad avere pippo.it e pluto.it entrambi sullo stesso server, entrambi sullo stesso indirizzo ip ed entrambi con wordpress?

    1. camu ha detto:

      @Fabrizio: non ho mai provato con diversi domini di primo livello, ma suppongo che il concetto è lo stesso, ti basterà puntare poi i DNS di pluto.it verso l’altro indirizzo IP, dopo aver configurato il nuovo sito su WordPress.

      1. sampei ha detto:

        @camu:
        ciao, scusa se rispondo a una serie di commenti in po’ datati…
        mi sono trovato qui grazie a google…

        ma esiste questa possibilità con tophost???

        poi io nei dns oltre alla modifica per accedere al sito anche senza www iniziale che avevo letto nelle faq di tophost, ho aggiunto anche il seguente valore trovato in un’altra tua discossione: * A ip
        questo serve per i sottodomini del mio dominio???

        e se volessi hostare un altro sito su tophost, senza però trasferire il dominio (visto che per i .com e .org tophost non offre il whois privato), come dovrei fare? se acquistassi un altro spazio topweb sarebbe possibile fare ciò?

        ti ringrazio tanto, sono diversi giorni che cerco e cerco ma la confusione nella mia testa non è poca

  17. Davide ha detto:

    Camu caro, è da un pomeriggio che ci sbatto la testa… L’installazione versione sub-directories è davvero semplicissima; ma quella coi sub-domains non mi riesce proprio. Più precisamente, mi sembrano oscure le spiegazioni in Setting Wildcard Subdomains – o forse è che su Tophost alcuni settaggi sono superflui?

    Ricapitoliamo: sul primo punto credo di non avere la possibilità di editare httpd.conf (o non lo trovo io nel pannello di controllo? o non è necessario?); quanto al secondo punto, la creazione del record DNS, non capisco che nome deve avere il record, che tipo, che priorità e che valore… (Tra l’altro per i record di tipo A si può indicare solo un IP…)

    Ora, perdona la mia ignoranza, ma sarebbero informazioni davvero preziose per chi volesse provare la nuova funzionalità di network di WordPress su Tophost…

    (A proposito, ricordo pure che una volta dicevi che era possibile impostare Tophost in modo da avere il sito senza www. Ma come? A me pare che nemmeno questo sia raggiungibile senza…)

    1. camu ha detto:

      @Davide: dunque, in effetti le istruzioni nel codex sono forse diverse da quello che serve su Tophost, hai ragione. Fai così: entra nel pannello DNS di Tophost e crea un nuovo record CNAME per il tuo sottodominio (non è possibile automatizzare il processo, ogni volta dovrai creare il record a mano, se vuoi che tutta la “baracca” funzioni). Poi segui i passi dal 3 in poi sul Codex e dovresti esserci 🙂 In caso contattami in privato e vediamo di far qualcosa.

      Riguardo al dominio senza www, era possibile ridirigendo tutto verso un server esterno (non trovo il post sul forum di Prozone che ne parlava) ma ora l’hanno disattivato e non è più possibile.

  18. age ha detto:

    ciao, leggo adesso del tuo esperimento wordpress multisito su tophost.
    Ho lo stesso problema segnalato da Davide: riesco a fare tutto meno che intervenire su apache e editare httpd.conf – quindi la “baracca non mi funziona”

    potresti per favore indicarmi precisamente come hai risolto? cioè come sei riuscito a far funzionare WP multisito creando dns cname a mano?

    mi immagino che crei un CNAME sito.dominio.it che punta verso dominio.it e poi funziona tutto? è così?

    grazie per l’aiuto…

    1. camu ha detto:

      @age: si è così 🙂

  19. Flavio ha detto:

    Salve Camu.
    Innanzitutto grazie per la guida per installare WPMU su Tohpost.
    Vorrei chiederti lumi su un problema che sto avendo – magari ti è capitato anche a te e sei riuscito a risolvere.

    Vorrei trasformare un sito in wp in multinetwork ma sto avendo seri problemi in partenza (nessuno in locale)

    Prima cosa: a distanza di 3 anni mi sembra che il redirect dns nella digitazione del sito senza il www sia stato implementato in modo automatico da Tophost (ho cancellato le regole DNS e sembra che vada anche senza il www davanti)

    Al primo setup mi dice “Prima di abilitare la funzionalità del network si raccomanda di cambiare la siteurl in miosito.it. Sarà ancora possibile visitare il proprio sito utilizzando il prefisso www con un indirizzo simile a http://www.miosito.it ma nessuno dei link avrà il prefisso www.

    Ora se faccio come dice lui (db->wp_options->site_url) e lo cambio 1)Continua a dirmi di farlo (!) 1)Non mi fà più loggare come admin (continua a farmi un redirect sulla pagina di login).
    Se invece me ne frego e vado avanti mi rende il sito iraggiungibile.

    Suggerimenti? Grazie 1000

Lascia un commento