due chiacchiere

Alexa va in pensione

Probabilmente i più giovani che leggono il titolo di questo post penseranno d’istinto all’assistente digitale di casa Amazon, la vocina racchiusa in quei piccoli altoparlanti intelligenti che oramai tutti abbiamo persino in bagno. Ad andare in pensione non è la suadente voce che ti snocciola le previsioni meteo a comando, ma piuttosto un servizio che noi vecchi bacucchi della blogosfera usavamo quasi quotidianamente per studiare le mode, le tendenze e per conoscere il nostro piazzamento all’interno di questa fantomatica classifica mondiale di gradimento. Già, noi che avevamo quelle piccole immaginette (non ricordo più come le chiamavano) nel piè di pagina ad indicare i vari standard a cui si affidava il blog, la licenza aperta e spesso il famigerato Traffic Rank calcolato proprio da Alexa Internet.

(traduco dal loro sito) Venticinque anni fa abbiamo fondato Alexa Internet. Dopo due decenni spesi ad aiutarti a trovare, raggiungere e convertire i tuoi spettatori digitali, abbiamo preso la difficile decisione di ritirare Alexa.com il giorno 1 maggio 2022. Grazie per averci dato l’onore di essere la tua risorsa di riferimento per l’analisi dei tuoi contenuti, delle tue parole chiave e molto altro ancora. Siamo stati orgogliosi di averti potuto offrire i nostri servizi.

Un sentito grazie,
Il team di Alexa.com

Per i veterani della blogosfera, Alexa rimarrà per sempre nel cassetto dei bei ricordi dei tempi che furono. I tempi in cui si creavano mappe tridimensionali gigantesche della blogosfera, e si cercava impazientemente di trovare il proprio piccolo blog tra tutte quelle palline collegate tra loro. I tempi in cui non eravamo distratti da Facebook, dall’essere sempre connessi con i nostri smartphone, dalle mille applicazioni che ci tengono sempre occupati e distratti. I tempi in cui potevamo tranquillamente sederci davanti allo schermo e mettere due parole in fila sul blog, testare un nuovo servizio o aderire alla campagna pubblicitaria di turno. Un altro pezzo di storia che finisce su una mensola di questo museo immaginario dove conserviamo i cimeli raccolti durante la nostra residenza a BlogVille.

Commenti

  1. Emanuele ha detto:

    Sigh, stiamo diventando vecchi! 😐
    Ciao,
    Emanuele

    1. camu ha detto:

      A chi lo dici! Ma come si chiamavano quelle piccole immagini a fondo pagina?

Lascia un commento