due chiacchiere

Un Grillo più accessibile

Il blog di Beppe Grillo, che ti piaccia o no, è uno dei più famosi del panorama blogosferico italiano. Ammirato, criticato, invidiato, seguito: da qualsiasi parte tu lo guardi, ammetterai che ha fatto e continua a fare tendenza. Non voglio esprimere qui la mia posizione in merito ai contenuti di quel sito, quanto segnalare una piacevole novità apparsa sui suoi ultimi video: i sottotitoli. Forse nessuno si è accorto, infatti, che da circa un mesetto YouTube ha attivato la possibilità di caricare un documento di testo con i sottotitoli associati ad un video. Ed il rispetto della redazione che cura il blog di Beppe Grillo, nei confronti dei disabili, non ha fatto attendere i risultati. Come vorrei che tante altre iniziative (VideoMarta, Salvatore Aranzulla, e via dicendo) prendessero esempio in questa direzione. Perché l’accessibilità del web, nell’era della multimedialità, non significa soltanto avere una pagina che “passa” i controlli del validatore automatico.

Commenti

  1. dario ha scritto:

    concordo pienamente, lasciamelo dire: “Grillo, al di là della politica, è un signore”.

  2. zardo ha scritto:

    Iniziativa ottima, indipendentemente dalle idee espresse, è sicuramente un buon passo avanti verso l’accessibilità dei contenuti.

  3. PiccoloSocrate ha scritto:

    Al di là dei contenuti, il caro Beppe capisce che il suo blog deve raggiungere sempre più persone.

    Ecco perché spinge sull’usabilità.
    A me sinceramente, non da proprio il massimo dell’emozione quel blog…

  4. camu ha scritto:

    Si, la mia segnalazione non era relativa ai “contenuti politici”, sui quali non mi esprimo, ma sull’iniziativa verso l’accessibilità. Credo che trattandosi di un blog influente, nel panorama italiano, possa davvero creare una nuova consapevolezza in tal senso.

Rispondi a camu

Torna in cima alla pagina