due chiacchiere

Licenziate il governatore

Va bene, io di economia non ci capisco nulla: non l’ho studiata all’università, non ho seguito corsi o approfondito l’argomento più di tanto. Però mi piace ascoltare (grazie ai podcast) le trasmissioni sull’argomento, specialmente in questo periodo di grandi sconvolgimenti. E già quattro mesi fa avevo scritto il mio parere sulla mossa di Trichet, il Governatore della Banca Centrale Europea, di alzare i tassi di interesse in Europa. Poco tempo prima, in America, il capoccia della Federal Reserve li aveva invece abbassati: anche in quest’ambito l’approccio conservatore del Vecchio Continente, si distingue da quello più agile e moderno dell’economia a stelle e striscie. Finalmente, come apprendo dal Corriere della Sera, il vecchio bacucco di Bruxelles ci ha ripensato, ammettendo implicitamente lo sbaglio: ma credo che neppure lui, come i tanti banchieri spregiudicati che ci hanno portato a questo punto, pagherà mai per il suo errore. Mentre l’Italia, per la terza volta da quando è Repubblica, quest’anno sarà tecnicamente in recessione. Un applauso a Trichet.

Commenti

  1. Ithilien ha detto:

    Finalmente la mossa tanto attesa dei tassi è avvenuta. Era da inizio anno che si mormorava che la BCE avrebbe abbassato i tassi e “solamente” dopo 10 mesi:
    l’evento!!!! Anche se un pò in ritardo, speriamo che qualche beneficio si possa trarre in questa fase economica devastante…

  2. Piero_TM_R ha detto:

    Io ho avuto un’infarinatura di economia durante gli studi da geometra e sinceramente ne capisco poco, comunque la questione dell’aver alzato i tassi d’interesse, in un momento difficile sia per l’economia che per i cittadini, non l’ho capita.
    Per come la vedo io è stata una cosa che ha ulteriormente strozzato la gente, bloccando ulteriormente i mercati, infatti finalmente i tassi li hanno abbassati (comunque sono ancora alti).
    Comunque la percezione del problema recessione qua in Italia è da salto nel buio, non so oltre oceano, ma i giornalisti si stanno comportando come con la mucca pazza, l’aviaria e tutte le altre sventure che in questi anni hanno fatto notizia, ottenendo come risultato l’aver spaventato tutti, aiutando a bloccare ulteriormente il naturale circolare del denaro.

  3. Seo in Abruzzo ha detto:

    Non per vantarmi, ma la prof di economia alla superiori mi ha portato con la lode alla maturità e ancor prima che le cose andassero come sono andate, prima ancora della puzza di bruciato delle banche americane, ero li a menarmela di fronte al tg ogni volta che sentivo che non veniva fatto nulla.

    Ora qualcosa è stato fatto, tardi, come al solito. Che vuoi, non ci chiamano “vecchio continente” per nulla. Abbiamo proprio gli stessi tempi di reazione di un vecchio in pensione. Prossimi allo zero.

    Trichet sperava con la sua mossa di preservare il potere di acquisto intracomunitario della moneta, senza però fare i conti con le miriadi di scambi internazionali che ogni giorno avvengono.
    Da un certo punto di vista, la sua politica protezionistica avrebbe dovuto spingere ad una gestione casalinga di tutti i comparti commerciali, forzando la mano alle imprese dicendo quello che stanno dicendo confagricoltori da una vita. Mangiate prodotti di stagione e di casa.

    ma in un contesto globale dove il tecnlogico migliore sta oltre oceano, e ad un signore attempato come trichet, spiegare che per cambiare la mentalità di imprenditori e altri non basta mezzo punto percentuale, l’è dura.

    Risultato. Abbiamo pagato più caro il petrolio, perchè guarda caso noi le quotazioni le subiamo passivamente in doppia chiave, Mercato americano contro quello londinese contro la conversione locale, abbiamo visto i comodi delle società di cambio e di intermediatori finanziari che si sono arrogati il diritto di applicare loro politiche protezionistiche affettando i nostri risparmi.

    Mi fermo, non voglio scrivere un trattato. Ma se veramente avesse voluto fare quello che ritengo avesse in mente, avrebbe dovuto alzare di 2punti percentuale. Così ha fatto come la carne scottata al fuoco. Ha provato a metterla sopra, quando ha visto che bruciava l’ha levata.

    Sottoscrivo il licenziamento.

  4. Anna ha detto:

    Buon pomeriggio, piccola pausa dal lavoro…… ho alzato un pò la testa da centinaia di incartamenti vari….Mi sento così “Fantozziana”…
    La mossa del governatore è arrivata tardi. Ci sono centinaia di famiglie che non arrivano a fine mese. Ma possibile che in Italia ed Europa pure ci si svegli sempre tardi ?
    Si Camu, penso che Lui non pagherà per la mancata presa d’azione che un manager dovrebbe fare. E’ la solita storia di sempre chi si dovrebbe prendere la responsabilità delle proprie azioni non lo fa mai e poi a pagare sono i più deboli. La storia non ci ha insegnato nulla.
    Sottoscrivo pure io il licenziamento.

    Camu oggi ho visto delle foto di NY di una collega, una nostalgia…. sono stata nel 1995 e 1998, viaggio-studio per la lingua Inglese.
    Un saluto a tutti, mi rituffo sulle mie cartacce!
    Anna

  5. camu ha detto:

    Grazie a tutti per le spiegazioni. Mi fa (tristemente) piacere che condividiate il mio punto di vista su Trichet. Quasi quasi bisognerebbe lanciare una campagna su tutti i blog per chiederne il licenziamento 🙂

  6. Piero_TM_R ha detto:

    Io ci sto, se decidi di procedere con un testo da pubblicare, potremmo metterlo on-line su tutti i nostri blog.

  7. Seo in Abruzzo ha detto:

    In effetti non sarebbe male una campagna di licenziamento !!!

  8. camu ha detto:

    Mah, mi sa che non se ne farà nulla… tanto non servirebbe a molto. Figuriamoci se una manciata di blogger possono far licenziare un Governatore! 🙂

Lascia un commento