due chiacchiere

Usa anche tu la magica polvere bianca

Forse leggendo il titolo avrai pensato che mi ha dato di volta il cervello, e che in un attacco di demenza precoce, sto promuovendo l’uso di sostanze poco raccomandabili su questo sito. Al contrario di quello che le apparenze potrebbero suggerire, oggi voglio parlarti del bicarbonato di sodio, o baking soda come lo chiamano gli americani. Una sostanza magica e misteriosa, che sin da piccolo ho visto usare nei contesti più disparati, e che ancora oggi m’aiuta, ad esempio, a digerire un pasto particolarmente pesante, insieme ad acqua e limone. Curiosando in rete, ho trovato una lista di modi di usare il bicarbonato in giro per la casa. Se consideri che un chilo costa più o meno un dollaro, questa polvere non solo è magica, ma pure economica.

Puoi usare il bicarbonato di sodio per…

  • lavarti i denti con un dentifricio fatto in casa, mischiando 4 cucchiai di bicarbonato, 2 cucchiai d’acqua, 10 gocce d’estratto alla menta, un cucchiaino di sale
  • facilitare la digestione, mescolando un cucchiaio di bicarbonato in un bicchiere d’acqua, assieme ad un cucchiaio di succo di limone
  • rimuovere residui di shampoo dal cuoio capelluto, durante la doccia
  • pulire pettini e spazzole
  • rinfrescare una spugna impuzzolita dall’acqua stagna della notte
  • far brillare l’argenteria
  • sgrassare forno, caffettiera e micro-onde 
  • rimuovere lo sporco da pavimenti e mattonelle in giro per la casa
  • aumentare la forza pulente del tuo detersivo per la lavatrice, aggiungendo un cucchiaio ad ogni lavaggio
  • assorbire gli odori cattivi dal frigo (noi teniamo sempre un bicchiere di bicarbonato in un angolo del nostro frigo, funziona davvero)
  • sbiancare la lavastoviglie
  • neutralizzare l’odorino della cassetta di sabbia di fido e micio
  • estinguere un fuoco
  • rimuovere pesticidi da frutta e verdura
  • eliminare macchie d’olio dai vestiti
  • coprire gli odori delle tue ascelle (incredibile ma vero!), facendo una miscela spray con un bicchiere d’acqua distillata e 4 cucchiai di bicarbonato

E tu, conosci altri modi per mettere al lavoro questa meraviglia della natura?

Commenti

  1. CyberAngel ha scritto:

    I rimedi della nonna sono sempre i migliori e il bicarbonato è il re degli impieghi.

    PS: forse c’è un errorino ortografico al quinto punto. 😉

    Risposte al commento di CyberAngel

    1. camu ha scritto:

      @CyberAngel: wow, attentissimo! Ho provveduto a correggere, grazie!

  2. Bobo ha scritto:

    Il suo blando effetto antimicotico ed antisettico, responsabile dell’efficacia di diversi punti elencati nell’articolo, è spesso sfruttato sciogliendolo in acqua ed usandola per gargarismi in caso di mal di gola, oppure come lavande vaginali esterne in caso di candida.

  3. Marica ha scritto:

    si mette anche nell’impasto dei muffins!

    Risposte al commento di Marica

    1. camu ha scritto:

      @Marica: sicura che quello non sia il baking powder? 🙂

      Risposte al commento di camu

      1. Marica ha scritto:

        @camu: si si… ci sara’ un motivo per cui si chiama “baking“, no? 🙂

        Risposte al commento di Marica
        1. camu ha scritto:

          Io ancora oggi a volte faccio confusione tra le due, con gran disappunto della moglie 😉

          Risposte al commento di camu
        2. CyberAngel ha scritto:

          @camu: Quindi ricapitolando il “baking soda” è il bicarbonato mentre il “baking power” è il lievito? Comunque anche il bicarbonato ha azione lievitante

          Risposte al commento di CyberAngel
        3. camu ha scritto:

          Si, il baking powder contiene baking soda (bicarbonato) più altri agenti lievitanti 😉

  4. Caigo ha scritto:

    Parte di questi utilizzi sono normalmente riportati sulle confezioni di bicarbonato.
    Quindi niente scuse cara massaie! 😉
    “Estinguere il fuoco” mi ricorda i piccoli esperimenti che ci facevano fare a scuola.
    – Costruire un estintore –
    Prendere una bottiglia con un grosso tappo di sughero ed inserirvi una cannuccia da contagocce.
    All’estremità del contagocce posto all’interno della bottiglia legare un sacchettino di tela pieno di bicarbonato.
    Riempire a metà la bottiglia di aceto e acqua.
    Chiudere con il tappo.
    Inclinare la bottiglia fino a entrare in contatto il bicarbonato con il il liquido.
    Si sviluppa anidride carbonica che per pressione espelle il liquido dalla cannuccia.
    Ricordi…ricordi…ricordi… da marmocchio.

    Risposte al commento di Caigo

    1. camu ha scritto:

      Il piccolo chimico, un’icona di gioventù 🙂

  5. iroki ha scritto:

    il bicarbonato è ottimo per tantissime cose ma, chi come me non può dedicarsi alla pulizia della casa con frequenza, ne apprezzerà il suo mix con l’aceto per ripulire il forno dal grasso incrostato (senza l’odore nauseabondo dei prodotti che si comprano in giro!!!),ma anche per togliere il calcare dalla rubinetteria etc, con l’acqua calda x pulire quegli stupidi micro-gingilli d’argento, macchie sul marmo etc. E, a quanto pare, anche per quei funghetti che compaiono sulla cavità orale ai bambini..
    … sarà forse la polverina di Pollon?

Rispondi a Bobo

Torna in cima alla pagina