due chiacchiere

Automatismo dell’indignazione

Leggevo qualche giorno fa un interessante articolo di Mantellini sul recente clamore suscitato da un emendamento subito etichettato come “salva pedofili”. Un cavillo inserito zitto zitto nel più grande disegno della legge contro le intercettazioni. Già in passato m’era capitato di osservare come il “popolo del web” s’indigna troppo facilmente, senza dedicare un briciolo di tempo ad approfondire la questione. Le pecore di Facebook corrono a formare gruppi, spargono bugie e s’indignano a priori. Nel mio caso invece mi piace indagare, capire, approfondire. E non perché io sia di destra o di sinistra, ma solo perché non mi piace essere l’ennesimo pecorone che prende per oro colato tutto quello che legge sul primo blog che capita. Oggetto del contendere: stando ai soliti bene informati, l’emendamento depenalizzerebbe le violenze sessuali. Apriti cielo! Dice Mantellini:

Possibile che nessuno mostri una minima curiosità verso la natura del’emendamento? Gasparri è un fiancheggiatore dei peggiori pedofili? Statisticamente improbabile, Gasparri ha già un sacco di problemi suoi. E se tutto questo non bastasse, l’indignazione del “popolo del web” ottiene subito immediato supporto anche da chi le domande dovrebbe magari porsele per mestiere: Repubblica per esempio cavalca la tigre in un articolo di Carmine Saviano e domanda anch’essa, fin dal titolo e a gran voce, i nomi dei proponenti il turpe emendamento.

Per fortuna ci pensa qualcuno che queste cose le ha studiate, a svelare il mistero, in un commento a quell’articolo di Mantellini:

Ai vari individui che parlano di violenze sessuali ricordo che in Italia ci sono due articoli, il 609-bis che parla di “violenza sessuale”, cioè rapporti e atti sessuali privi di consenso; e il 609-quater che parla di “atti sessuali con [e tra] minorenni”, cioè in presenza di consenso, ma comunque vietati perché il consenso del minore non è giudicato valido a causa della sua età. L’emendamento in questione andava a incidere sull’articolo 609-quater (atti consensuali con e tra minori), e NON sul 609-bis (violenza sessuale).

L’obiettivo dell’emendamento è quello di impedire che se due adolescenti vengono beccati a far certe “cosacce” da consenzienti, e uno dei due è sopra l’età del consenso (14 anni), mentre l’altra è al di sotto, quello più grande venga immediatamente arrestato. Diverso il caso di violenza sessuale: in questo caso l’aggressore viene arrestato se preso in flagranza.

Che poi lo stesso articolo 609-quater sia da rivedere, in chiave restrittiva o meno, questo è un altro discorso. L’importante è capire che qui non si sta parlando di “violenza sessuale”, gli articoli sulla “violenza sessuale” venivano lasciati intatti. Invece per quanto riguarda la “lieve entità” in realtà si tratta di “minore gravità” ed è un concetto introdotto nel codice penale fin dal 1996. In quell’anno la legge sulla violenza sessuale venne cambiata e tra le altre cose da “atto contro la morale” divenne “atto contro la persona”, mentre gli “atti di libidine” vennero legalmente equiparati alla “violenza sessuale”.

Commenti

  1. Simona ha detto:

    ma sai cosa? possono cambiare le leggi come vogliono, (che tanto lo fanno lo stesso) il fatto è che poi comunque non vengono puniti…come nei casi di violenza di gruppo, il cosiddetto ‘branco’, non viene mai punito, anzi chi ne fa le spese è sempre la ragazza a passare per la ‘facilotta’…

  2. Caigo ha detto:

    Quando scorrendo alcuni blog che frequento ho trovato questo benedetto 1717 ti confesso che mi sono indignato un pochetto anch’io. Poi da brava “scimmia curiosa” sono andato a leggermi tutto il pappardone ed allora mi indignato del tutto ma per una ragione ben diversa.
    Mi sono indignato perché ho visto ancora una volta che i nostri politici NON sono capaci di uscire dal loro linguaggio “politichese” fatto di tecnicismi inutili e forvianti.
    In questo post tu citi correttamente e chiaramente articoli + esempi. Ebbene: nel politichese questo passaggio viene considerato superfluo e le conseguenze come abbiamo visto solo una vagonate di polemiche inutili.
    Quindi:è vero che il “popolo del web” qualche volta dovrebbe contare fino 10 prima di sparare giudizi ma….cari “Nostri Rappresentanti” (scritto pure in maiuscolo)pure poi, mettevi una mano sulla coscienza ed una sul vocabolario.

  3. camu ha detto:

    @Simona: si, hai probabilmente ragione. Ma è il “prezzo” che paghiamo per il fatto di ospitare il Vaticano nella penisola 🙂 Il troppo puritanesimo poi si trasforma in giudizi distorti e sbagliati nei confronti delle ragazze, è sempre stato così in Italia, specialmente al sud!
    @Caigo: si, in effetti questa che dici è una cosa giusta. Il politichese oramai è una lingua che andrebbe abbandonata, ma ciò non giustifica in pieno una blogosfera fin troppo facile a giudicare. Se vogliamo cambiare il modo in cui ragionano i politici, dobbiamo per primi dare il buon esempio, usando il cervello!

  4. Caigo ha detto:

    @camu: Hai messo il dito nella piaga. 🙁
    Fatalmente quando andiamo a votarli (perchè siamo NOI a metterli li…dx o sx che siano) dimentichiamo errori e contraddizioni e li riconfermiamo.
    Forse non siamo ancora abbastastanza maturi come popolo o forse siamo solo distratti. In ogni caso possiamo prendercela solo con noi stessi.

  5. camu ha detto:

    @Caigo: verissimo, gli Italiani sono sempre stati di memoria corta, quando entrano nel seggio elettorale 🙂 Forse c’è qualche fenomeno spiegabile con la fisica quantistica che entra in gioco chissà, tipo uno spostamento spazio-temporale o radiazioni gamma…

  6. Caigo ha detto:

    @camu: WOW!!! Quanta energia sprecata!
    Altro che fotovoltaico, eolico, ecc… basterebbe montare dei seggi elettorali sopra ogni tetto ed avremmo risolto tutti i nostri problemi energetici. 😉

  7. Simona ha detto:

    piccola premessa, perchè internet è bello, ma purtroppo non dà modo di ascoltare (in questo caso) il tono di voce quando si risponde ad una discusione come questa: ci tengo a dire che quanto leggerete non è detto in tono altezzoso, incazzoso, ecc…:)

    Quando sento dire ‘siamo NOI che li abbiamo mandati al Governo…’ m’indigno e non poco….IO non li ho mandati!!!
    Ogni volta che sono andata a votare, il candidato da me votato non è mai passato, perchè? Perchè forse da stupida romantica voto la persona e non il partito.
    Camu, ti parlo innanzitutto da donna del sud: NON mi faccio influenzare nè dal Vaticano, nè dal bel politico che si ricorda di una certa questione del Mezzogiorno solo durante le elezioni.
    IO sono di quelle persone, e sono state tantissime, che nelle ultime regionali non è andata a votare, ma non perchè sono una cattiva cittadina o perchè non ho voluto fare il mio ‘dovere’ o mettere in atto il mio ‘diritto’… l’ho fatto innanzitutto perchè sono troppo delusa dall’andazzo, ci sarebbe un altro termine (ma poi risulterei poco femminile nel dirlo) e poi perchè non credo più in questi signori, che sono bravissimi a fare i politici, ma non altrettanto bravi a fare i rappresentanti degli italiani.
    Una volta eletti, rappresentano solo loro stessi!!!
    e scusate lo sfogo… 🙁

  8. camu ha detto:

    @Simona: hai perfettamente ragione, ma se il Governo attuale è stato votato da una “schiacciante” maggioranza, vuol dire che alcuni di quelli che ora mugugnano e si lamentano (che a loro volta sembrano sempre la maggioranza, in Italia), li avranno pur votati, no? Riguardo all’essere disillusi dalla politica, questo penso sia il grande piano che sta cercando di costruire chi manovra i fili dietro le quinte (e qui mi fermo, altrimenti attacco a parlare delle mie tesi complottiste) ed a quanto pare ci sta riuscendo benissimo. L’obiettivo? Avere un popolo che mugugna ma completamente succube e non in grado di organizzarsi per migliorare le cose. In questo modo chi è al potere fa quello che vuole. E l’opposizione latita…
    @Caigo: sono già al lavoro per brevettare l’idea eheh

  9. camu ha detto:

    Ciò che mi lascia basito è come mai la gente s’indigna per una cosa “inventata dalla rete” (o per lo meno amplificata e distorta) e poi tace quando si leggono notizie come questa. Perché in quel caso nessuno dice nulla? Mi vengono in mente tesi complottiste, atte a distrarre l’opinione pubblica dai veri problemi dell’Italia, ma non oso arrivare fino a tanto!

  10. Simona ha detto:

    Allora Camu, parliamo chiaro: in Italia si mette inrisalto SOLO ciò che conviene ai politici!!! E non ho detto nulla di nuovo.
    Ora ti faccio vedere un video di una manifestazione con 10mila persone (statistica delle forze dell’ordine) fatta qui a Crotone (la mia città), tempo fa, perchè devi sapere che il mio territorio è stata come una grande tavola imbandita per ‘lor signori’ che ne hanno poi fatto un grande gabinetto dove scaricare rifiuti tossici, dandoci il primato di malati di tumori in tutta Italia!!! Tu ne hai saputo qualcosa??? I tg ne hanno parlato??? NIENTE!!! NON ESISTIAMO!!!! E poi passiamo per quelli che stanno in panciolle a guardare: noi gridiamo, ma evidentemente siamo talmente l’ultima ruota del carro, che non frega niente a nessuno che i bambini vanno in scuole realizzate con materiale altamente tossico!!!
    Comunque se vuoi ti lascio il link del video, mi farebbe piacere se tu lo vedessi.
    Scusa lo sfogo, che fra l’altro ora sì che è stato incazzoso! 😉
    http://www.youtube.com/watch?v=dJXt1VUdO3M

Lascia un commento