due chiacchiere

Jambalaya, un piatto dalla Louisiana

Qualche mese fa, in occasione della finale del campionato di football americano, il cosiddetto SuperBowl, alcuni amici ci hanno invitato a cena per passare un po’ di tempo insieme. Invece che sederci tutti a tavola, i padroni di casa hanno imbandito un buffet con varie pietanze ed ognuno degli ospiti decideva cosa assaggiare prima di tornare in salotto dove la televisione trasmetteva l’evento. C’erano le penne alla Vodka, tocchetti di carne e pollo arrosto (così non serviva il coltello), insalate varie, ed altri cibi più o meno riconoscibili. Poi in una grande ciotola c’era una pietanza che non avevo mai visto prima, somigliante vagamente ad una paella spagnola come solo a Tenerife la sanno fare. Avendo notato la mia faccia perplessa, la nostra amica mi ha spiegato che si trattava del jambalaya, un piatto creolo tipico dello stato della Louisiana. E così ho deciso di conservare la ricetta sul blog a futura memoria.

Una pentola piena di riso, salsiccia e gli altri ingredienti della jambalaya pronta da mangiare

Ingredienti per 6 persone

Per la pietanza: 400 grammi di riso arborio, 400 grammi di petti di pollo spellati, 200 grammi di salsiccia a grana fine (possibilmente affumicata), 3 spicchi d’aglio, 3 gambi di sedano, 1 cipolla, 2 ciuffi di scalogno, 1 peperone verde, almeno 2 bicchieri di brodo naturale, qualche goccia di Tabasco (se piace), olio e sale quanto basta. Per il condimento: un cucchiaio di aglio in polvere, 1 cucchiaio di cipolla in polvere, 1 cucchiaio di paprika, un pizzico di peperoncino di Cayenna.

Tempi e strumenti

Non farti intimorire dalla lunga lista di ingredienti: nel giro di circa 45 minuti sarà tutto pronto da servire in tavola. Tieni a portata di mano una padella dai bordi alti abbastanza capiente (o una pentola), un coltello ed un tagliere di legno, una piccola ciotola, un cucchiaio di legno per mescolare ed un piatto dove far riposare la carne.

Mescoliamo tutti gli ingredienti elencati per il condimento in una piccola ciotola. Se la salsiccia è cruda, falla rosolare intera in padella con un filo d’olio insieme ai petti di pollo per qualche minuto, così che non si sbricioli quando la taglieremo a rotelle, spolverando con il condimento (non tutto, se non ami i sapori troppo forti). Metti la carne a riposare su un piatto, senza pulire la padella dell’olio di cottura. Pulisci le verdure, tritando l’aglio finemente, ed il resto a tocchetti di un centimetro circa. Falle soffriggere in padella per circa due o tre minuti, ed aggiungi il riso, continuando a mescolare con il cucchiaio di legno. A questo punto versa il brodo naturale ed abbassa la fiamma. Taglia il pollo e la salsiccia a tocchetti, ed aggiungili al riso in padella, amalgamando tutti gli ingredienti insieme. Se il riso s’assorbe tutto il liquido, aggiungi altro brodo, ma sempre mantenendo una consistenza compatta e non brodosa del composto.

Fai cuocere per una ventina di minuti, finché il riso non è morbido e ben cotto. A questo punto spegni la fiamma e fai riposare per circa cinque minuti in padella. Se il riso è troppo secco, versa ancora un po’ di brodo e lascialo assorbire per un paio di minuti. Servi tiepido con qualche goccia di Tabasco (opzionale).

Commenti

  1. Deve essere buona se ne hai postato la ricetta qui ad imperitura memoria. Mi sa che la proverò.

    Risposte al commento di DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

    1. camu
      ha scritto:

      Si, non era male. Sul blog mi piace conservare, di tanto in tanto, ricette che provo a fare personalmente, o che assaggio in giro.

Lascia un commento

Torna in cima alla pagina