due chiacchiere

Più applicazioni con Windows 7

Qualche giorno fa ho scritto un articolo in cui esprimevo la mia personale opinione sul prossimo sistema operativo di casa Microsoft. Ovviamente i detrattori dell’azienda “del male” si sono subito fatti avanti, e fin qui nulla di male. Dalla discussione è venuto fuori che la versione in commercio non permetterà di avere più di tre programmi in esecuzione contemporaneamente. Ora, a parte che non sono riuscito a trovare uno straccio di notizia ufficiale in merito, ho provato personalmente, sull’Asus EeePC, all’interno della macchina virtuale, con pochi “spiccioli” di memoria a disposizione. Il risultato lo puoi vedere con i tuoi occhi.

Una schermata del desktop con tante applicazioni in esecuzione

Commenti

  1. Emanuele ha detto:

    Ennò Camu, le cose diciamole correttamente. La versione distribuita non ha questi limiti, però è prevista una versione per il mercato asiatico (o per quei mercati molto poveri) che a fronte di un prezzo inferiore avrà quelle limitazioni! E mi sembra assurdo che non abbia trovato informazioni quando basta cercare su Google “windows 7 3 applications”. La versione sarà la “Starter edition”.
    Ciao,
    Emanuele

  2. Andrea Pinti ha detto:

    Ciao Camu,
    dalla mia posso dirti che ho provato la RC a 64bit su un portatile “buono” a livello di caratteristiche, beh, pienamente soddisfatto (a partire dal fatto che ad installarsi completamente ci mette qualcosa come 30/35 minuti compresi due o tre reboot per i driver video che comunque ha messo automaticamente).

    Non tornerei a vista NEANCHE sotto pagamento, il sistema mi da l’impressione di essere molto più reattivo.

    Tenermi aggratis la RC per un annetto fino a che non esce la licenza ufficiale è solo che una gioia.

    Per la versione che non puo’ far partire più di tre applicazioni, dalle parti mie si dice “poco pagare poco avere”. E’ anche giusto che un azienda divida il mercato in fasce e lo sfrutti fino all’ultimo. Prezzo inferiore, prestazioni inferiori, non fa una piega.

  3. camu ha detto:

    @Emanuele: beh, nei tuoi commenti all’altro articolo avevi semplicemente detto che la versione “finale” di Windows 7 avrebbe avuto questa limitazione, non avevi specificato che si trattava di quella per il mercato asiatico, così ci tenevo a precisare che la Ultimate, quella distribuita in questi giorni, non ha limitazioni. Comunque non è che non ho trovato notizie… se leggi bene ho scritto “notizie ufficiali”, cioè direttamente dalla Microsoft 🙂 Tutte le altre, fino a prova contraria, sono solo illazioni.
    @Andrea Pinti: Sottoscrivo in pieno il tuo commento!

  4. Emanuele ha detto:

    Beh illazioni non sono. Gli screenshot esistono, il software è già programmato per limitarsi… e quando ho scritto quel commento pensavo fossi al corrente della politica della Microsoft di sfornare versioni diverse in base ai mercati.
    Riguardo alle limitazioni, lo trovo assurdo. Vabbè che la Apple ha un’unica versione (evviva la semplicità), però volendo parlar di evoluzione, credo che alla lunga questo gioco si ritorca contro la Microsoft stessa. Sia perché devi star li a sviluppare codice per “castrarti” il sistema, sia perché alla lunga credo che saranno più le copie pirata della ultimate (o la home basic, o ciò che vuoi) che le persone che apprezzeranno questo limite e ne chiederanno una copia.
    Ciao,
    Emanuele

  5. Andrea Pinti ha detto:

    @Emanuele: Fa parte dello spirito imprenditoriale dividere i prodotti per segmenti di mercato in modo da offrire quello di cui l’utenza ha strettamente bisogno. Lascia stare i casi di pirateria, le versioni ultimate di qualsiasi cosa sono ovviamente quelle più scaricate, è un dato di fatto. Considera invece persone (o imprese) con scarse esigenze: non c’è motivo di farli pagare quanto chi ha bisogno di un prodotto più performante. Ognuno paga quello di cui ha bisogno. Se sei disposto a spendere di più per avere più servizi (o eseguire più processi), microsoft ti accontenta, e ti fa pagare di più rispetto a chi non ha bisogno. E’ facile.

  6. Redemption ha detto:

    Penso che anche io passero molto presto al 7 da vista, e penso anche che lo farò sul mio eee pc oltre che sul principale. Da quanto vedo siete tutti pienamente soddisfatti e me ne compiaccio 😀 . Solo che le RC non mi piacciono particolarmente, sarà che sono abituato a vedere migliorie a partire dal SP1….

  7. Emanuele ha detto:

    Posso capire la scelta di limitare le funzioni e/o aggiungere software ma limitare i processi, quello no. Tra l’altro diventa un ulteriore controllo che vuoi o non vuoi (ottimizzato per quanto possa essere) graverà sul sistema operativo. Sarà divertente vedere girare Chrome su quelle versioni (apre più processi per ogni scheda) o il futuro Firefox.
    Arriviamo nel 2010 con un’idea che neanche nel 1980 aveva senso d’esistere, quando CPU e RAM erano così esigue che in effetti, ridurre il carico era l’unica possibilità per andare avanti (vi ricordate quando non esisteva la memoria virtuale?!).
    E non ditemi che la Starter Edition dovendola far pagare meno costa meno alla Microsoft, perché lo sviluppo di quella parte di codice è – sicuramente – stato un costo aggiuntivo al contrario!
    Comunque… contenti voi, figurarsi che può cambiare a me. Semplicemente è uno stile che non approvo, tutto qui.
    Ciao,
    Emanuele

  8. camu ha detto:

    @Emanuele: beh, io sono sempre scettico sulla bontà della notizia. Voglio dire, aspettiamo di parlare su cose concrete piuttosto che su un paio di screenshot presi chissà come 😉
    @Redemption: posso dirti che sul mio asus eeepc gira che è una bellezza 😉 te la consiglio vivamente!

  9. Redemption ha detto:

    @camu: Quale versione hai tu di eee ? Il mio è il 901

  10. camu ha detto:

    @Redemption: io qui mi sono procurato un 1000HA (senza bluetooth che tanto non uso) e ne sono sempre più soddisfatto!

  11. Andrea Pinti ha detto:

    @Emanuele: Non è tanto un discorso di minor costo da parte di microsoft, è un discorso di minor costo all’utente finale. Se vuoi risparmiare XY € allora puoi comprare la versione limitata a tre processi, se non vuoi questa limitazione, peparati a sborsare una somma di denaro maggiore. E’ un vantaggio per il consumatore (soprattutto in aree meno abbienti) poter accedere a minor costo a windows 7.

  12. Emanuele ha detto:

    Andrea e credi davvero che i costi di sviluppo di tale “tecnologia” non vadano a pesare sull’utente finale? Sono ore di lavoro spese per una funzione che castra il sistema. Sono d’accordo nel suddividere il mercato e – se proprio vogliono – distribuire diverse versioni del sistema ma… fatelo arricchendo di software il sistema operativo e non dando un sistema operativo uguale ma “limitato”. E’ un peso in più inutile. Comunque vedo che la Microsoft può permettersi questo e altro perché c’è tanta gente che pensa sia sempre giusta la sua visione… amen.
    Ho scelto altro, ognuno è libero di pagare ciò che vuole! 😉
    Ciao,
    Emanuele
    PS: inutile tentare di dirvi “provate altro” perché poi passo per quello fissato con *gli altri sistemi*, mentre ho usato Windows anch’io per anni e solo adesso riesco a cogliere la differenza. C’è tanta gente che preferisce Windows esclusivamente perché non ha mai provato le alternative seriamente (magari non è il vostro caso, ma è un dato di fatto…).

  13. Andrea Pinti ha detto:

    @Emanuele: Scusa se insisto, ma ti faccio innazitutto una piccola premessa. Ho personalmente lavorato per circa un mese su mac, ho provato parecchie volte Linux a casa (ubuntu) e in entrambi i casi non sono rimasto pienamente soddisfatto.
    Per quel che riguarda invece il discorso della limitazione di Windows 7, vorrei cercare di farti capire che sì, è cosa certa che per introdurre limitazioni servano persone che lavorino alla cosa. Credo che il problema sia che tu non riesca a vedere la cosa dal punto di vista della persona che può far a meno di usare 4 applicazioni allo stesso momento e che quindi trae un vantaggio economico nel comprare la versione a prezzo minorato.

  14. Alessandro ha detto:

    Si chiama libero mercato, la Microsoft è un’azienda, come tale ha scopo di profitto, come tale ha piena libertà di decidere lei in che versioni vendere il suo sistema.
    Un sistema, per altro, assolutamente valido e disponibile anche senza la limitazione della “starter edition”, versione progettata per uno specifico settore di mercato.
    Settore che non è il nostro. E per inciso nessuno obbliga a comprarla, basta puntare su un altra versione dell’OS.
    Ogni scusa è buona per fare un pò di polemica anti-microsoft, eh 😛

  15. Emanuele ha detto:

    Son scelte che non condivido, tutto qui. Che poi vengano da Microsoft o dall’azienda X poco importa. Puoi sempre creare versioni a basso costo senza spender soldi per sviluppare funzioni simili.
    Non è polemica “anti-microsoft” perché nessuna delle altre aziende mi paga per scriver ciò che ho detto! 😉
    Ciao,
    Emanuele

  16. camu ha detto:

    @Emanuele: come no, e quel drive esterno che la Apple ti ha regalato per Natale?! 😀 Scherzo ovviamente…

  17. Emanuele ha detto:

    Solo quello? Il regalo più bello è stato un bell’iMac per il compleanno… 😛
    Comunque, usavo anch’io Windows, lo ripeto! 😉
    Ciao,
    Emanuele

  18. Emanuele ha detto:

    Per correttezza d’informazione segnalo che gira voce che la Microsoft possa rivedere questa scelta (già presente nella versione Starter Edition di Vista comunque).
    Speriamo dicano addio a queste politiche stupide! 😉
    Ciao,
    Emanuele

  19. camu ha detto:

    @Emanuele: grazie per gli aggiornamenti, staremo a vedere 😉

  20. Trap ha detto:

    C’è gente che ancora oggi rimpiange il minimalismo di Windows 7

    1. camu ha detto:

      Per me rimarrà sempre il sistema operativo della “svolta” per Microsoft. Vista era davvero un colabrodo, e 98, per quanto stabile, è sempre stato un po’ acerbo. Ma Windows 7 l’ho usato per anni con molta soddisfazione, e non ho mai avuto problemi anche su computer come l’EeePC che aveva una quantità risicata di memoria. Certo, ora sono passato a Windows 11, ma il mio cuore pensa sempre al suo antenato con nostalgia 😀

Lascia un commento