due chiacchiere

Una intranet con WordPress, terza puntata

Nei precedenti episodi di questa serie, abbiamo visto come preparare tutto il necessario per la intranet aziendale: il server, la distribuzione del sistema operativo, i servizi necessari e gli applicativi. Se tutto è andato liscio, hai una copia di WordPress funzionante su un sistema che prevede l’accesso condiviso Samba. Grazie a quest’ultimo, da un qualsiasi computer della rete locale con Windows XP, ti basta fare il “connetti unità di rete” specificando il percorso nella forma \\server\cartella, dove cartella è quella definita nella configurazione del servizio. Credo che, con argomenti come questo, nulla sia più efficace di un esempio concreto. Il caso di studio che userò è quello di una intranet aziendale sulla quale vari dipendenti possono pubblicare: modulistica interna (permessi, ferie, buoni pasto), notizie dai vari uffici, software utile ai dipendenti, annunci.

Un po’ di pepe

Per rendere più intrigante la trattazione, ho pensato di aggiungere al caso di studio un requisito ulteriore: la possibilità di visualizzare dati provenienti da applicazioni esterne, come la busta paga, il cartellino delle timbrature o altri dati simili. Ho scelto il sistema WordPress proprio per la sua capacità di essere “esteso” tramite pezzetti di codice scritti appositamente. Ma partiamo dall’inizio: la configurazione degli utenti che potranno inserire contenuti sul sito interno.

Raggruppare i redattori

In base a questo scenario, esistono due tipologie di redattori: chi pubblica contenuti testuali (notizie, approfondimenti, pagine statiche), e chi pubblica moduli e documenti. In quest’ultimo caso, la intranet prevederà delle pagine che, di fatto, saranno dei meri elenchi di file, una specie di esplora risorse tramite il web: software utile, modulistica in PDF, e via dicendo. Il metodo più semplice è quello di fornir loro un accesso tramite Samba ad una cartella del server: copiano ed incollano il file nella cartella condivisa, e magicamente il sistema lo fa apparire nella pagina web corrispondente. Ai redattori non serve neppure sapere che esiste un sistema di gestione dei contenuti. Vedremo la prossima volta come trasformare in pagina sulla intranet il contenuto di una cartella sul server.

Prima le notizie

Il primo gruppo interagisce invece direttamente con WordPress: ti basta creare un accesso per ognuno di essi, e prevedere un’opportuna fase di formazione, in cui gli spieghi le poche cose necessarie ad inserire una notizia. Altre riunioni saranno eventualmente necessarie per studiare l’architettura delle informazioni: quali e quante categorie prevedere, chi fa parte del gruppo di lavoro, e via dicendo. Se desideri restringere l’accesso di pubblicazione a specifiche categorie, non dimenticare di installare e configurare il plugin Userextra. In questo modo già metà redattori li abbiamo sistemati (to be continued).

 

Commenti

  1. feowyn ha detto:

    iniziativa davvero importante sul mio blog per diffondere un’informazione vitale.mi serve anche il tuo aiuto!vieni a vedere.grazie mille!

  2. camu ha detto:

    Ciao feowyn, ho visto il tuo appello, pubblicherò un articolo sul mio blog appena possibile!

Lascia un commento