due chiacchiere

Una lettera da Accessites

Confesso che da quando ho ricevuto la risposta dei valutatori di Accessites, l’omino talebano che siede sulla mia spalla non mi lascia in pace un momento. Così in questi giorni, forse te ne sarai accorto, cerco di sfruttare ogni ritaglio di tempo utile per apportare le modifiche che mi hanno suggerito. Anzi, se noti spaginamenti o temporanei problemi di lettura o navigazione, ti chiedo di aver pazienza. I lavori si sa quando cominciano, ma non quando finiscono. Intanto se sei curioso di sapere cosa mi hanno scritto, ti riporto nel seguito un estratto della lunga disamina (l’originale era in inglese).

Ho notato che il sito sembra essere in Italiano, il che rende il mio lavoro leggermente più difficile. Ma diamo ugualmente un’occhiata:

Criteri

Sorgente valido, linguaggio strict, niente tabelle, ridimensionamento del testo, buono ad 800×600. Ho verificato alcune pagine con Cynthia, altre con TAW 3, raggiungono generalmente il livello A.

Ragionevolmente leggibile disattivando i fogli di stile e le immagini, ma mi pare ci sia un po’ di confusione nell’angolo in alto a sinistra della pagina, senza immagini e con fogli di stile attivi. Non mi sembra il caso di rimuoverlo subito dalla coda di moderazione, perché non ritengo che il sito sia per questo inutilizzabile, ma non possiamo trascurare questo punto nella valutazione finale. In ogni caso, ci sono vari punti in cui il sito passa dall’italiano all’inglese senza che l’utente venga opportunamente avvisato.

Funzionalità

L’aggeggio che ridimensiona il testo è basato su javascript, ma fa uso di un cookie per la gestione anche lato server. Un punto a favore.

Collegamenti

Alcuni collegamenti sono segnalati soltanto dalla differenza di colore (i titoli degli articoli). Nel corpo del testo, il contrasto tra testo normale e collegamenti non è particolarmente evidente. Inoltre non sembra essere stato associato uno stile legato al focus, il che è particolarmente negativo quando si cambia il carattere visto che semplicemente non ti rendi più conto di dove sei.

Tastiera isterica

Per nulla buono. Ho già detto dello stile come problema, ma la navigazione all’interno dei singoli articoli è davvero orrenda: entri nella pagina, con il TAB salti al modulo per lasciare un commento, poi ritorni all’intestazione, scorri tutta la navigazione, tutto l’articolo, i commenti degli altri utenti, e proprio quando pensi che ora tu possa lasciare un commento, vieni rispedito al piè di pagina.

Supporto ai visitatori

Il modulo di ricerca è presente, il contenuto è gradevole, vengono riportate le linee guida per l’accessibilità e per gli errori. Non riesco a trovare, vista la mia poca comprensione dell’italiano, un modulo di contatto, il che può essere considerato un punto a sfavore del sito.

Programmi per navigare

Si vede bene con Opera, Internet Explorer, Firefox. Con Opera Voice, inizia a leggere tutto il javascript presente nel corpo del testo (sebbene forse uno screen reader vero avrebbe fatto un lavoro migliore). Il sito è gestito con WordPress, usando un tema originale. Un punto a favore dello stile semplice usato per costruire il tema.

In conclusione

Riassumendo, ci sono un po’ troppi problemi per i miei gusti: la navigazione risulta incredibilmente frustrante se si utilizza soltanto la tastiera, ci sono alcuni problemi con i fogli di stile, e il miscuglio di lingue non opportunamente segnalate non lo rende valido neppure al primo livello delle WCAG. Ritengo che la struttura sia valida: chi lo ha disegnato certamente sembra sapere cosa stia facendo riguardo agli “standard”, ma al contempo mostra di rimanere impigliato nella rete dell’accessibilità. Potrei sbagliarmi, ma una nota con le modifiche potrebbe invogliarlo a migliorare questi aspetti.

Commenti

  1. P|xeL ha detto:

    Analisi interessante… il tabindex è qualcosa che viene spesso sottovalutato.
    Appena riuscirò a rendere valido in xhtml strict il mio blog (non ho ancora provato a cambiare la dichiarazione del doctype…), lo proporrò al team.
    Ciao,
    P|xeL

  2. Tisbe ha detto:

    Ot, passo per ringraziarti per essere nelle tue letture 😉

Lascia un commento