due chiacchiere

Alcune cose su WordPress 2.7

Non starò a spiegare ancora cosa sia WordPress: se non ne hai mai sentito parlare, dovresti davvero consultare un bravo psichiatra. Scherzi a parte, ora che la versione 2.7 è realtà per tutti, credo sia utile dare qualche informazione per utilizzarla al meglio. Io la sto già usando (in produzione, come si dice in gergo) da qualche tempo, e devo dire che le mie impressioni positive sono state più che confermate, giorno dopo giorno, rilascio dopo rilascio.

Anteprima del nuovo pannello di controllo

Tutto spostato, ma niente paura

La navigazione in cima è stata sottoposta ad un radicale cambiamento: è stata spostata in una barra laterale a sinistra. Io da tempo aspettavo questo cambiamento: la navigazione verticale consente di sfruttare molto meglio lo spazio e si sposa con il concetto di “scrolling” della pagina. Con il nuovo approccio, non importa quanta roba tu abbia aggiunto al tuo WordPress, ci sarà spazio per tutto. Per comodità la navigazione laterale è raggruppata in una serie di riquadri (vedi figura sopra) che possono essere aperti o chiusi a seconda delle proprie preferenze. L’uso intelligente dei cookies fa sì che WordPress ricordi le impostazioni: quello che tu aprirai, sarà lasciato aperto, quello che chiuderai verrà tenuto chiuso. Ultima chicca: un piccolo bottoncino alla fine di ogni riquadro consente di “chiudere” l’intera navigazione, trasformandola in semplici icone. Ognuno sarà quindi libero di scegliere l’approccio che gli è più congeniale.

Della vecchia navigazione, in cima è rimasto solo un piccolo box che elenca le (poche) cose che si fanno più spesso con WordPress: scrivere un nuovo articolo, moderare i commenti, gestire i contenuti multimediali e poco altro. Da ovunque ci si trova, quest’accesso rapido consente di saltare alle pagine di maggior interesse, senza star a ricordarsi dov’è il pulsante nel menu laterale. Infine le “impostazioni schermo”, sempre in cima alla pagina, consentono di personalizzare quali riquadri vogliamo visualizzare nella schermata in cui ci troviamo. Ad esempio, nella bacheca potremo disattivare le ultime notizie dal blog di WordPress o i commenti recenti, tutto con un semplice click del mouse.

Commenti

  1. Estroversa ha scritto:

    Questa release mi piace… solo non credo risolva il mio “problemino”: posizionare le foto dove voglio io, senza dover utilizzare il linguaggio HTML che non conosco… Fino a qualche versione fa era immediato… Ora ho sempre bisogno di qualcuno che modifichi i post per me prima di pubblicare!

  2. (Lady).Chobin ha scritto:

    io ho qualche timore di far danni aggiornando, non saperei…

  3. Piero_TM_R ha scritto:

    Installato ieri, ho un po’ faticato a causa di alcuni plug-in che hanno smesso di funzionare e hanno creato qualche grattacapo (tra questi Spam Karma 2 🙁 ). Dopo qualche tentativo tutto funziona alla meraviglia.
    Ora devo aggiornare un’altro sito/blog e spero non capiti nulla di strano.
    Oltre ad Aksimet, sai consigliarmi un antispam che funzioni bene come Spam Karma?
    Comunque bello, sembra anche più veloce nel caricare le pagine (o è una mia sensazione?).

  4. camu ha scritto:

    @Estroversa: per quello che vedo io, il nuovo modulo per la gestione delle immagini, consente una grande flessibilità nel posizionamento delle immagini (destra, sopra, sotto, ecc) non è che il tuo tema non prevede di sfruttare questa opportunità? Personalmente mi ci trovo benissimo. Magari spiegami meglio cosa intendi…
    @LadyChobin: se ti serve una mano… chiedi pure! Comunque le regole sono semplici: fai un bel backup generale della base di dati, metti da parte tutti i file della versione che stai usando (non cancellarli) e poi procedi. Se qualcosa va storto, tempo un attimo ripristini tutto com’è adesso. L’ideale sarebbe avere una copia sul computer locale, del tuo blog, così da sperimentare prima in un ambiente di test.
    @Piero: Io uso solo Akismet, e devo dire che mi trovo abbastanza bene. Cattura i circa 30 messaggi quotidiani di spam senza sbagliare un colpo. E poi io ho messo in piedi dei filtri “a monte” nel mio .htaccess che fanno da deterrente ai malintenzionati.

Rispondi a Piero_TM_R

Torna in cima alla pagina