due chiacchiere

Con Tophost vado più veloce

grafico del tempo di download di una pagina

Il grafico qui sopra non viene da un programma pincopallo qualsiasi su un computer qualsiasi: si tratta della rilevazione di Google Webmaster Tools sui tempi di scaricamento medi di una pagina del mio blog, per l’indicizzazione da parte del motore di ricerca. Si vede ad esempio che a fine agosto la gente era in vacanza: meno accessi al blog si traducono in server più veloci, e quindi tempi più bassi. Poi si notano delle punte a Settembre, un incremento ad Ottobre, un Novembre altalenante e poi il “crollo” ai primi di Dicembre. Che conferma il comunicato stampa fatto circolare da Tophost, secondo cui hanno connesso i server ad una nuova rete più veloce. Il tuo provider è altrettanto veloce? Riporto il comunicato originale di fine Novembre:

Da oggi sono operativi i nuovi firewall e router, attraverso i quali la rete Tophost è collegata al backbone (dorsale Internet) con due porte da 1 GB, raggiungendo il MIX di Milano in 2 Hop e sia il NAMEX di Roma che la rete Telecom Italia in 1 Hop. L’upgrade è stato eseguito questa mattina in modo del tutto trasparente dal lato utente e senza interruzione avvertibile del servizio.

Commenti

  1. Giovanni Putignnao ha detto:

    Anche io in questi giorni ho effettuato un upgrade dello spazio ma ancora i dati di google non sono aggiornati per un confronto. Nel tuo grafico non compaiono i tempi di caricamento.

  2. camu ha detto:

    @Giovanni, i tempi di caricamento sono: massimo 4 secondi, minimo 1 secondo, medio 2,5 secondi. Da quando hanno effettuato l’aggiornamento, i tempi si aggirano intorno al secondo e mezzo, che è davvero molto buono 🙂

  3. (Lady).Chobin ha detto:

    mmm dovrei provare anch’io per il mio blog, certe cose.

    1. camu ha detto:

      @LadyChobin, in fondo è gratis e se hai un account Gmail, iscriversi è semplicissimo. Inoltre non c’è nessun codice da aggiungere al blog, sono dati che Google desume dai suoi motori di ricerca. Ti basta “verificare” il blog, mettendo un file dal nome strano nella cartella principale, ed il gioco è fatto. Per me è molto utile, perché posso sapere un sacco di informazioni utili: le parole chiave che portano qui la gente, i tempi di scaricamento, le pagine non trovate e tanto altro. Puoi anche regolare la periodicità con cui Google viene a spulciare il tuo blog per indicizzare le pagine: io l’ho messa bassa, così mi consuma meno banda 🙂

  4. Giovanni Putignano ha detto:

    A me i tempi medi sono di 1.5 secondi con un max di 5.6 ma ad inizio ottobre. Appena mi aggiorna gli ultimi dati vedrò se ci sono state delle ulteriori migliorie dovute all’upgrade.

Lascia un commento