due chiacchiere

Anche gli inglesi sbagliano

Non mi riferisco alle partite di Champions League che si stanno giocando in questi giorni, ma ad un sito divertente (non più online) in cui vengono pubblicati tutti gli strafalcioni su cartelli, segnali o pubblicità “pizzicati” in giro dagli autori e da chiunque voglia contribuire all’iniziativa. Dal mio punto di vista è un ottimo metodo per mettere alla prova il mio livello di conoscenza della lingua inglese. Il sito infatti, dopo aver presentato la foto, ne spiega l’errore ed il modo corretto in cui si sarebbe dovuta dire quella frase. Così spesso mi diverto a cercare di indovinare lo strafalcione senza sbirciare sul commento sottostante.

all-you-can-it

Commenti

  1. (Lady).Chobin ha detto:

    Sono andata nel sito ma…. non ho capito 🙁

  2. camu ha detto:

    @(Lady).Chobin: prova adesso, avevo usato il sito sbagliato 🙂 In basso, sotto ogni foto c’è la frase cliccabile “Wait, I don’t see the problem with this” che ti spiega dove sta l’errore. Riguardo alla foto qui sopra, ad esempio, la versione corretta è “all you can EAT” (mangiare).

  3. Emanuele ha detto:

    La sapevo! 😛
    Ciao,
    Emanuele

  4. (Lady).Chobin ha detto:

    Si nell’immagine sopra avevo notato, ora vado sul sito, Grazie!

  5. camu ha detto:

    @(Lady).Chobin: fammi sapere se trovi qualcosa di interessante 🙂
    @Emanuele: chissà se esiste qualcosa di simile in Italiano 🙂

  6. Andrea Moro ha detto:

    Quello era un cinese non inglese 😀 … però mica detto che volessero solo farti mangiare :p

  7. Andrea Moro ha detto:

    Magari nello strafalcione volevano scriverci qualcos’altro?

  8. camu ha detto:

    @Andrea Moro: hai ragione, ma molti cartelli sono proprio di persone inglesi che dovrebbero conoscere abbastanza bene la lingua (vedi aeroporti ecc). Riguardo al dubbio che getti sull’eventualità di un messaggio nascosto nello strafalcione, tutto può essere!

  9. Trap ha detto:

    Ti mancano vero i “bei tempi“? 😀

    1. camu ha detto:

      Eh beh, erano i tempi della politica non adulterata dai social media… Rutelli sarà sempre ricordato per questo video (io l’ho conservato da qualche parte nel mio blog, giusto per sicurezza)

Lascia un commento