due chiacchiere

I falsi amici di cui non fidarsi

In quasi 14 anni di permanenza sul suolo americano, ho avuto modo di esplorare in lungo e largo le magagne che si nascondono tra le pieghe inesplorate della lingua inglese. Sebbene non abbia perso il mio accento, molti mi dicono oggi che è quasi impercettibile e sono stupiti dalla mia padronanza del vocabolario. Tutto merito, non c’è dubbio, delle solide basi acquisite ai tempi del liceo scientifico in Italia, dove i professori d’inglese prendevano il loro mestiere seriamente. Questo per dirti che se stai imparando una lingua straniera a scuola, prendila sul serio: un giorno potrebbe aprirti un sacco di opportunità. Oggi voglio parlarti dei cosiddetti false friends, parole inglesi che assomigliano spudoratamente a parole italiane, ma che hanno un significato completamente diverso, e sibillinamente traggono in inganno chi le vede in un certo contesto. Per esempio, se a scuola il tuo compagno di classe ha un problema di addiction, non vuol dire che non è bravo a fare le addizioni, ma che ha sviluppato una qualche dipendenza, tipo tv addiction.

Ecco alcuni dei subdoli malfattori:

  • Se la tua fidanzata è annoyed del tuo comportamento, non è annoiata, ma infastidita, quindi occhio alla tua prossima mossa
  • Quando stai uscendo da casa e ti dicono di aver dimenticato la canteen, non hai lasciato qualcosa in cantina ma ti sei scordato la borraccia
  • Al ristorante d’estate potresti pensare che sia strano vedere dei cucumbers nell’insalata sul menu, ma non ci hanno messi i cocomeri, piuttosto i cetrioli
  • Se all’università il professore di diritto ti ha fatto un complimento, dicendo che sei molto educated, non intendeva dirti che conosci il galateo a memoria, ma che sei colto
  • E sempre all’università, se sul calendario c’è scritto che domani ci sarà una lecture, non vuol dire che devi leggere qualcosa, ma preparati per una lezione
  • Infine il più subdolo di tutti: se una conversazione con il tuo amico sta diventando morbid, non pensare che sia soffice (anche perché non avrebbe senso), ma piuttosto morbosa

E tu, conosci altre parole che ti hanno tratto in inganno in passato?

Lascia un commento