due chiacchiere

Il corpo faccia quello che vuole

Tempo fa avevo dato il via ad un’interessante discussione sul fatto che noi siamo principalmente il nostro cervello. Vedo con piacere che gente di sicuro più influente ed autorevole di me pensa la stessa cosa: Rita Levi-Montalcini per i suoi 100 anni sembra aver detto:

Ho perso un po’ la vista, molto l’udito. Alle conferenze non vedo le proiezioni e non sento bene. Ma penso più adesso di quando avevo vent’anni. Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente.

Commenti

  1. xxgoblin ha detto:

    si si, lo ha detto =)
    avevo letto l’articolo sul primo numero di wired italiano =)
    bellissima intervista =)

  2. Redemption ha detto:

    Ei tu, non vale utilizzare frasi di una centenaria e usarle per il tuo tornaconto personale ghghghhg!

    1. camu ha detto:

      @redemption: ma io veramente… 😛

  3. Emanuele ha detto:

    Beh è una bella frase ad effetto, ma non penso ne stesse parlando in termini scientifici… 😉
    Ciao,
    Emanuele

  4. Farnocchia ha detto:

    God save Rita!!!

  5. Francesco ha detto:

    Un amico di Cagliari che andava avanti nell’età (tuttora giovanile) si definì “quasi un puro spirito”.
    Questo era riferito ai piaceri della tavola e probabilmente agli ardori romantici, ma aveva raggiunto un equilibrio psicofisico invidiabile.
    Dopo ultimato lo sviluppo cerebrale non generiamo più neuroni, ma solo sinapsi (non più materia grigia ma solo idee ed esperienza), anzi i neuroni si perdono senza rimedio.
    Però… il pediatra – che ha molti meno neuroni del bambino – cognitivamente è superiore a lui.
    Il lobo frontale della donna pesa un minimo (anzi un minimissimo) meno di quella dell’uomo, ma questo non influisce sulla misura delle capacità cognitive, considerato che utilizziamo il chip al 10% delle sue possibilità e – soprattutto – che il bagaglio cognitivo (in quantità e più che altro qualità) a fare la differenza.
    Penso che la Montalcini intendesse questo.

  6. Silvana ha detto:

    Si Camu, ma guarda che razza di cervello ti sei andato a prendere come esempio!

  7. Caigo ha detto:

    Un cervello a “5 stelle” può fare questo e altro, peccato sia un’eccezione e non la regola. Vogliamo pensare a tutte le “cariatididi” che ci governano?
    E sono pure più giovani! 😉

  8. Simona ha detto:

    Ho un profondissimo rispetto per questa donna…

  9. camu ha detto:

    A giudicare dalle vostre risposte “variegate” mi viene da dire che… il mondo è bello perché è vario eheh.

  10. Michele ha detto:

    Secondo me è la donna più colta e intelligente che io possa pensare, per fortuna che non è solo l’erba cattiva a non morire mai!
    Le auguro di vivere altri cent’anni!!
    Se ci fossero un po’ più persone come lei il mondo sarebbe profondamente diverso.

Lascia un commento