due chiacchiere

Lo vogliamo aiutare questo tesista, o no?

Qualche tempo fa avevo girato ai miei lettori l’appello di uno studente della Facoltà di Economia di Genova, che , si è rivolto a me per completare la sua tesi sul Data Mining. In un mesetto, mi dice Jacopo, sono stati compilati soltanto 38 miseri questionari. Premesso che questi magnifici 38 meritano un grazie grosso come il Pirellone, il suo relatore ne ha chiesto almeno una settantina, per avere dei dati più affidabili su cui costruire un’analisi dettagliata. Ora, stando a quello che dice FeedBurner, ci sono 350 abbonati al feed di questo blog, quindi basterebbe che solo il 20% spendesse quei 5 minuti necessari a rispondere alle domande, per far contento Jacopo ed il suo relatore. Intanto, per cercare di promuovere quest’iniziativa, ho messo l’annuncio fisso sulla home del sito. Visto che tra i miei lettori ci sono tanti “nazionalisti” sfegatati, forse una volta tanto sarebbe bene passare dalle parole ai fatti, e dare una mano alla ricerca di casa nostra. Costa poco, che ce vò?

Commenti

  1. Jack ha detto:

    un grazie ai 38 pero’ e’ gradito 😛

    1. camu ha detto:

      @Jack: che sbadato, hai ragione, provvedo subito!

  2. from uk ha detto:

    io se ricordo bene ho partecipato. 350 abbonati complimenti!

    televotate televotate televotate|

    1. camu ha detto:

      @from uk: ti avevo già chiesto per favore di non iscriverti ai commenti con email fasulle, mi costringi a rimuovere le iscrizioni tutte le volte, altrimenti mi tornano indietro 🙁

  3. isaak ha detto:

    Caro Camu,

    coerentemente con quel che dico da sempre boicotto qualunque cosa
    abbia la parola “italiano” attaccato.

    Mi fa ridere pero’ sapere che su 350 e passa iscritti tra cui i
    noti “ultra-nazionalisti” a vanvera della domenica…
    solamente 38 si sono prodigati per il loro “amato” paesello.

    Che gente strana…

    1. camu ha detto:

      @isaak: beh si, non mi aspettavo che tu compilassi il questionario. Ma provo a convincerti lo stesso: se il ragazzo fa una buona tesi, ha più possibilità di andare all’estero a farsi conoscere, no? 😉 Quindi fossi in te, un aiutino glielo darei volentieri!

  4. Jacopo ha detto:

    Avrei voluto farlo una volta raccolti tutti i questionari, ma mi sembra giusto ringraziare già tutte le persone che hanno speso 5 minuti del loro tempo per aiutarmi nella tesi.

    Un grazie a tutti quanti 🙂

    Jacopo

    1. camu ha detto:

      @Jacopo: sono contento che i miei lettori abbiano saputo passare dai fatti alle parole per darti una mano!

  5. isaak ha detto:

    PS. Ma anche una settantina non è pochino come campione rappresentativo?
    Almeno raggiungere un 200-250 unitá proprio ad essere risicati.

  6. isaak ha detto:

    PPS.

    Jacopo… si badi bene, lo so di essere uno “stronzo”.. ma non ho nulla contro di te.

    1. camu ha detto:

      @isaak: vedi mio messagio qui sopra 😉

  7. isaak ha detto:

    Ho visto, ho visto camu. Ma la mia é proprio una questione di principio.

    Vedi piuttosto se riesci a convincere i varii “arquen” e gli altri amichetti ..
    almeno loro per coerenza dovrebbero sbracciarsi ad aiutare l’ italianissima ricerca.

    1. camu ha detto:

      @isaak: beh, già una decina in più li ho convinti, vedremo come andrà nei prossimi giorni 😉 Riguardo al numero, già smuoverne 70 sarà un’impresa, dubito proprio che si possa arrivare a 200… sai com’è pigra la gente in rete!

    2. Jacopo ha detto:

      @camu:
      @isaak:

      In effetti, il numero necessario per una buona analisi sarebbe almeno sopra il centinaio di questionari. Purtroppo, è davvero difficile reperirne un numero così grande, considerando soprattutto che chi lo compila non è pagato ma lo fa come gesto di gentilezza.
      Per me 70 questionari sarebbe un numero considerevole!

      1. CyberAngel ha detto:

        @Jacopo: Ma mandare una mail di richiesta a tutta la tua università? No, eh? oppure fare un po’ di pubblicità su Facebook o su altri blog? Possibile che solo così pochi questionari sono stati compilati?

        E’ vero ci vogliono solo 5 minuti, quindi per una volta nella vita un questionarietto si può fare…

        1. Jacopo ha detto:

          @CyberAngel:

          Il problema è che per un’analisi efficiente non posso coinvolgere gente casualmente, ma possibilmente chi frequenta il Blog da un discreto periodo.

          E’ anche vero che visitatori della prima ora possono dare un giudizio sulla soddisfazione del contenuto, della grafica ecc… però vorrei che i pareri venissero da chi è realmente interessato, e chiedere ad amici, facebook e università mi porterebbe un gran numero di utenti che hanno visitato il Blog per la prima volta.

          Non è che un maggior numero di questionari mi diano fastidio eh… ci mancherebbe 🙂 però preferirei coinvolgere quel tipo di utenti alla fine, in modo che non influiscano troppo col resto dei dati.

        2. camu ha detto:

          Jacopo, il discorso non fa una piega, grazie per il chiarimento.

  8. Fiordicactus ha detto:

    Io ricordo di avere compilato il questionario . . . e mi pare (ma so’ vecchia e potrei sbagliare) di aver linkato anche alla mai pagina Fb . . . adesso provo a metterlo sul blog. 🙂
    Anche se, in un giorno in cui mi dice la statistica ho avuto 150 e rotti accessi ho letto solo 3 commenti, di cui due della stessa persona . . . tutti pigri! 🙂
    Vado a preparare il post ad hoc!;-)

    Cioa, Fior

  9. Fiordicactus ha detto:

    [indirizzo rimosso per evitare confusione]

    Questo è l’indirizzo del sondagio? Mi pare che non fosse così! Puoi controllare???

    Ciao, Fior

    1. camu ha detto:

      @Fiordicactus: l’indirizzo esatto è quello riportato nel mio altro articolo in merito, ovvero http://www.zoomerang.com/Survey/WEB22ETU6BXVT2

  10. Lorenzo ha detto:

    Non sono iscritto ma ho già partecipato tempo fa, mi spiace sapere di questo andamento.

  11. Marica ha detto:

    uhm, mi era scappato quel post! :-/

  12. Valeria ha detto:

    Fatto.

  13. ardos85 ha detto:

    i commenti di isacco offrono spesso interessanti spunti di riflessione. Oggi è “meno male che la gente così se ne va fuori dai cosiddetti”.

    1. camu ha detto:

      Abbi pazienza, Ardos, ma se tu all’una di notte non hai di meglio da fare che venire sul mio blog e pensare ad Isaak e come accendere un battibecco, non stai messo proprio bene 🙂 Ho già più volte chiesto di evitare polemiche e di gettare benzina sul fuoco. Vi invito cortesemente a restare in tema con l’articolo o sarò costretto a cancellare i vostri prossimi interventi. Grazie per la comprensione…

  14. Ardos85 ha detto:

    I commenti di isacco sono tutti tesii ad offendere il paese che io amo forse perché che a me a differenza di altri mi ha dato e mi sta continuando a dare occasione di crescita professionale. Se l’una di notte non è un orario che ti soddisfa ti pregherei di farmi sapere quale potrebbe essere la fascia temporale maggiormente indicata per dire la mia sui commenti di cui sopra.

    1. camu ha detto:

      @Ardos85: ma la faccina sorridente nel mio commento l’hai notata? Guarda che io volevo solo sdrammatizzare, tu invece hai preso la cosa un po’ troppo sul serio, mi pare 😉 E poi non eri tu quello che criticava Mr. Sloan per i suoi errori nel parlare Italiano? Anche tu non scherzi: “paese” senza maiuscola, “tesii”, “a me… mi”, la mancanza di senso compiuto della prima frase (punteggiatura, questa sconosciuta) 😛 Sarà che le ore piccole hanno un effetto non proprio ideale sulle regole grammaticali, dico bene?

      1. isaak ha detto:

        @camu: Ah ah ah ah ! Veramente fantastico. Ma dici che “arduino” andrá a nascondere la facciona ignorante dopo questa serie di egregie figurelle da somaro oppure continuerá imperterrito tra le risate generali a fare la figura dello zimbello ?

        Dovremmo intitolare questa serie di post(s) “Le avventure grammaticali del Somaro Arduino alla ricerca dell’orgoglio italiota”

        L’ itaGlia degli itaGliani … l’itaGlia che raglia… soffocata dal debito e sull’orlo del default …

        Eppure continuano ancora a ragliare .. uah ah ah ah !

        ItaGlia (0) – Resto del Mondo (99)

        1. camu ha detto:

          Io stavo, ancora una volta, solo cercando di sdrammatizzare. Per favore non rincarare la dose, stai uscendo fuori tema 🙂 Ti suggerirei di manifestarmi il tuo gaudio via email, privatamente. Thanks.

        2. ardos85 ha detto:

          @isaak:

          Guarda che scendere al livello che state mantenendo tu e Camu è abbastanza semplice… Se vuoi giochiamocela così.

          Ma non è che dovresti leggere la prima frase, e capire che va contro le più semplici regole di costruzione del periodo?

          Ma non è che dovresti usare qualche virgola in pi visto che il tuo gaudio nasce da una serie di contestazioni fattemi sulle regole grammaticali ignorate, fra le quali la mancanza di uso della punteggiatura?

          Ma non è che ti sfugge la differenza fra l’accento acuto e quello grave, e che non sai quale dei due si utilizza quando si usano i verbi al futuro?

          Ma non è che non riesci a trovare l’equivalente italiano di default?

        3. camu ha detto:

          Ardos85, vorrei precisare che la parola default, nel contesto in cui è usata, non necessita di traduzione 🙂

        4. isaak ha detto:

          @camu: Ma soprattutto il nostro itaglianissimo amichetto Arduino .. secondo te .. dice iphone oppure i-telefono e soprattutto quando si riferisce al suo computerino dice calcolatore mela ? E come riuscira’ il nostro amichetto a sopportare il fatto che il suo idolo si chiami Steve Jobs, secondo me Arduino soffre internamente ogni volta che lo sente nominare nei necrologi… facciamo una cosa in onore di Arduino d’ora in avanti ci riferiremo al fondatore della mela come “Stefano Lavori”. Muah ah ah ah ah !

          Camuccio una volta c’era un sito bellissimo che rimandava ad una pagina che conteneva un enorme bottone rosso e basta .. premendo il bottone rosso .. scattava la risata sardonica .. Muah ah ah ah ah.

        5. camu ha detto:

          Adesso basta, i prossimi commenti di entrambi che siano fuori tema, li cancello senza preavviso. Il gioco è bello quando dura poco.

        6. ardos85 ha detto:

          @camu:
          La circostanza che la parola in questione sia spesso utilizzata anche da giornali et similia non fa venir meno il fatto che questa abbia un suo equivalente italiano che si può, altrettanto fruttuosamente utilizzare…

  15. ardos85 ha detto:

    Camu, hai ragione. Sono errori imperdonabili. Aver scritto paese con la p minuscola basterebbe di suo ad invalidare la mia laurea, così come l’errore di battitura che aggiunge una seconda i alla parola “tesi”… i veri errori sono la mancanza di una virgola nel primo periodo e soprattutto “l’a me mi”. Scrivendo con l’iphone si ha una minuscola finestra di testo, dev’essermi sfuggito. Pazienza. In ogni caso, trovo che sottolineare gli errori di un testo sia un modo un pò sempliciotto e vigliacco per sfuggire al dibattito vertente sul suo contenuto.
    In ogni caso dovresti capire da solo che la critica al tizio che teneva il corso di pronuncia (vuoi insegnarmi come pronunciare le parole nella tua lingua perché come lo faccio ora ti fa inorridire? Bene, allora consentimi di sottolineare che anche la tua è pessima e conferma in pieno la pronuncia stereotipata dell’inglese alle prese con l’italiano) è assolutamente indipendente, se non lo capisci o sei in malafede o hai problemi più gravi del mio ” a me…mi”. Se vuoi inserisco qualche faccina pure io così il concetto sembra meno diretto, e se te la prendi posso sempre dire che la cosa era per sramatizzare… (Lo so.. manca la “d”)

    1. camu ha detto:

      @ardos85: per favore, smetti di usare un’email fasulla quando inserisci i tuoi commenti. Se vuoi rimanere anonimo, nessun problema, ma se ti iscrivi ai commenti con una mail inesistente, mi costringi ogni volta ad andare a rimuovere l’iscrizione 🙂 Preferirei spendere il mio tempo diversamente… grazie.

  16. CyberAngel ha detto:

    Ebbasta ragazzi che palle!

    1. camu ha detto:

      @CyberAngel: forse quello che è successo potrebbe suggerire a Jacopo uno spunto di riflessione, ovvero dare una ricetta su come il tenutario deve comportarsi in questi casi 🙂

  17. Jacopo ha detto:

    Mi dispiace sia stato il post sulla mia tesi a scatenare la discussione 🙁

    Ringrazio tutti quelli che hanno compilato i questionari, raggiungendo i 71!

    Grazie mille di cuore.

    1. Isaak ha detto:

      @Jacopo: Ma figurati Jacopo ! Comunque considera il lato positivo della cosa. Le discussioni solitamente aumentano gli accessi alla pagina e conseguentemente riesci ad attirare piu’ compilatori per il tuo questionario. WIN-WIN 🙂

    2. camu ha detto:

      @Jacopo: esatto, è quello che ho pensato anche io. Secondo me Isaak e Ardos85 in realtà volevano darti ancora più materiale da cui trarre spunto per la tua tesi. Il data mining associato alla personalità dei commentatori 🙂 Ne uscirebbe fuori un bel lavoro, direi!

  18. camu ha detto:

    Ardos85 e Isaak, ho rimosso i commenti di entrambi postati dopo il mio ultimatum. Come ho detto, il gioco è bello finché dura poco. Possibile che debba intervenire ancora una volta come il maestro Perboni a redarguire Franti e Garrone?

    1. CyberAngel ha detto:

      @camu: Il problema è che sono simpatici però dopo un po’ va a finire che diventa una telenovela: senza fine!
      Però come potremmo vivere senza Isaak e Arduino? 😛 Ci vorrebbe un bel bar della piazzetta dove si possa litigare a suon di ombrette e salame!

      1. Trap ha detto:

        @CyberAngel: beh di bar della piazzetta è pieno il web… per carità!

Lascia un commento