due chiacchiere

Le parole desuete americane

Come spiegavo, da quando lavoro per l’Università della California, mi sono iscritto ad un club per migliorare le mie capacità di oratore pubblico, e per espandere la mia conoscenza della lingua inglese. Siamo una decina di persone, ed durante il nostro incontro settimanale su Zoom, abbiamo la possibilità di far pratica con l’improvvisazione, i discorsi preparati e le tecniche per fornire un giudizio costruttivo a coloro che si cimentano sul podio. Ad alcuni membri sono assegnati ruoli specifici: c’è chi misura il tempo a disposizione di ogni intervento (perché essere concisi è una virtù che bisogna sviluppare), c’è che propone la parola del giorno, che gli altri si sforzeranno di inserire in quello che dicono. L’altra volta, è stata proposta una parola che non avevo mai sentito prima: to palaver. Ad occhio e croce, in italiano si potrebbe tradurre come fuffa, o parlare in modo arzigogolato, da Azzeccagarbugli.

E così mi è venuta l’idea per l’incursione di oggi tra le curiosità della lingua a stelle e strisce. Eccoti alcune parole desuete che gli anglofoni ancora usano quando vogliono assumere un atteggiamento più pomposo, sofisticato, insieme alla loro definizione:

  • Facetious. Pronounced “fah-see-shuss”, this word describes when someone doesn’t take a situation seriously.
  • Crapulous. This word is essentially the opposite of “fabulous’”and means ‘to feel ill after eating or drinking too much’. Ever heard someone saying that they feel like crap?
  • Kerfuffle. Pronounced “curr-fuff-ull”, it describes when someone’s making a fuss out of something that doesn’t require it.
  • Obsequious. It refers to someone who is being so nice and helpful that it seems fake.
  • Henceforth. Pronounced “hentz-forrth”, it’s a fancier way of saying “from now on”. Sounds so sophisticated, no?

Commenti

  1. Beh alcune sono desuete oramai anche da noi . Faceto e crapulone sono uno meno desueto dell’altro ma entrambi si usano molto di rado

    Risposte al commento di DANIELE VERZETTI ROCKPOETA ®

    1. camu
      ha scritto:

      Sai che non sapevo che crapulone esistesse in Italiano? Da quanto leggo, la definizione è “Mangiatore e bevitore smodato e vizioso; persona dedita ai bagordi, amante delle gozzoviglie.” Quindi è simile al suo corrispondente americano, interessante.

Lascia un commento

Torna in cima alla pagina