due chiacchiere

Stasera mi butto

E poi la gente si stupisce se gli stupri aumentano, e la prostituzione è diventata un fatto tutto sommato “accettato” dalla società contemporanea. Lo so, come inizio è un po’ forte, ma anche la sigla iniziale del programma Stasera mi butto non è da meno: donne seminude sculettanti, sguardi ammiccanti e balletti provocanti. Per non parlare degli “stacchetti” tra un comico ed il successivo. Del lato divertente non parlerò, i concorrenti sono bravi e sanno esprimere bene la comicità tipica del Belpaese. Ma delle donne vogliamo parlare? Ridotte a oggetto del desiderio, pronte (almeno questo è il messaggio che se ne percepisce) a far tutto per te.

La lunga scia… 

Certo non è questo il primo caso, all’interno del palinsesto televisivo nazionale. Cominciò Striscia la notizia, poi fu la volta di Gerry Scotti con Passaparola, e a seguire tutti gli altri. La solita contraddizione tutta italica: accettiamo di buon grado di veder ridotto ad un paio di tette (delle quali ben poco è celato alla vista) ed un paio di chiappe le ragazze in televisione, ma gridiamo con orrore quando si verifica uno stupro o qualche gesto vile contro una donna. Che messaggio può arrivare dalla tv al ragazzo in piena tempesta ormonale, guardando certe trasmissioni? Soltanto uno: vieni a prendemi, sono tutta per te. Ed il passo dalla velina alla compagna di classe non è poi così lungo. 

Commenti

  1. feowyn ha detto:

    purtroppo a qualcuno piace così…

  2. supervale ha detto:

    Concordo…
    Ma, che voi sappiate, negli altri paesi la situazione è simile? TV spazzutura a josa e tette all’aria a qualsiasi ora del giorno?

  3. camu ha detto:

    No, ho visto la TV giapponese, quella francese e quella austriaca, la situazione è molto più tranquilla e genuina. Mi mancano proprio i balletti della Cuccarini con Pippo Baudo, quelle si che erano coreografie! E i giochi? Non potremo mai confrontare Fort Boyard con Cultura Moderna!

  4. ninna_r ha detto:

    Però…a me il dubbio viene…
    Nel senso che non vedo tutta questa correlazione tra i vestisti discinti della tv e gli stupri…
    Non vedo correlazione tra finzione televisiva e il compagno di classe che tocca la compagna…
    Il problema è che si pensa che si possa fare di tutto…
    Quando ero piccola io c’erano comunque immagini del genere in tv, eppure nelle scuole non succedeva niente di quello che si sente ora…

  5. Marie-Lise ha detto:

    La francese che sono io guarda con molto interesso questa varietà (e non soltanto perchè sto attento per il lavoro di uno dei autori). In Francia non c’è questo tipo di programma. Vedere un balletto con donne che per me non sono redutte a oggetto del desiderio, ma per dare energia e sorriso, come il sole non mi da fastidio, ben al contrario, è l’estate, si vede anche donne sulle spiagge no !! Perchè non ridere, divertirsi senza pensare a male 😉 Ma è soltanto il modesto parere di una spettatrice per chi la vostra cultura è una passione.

  6. supervale ha detto:

    Vive la France! 🙂

  7. ROSSELLA ha detto:

    nn c’è bisogno di accendere la tv x vedere ragazze seminude…basta girare x strada!e almeno in tv sn belle ragazze

  8. CuloDritto ha detto:

    Io vorrei sapere se quel bellissimo menù scorrevole lo hai trovato da qualche parte (nel caso: dove?) o lo hai scritto tu.
    Ecco.
    E’ un po’ che ti leggo e te lo volevo chiedere, e dato il mio nick questo mi pare il post migliore per fare outing.

  9. camu ha detto:

    La seconda che hai detto 🙂 Spero tu faccia outing più spesso su queste pagine, sei la benvenuta!

Lascia un commento