due chiacchiere

Un tortino tutto inglese

Si avvicina il tempo del Giorno del Ringraziamento: è tempo di riunirsi con la famiglia e passare qualche ora insieme, possibilmente con le gambe sotto il tavolo a mangiare qualcosa. A parte il tacchino ripieno, radicato nella tradizione culinaria americana (non averlo, sarebbe come non mangiare il panettone o il pandoro a Natale, in Italia), è bello proporre qualcosa di nuovo e sfizioso. Ecco cosa abbiamo pensato di fare con mia moglie: un secondo gustoso e semplice, il tortino del pastore. Non devi essere per forza un grande chef per stupire gli amici, ti basta seguire i miei consigli pratici. Servendo in tavola un piatto di origine britannica, tutti si complimenteranno per la fantasia ai fornelli.

Ingredienti per 4 persone

2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, 1 cipolla rossa, 2 carote, 2 coste di sedano bianco, 500 grammi di carne d’agnello senza ossa, 2 cucchiai di farina, 2 cucchiai di brodo granulare (facoltativo), 1 cucchiaio di salsa Worcestershire (si, quella citata in Shrek 3), 1 cucchiaio di sugo ristretto, 4 patate medie, 40 grammi di burro, un bicchiere di latte, sale e pepe

Tempi e strumenti

Ci vuole poco a cuocere il tutto, il resto viene fatto in forno: 20 minuti per la cottura della carne d’agnello, ed altri 20 minuti in forno, fino ad ottenere una superficie dorata e croccante. Avrai bisogno di una teglia da forno, una padella, un coltello, un cucchiaio di legno, una pentola per bollire le patate

Metti a bollire tre patate medie in abbondante acqua non salata; nel frattempo prepara tutti gli altri ingredienti: taglia finemente la cipolla, la carota ed il sedano. Soffriggili in padella con l’olio extravergine d’oliva per qualche minuto, aggiungendo poi la carne d’agnello sfilacciata. Fai rosolare finché i pezzi non sono cotti e leggermente croccanti. Spegni il fuoco, ed incorpora il sugo ristretto, il brodo granulare, la farina e la salsa Worcestershire, mescolando il tutto con il cucchiaio di legno.

Quando le patate sono pronte, pela via la buccia, e schiacciale con la forchetta aggiungendo il burro, il sale ed il pepe. Alcuni suggeriscono una variante con panna acida, ma non essendo facilmente reperibile sul mercato, ho preferito ometterla. Altre idee potrebbero essere: formaggio svizzero, grana padano, pezzetti di noce. Vedi tu quale può essere più indicato ai tuoi commensali. Sistema sulla teglia la base di carne d’agnello, e ricopri poi con il purè di patate. Fai dorare in forno per 20 minuti a 200 gradi. A cottura ultimata, il piatto va servito tiepido, con un contorno di verdure.

Commenti

  1. (Lady).Chobin ha detto:

    Questa la provo 😀

  2. camu ha detto:

    Beh, fammi sapere come viene fuori il risultato 🙂

  3. burberry ha detto:

    Posso cambiare la carne d’agnello con altra carne? Cosa mi consigli? Ma devo farla macinare? Tipo ragù?
    Grazie, chef! 😉

  4. Irish Coffee ha detto:

    mi prendi per la gola?
    quindi in Italia prima del panettone, o pandoro, possiamo portare in tavola questa delizia?
    🙂 ho già fatto copia e incolla, ti dirò il risultato!!

  5. camu ha detto:

    @burberry: dipende da quanto vuoi farlo “leggero” 🙂 Personalmente ho usato un misto di macinato di maiale e di manzo, e devo dire che il risultato è venuto altrettanto squisito! Si, la carne è tipo ragù, ma cercherei un taglio non troppo grasso, per rendere la ricetta meno pesante.
    @irish coffee: attendo con impazienza 🙂 Ah, per una riuscita perfetta, non dimenticare di servire il piatto tiepido, non caldo appena sfornato, così dai il tempo alle patate di assumere una ragionevole consistenza, e quando lo servi agli ospiti, non si “spappola” tutto nei piatti 🙂 L’ideale (come piace a me) è servirlo quasi freddo.

Lascia un commento