due chiacchiere

Vincere per un pelo

Credo che mai titolo sia stato più azzeccato, dovendo parlare del recente concorso della Philips, grazie al quale puoi vincere un rasoio super accessoriato, semplicemente parlando del tuo rapporto con la peluria. Se mi conosci, sai che non sono solito prendere parte a queste iniziative. In questo caso però ammiro la genialità del reparto marketing aziendale: riuscire a farsi fare una campagna pubblicitaria di tutto rispetto con pochi spiccioli. Finché lo fa qualche scrittore di blog con l’intento di farsi conoscere, nulla di nuovo all’orizzonte; se invece scende in campo la grande azienda, è segno che qualcosa sta cambiando nel modo di coinvolgere l’utente. Un cambiamento positivo, che mette in luce una maggiore attenzione per l’utente consumatore, sfruttando tutta la potenza bidirezionale dei nuovi mezzi di comunicazione.

Vorrei, ma non posso

Detto questo, dovrei parlare del mio rapporto con barba e peli vari. Non sono certamente uno che si rade tutte le mattine: la barba leggermente lunga, alla Francesco Giorgino per intenderci, mi è sempre piaciuta. E poi diciamolo chiaramente, i vari bellocci che vediamo in televisione, dalle serie americane ai reality di casa nostra, hanno tutti un po’ questa barba che si intravede, segno di mascolinità al cento per cento. Peccato che alla moglie invece io piaccia liscio, come il culetto di un bambino: in me convivono queste due anime e nessuna delle due prevarrà mai sull’altra. Lasciandomi in questo limbo perpetuo da dubbio amletico: radersi o non radersi, questo è il dilemma.

Mi hanno preso!

Come conferma l’immagine qui sotto, la mia candidatura è stata accettata. Adesso non rimane che incrociare le dita, sperando che la giuria sia clemente. Ehi, ho detto clemente, non Clemente con la c maiuscola 🙂

la schermata del sito del concorso con il mio articolo

Lascia un commento