due chiacchiere

Antimafia? Siete solo ipocriti!

Bravi, tutti bravi a sfilare in piazza con uno striscione a ricordare l’anniversario della morte del giudice Falcone. Peccato che sia tutta una messinscena giusto per soddisfare le apparenze. Perché poi a quanto pare soltanto il 35% di quelle persone che hanno affollato i cortei, è coerente ed applica nella vita quotidiana quello che scrive sui cartelli. Eh già, accanto alla notizia della partecipazione in massa alla commemorazione delle stragi di Mafia, ne leggo un’altra che mi lascia davvero perplesso su quanto sia genuino il sentimento contro le organizzazioni criminali. Stando all’edizione 2010 del libro Il sacco del Nord di Luca Ricolfi, in Sicilia il 65% delle imposte è allegramente evaso dai contribuenti, che in confronto fa sembrare la Grecia un modello di fedeltà fiscale da seguire. Ovviamente più si risale lo Stivale, più le percentuali cambiano, fino ad arrivare un “misero” 12% della Lombardia. Riproporzionando tutto a livello nazionale, fa notare Ricolfi, sarebbe come dire che i lombardi pagano le tasse dei siciliani per circa 20 miliardi di euro all’anno.

Insomma, delle due l’una: o sfilate contro le mafie e mostrate di voler cambiare lo status quo, oppure insegnate ai vostri figli che, in fondo, se non si paga qualche tassa o non si emette uno scontrino, non è poi così grave. Perché la cultura della legalità, dell’onestà e della solidarietà sociale nasce proprio dai piccoli gesti quotidiani. I vari Provenzano, Riina e via dicendo, sono figli di un modus vivendi dove l’individualismo e la percezione di uno Stato come qualcosa che non ci appartiene la fanno da padrone. Ciliegina sulla torta, mi fa ridere Nicola Vendola quando afferma che il federalismo è un pacco per il Sud. Mi spiace, ma non sono d’accordo, e non per questioni politiche o di bandiera, sia ben chiaro. Il federalismo fiscale è la vera democrazia, è il modo per tagliare i viveri alle organizzazioni criminali, è il modo per far capire alla gente che la Mafia, tutto sommato, non è un ammortizzatore sociale e non porta ricchezza.

Commenti

  1. Jack ha detto:

    Strano che non hai ricevuto nessuno commento per un bel post come questo, beh te lo lascio io allora! 😛 Condivido tutto quello che hai scritto, forse e’ arrivata l’ora (se non addirittura passata da un pezzo…) che ognuno si prenda le proprie responsabilita’. Non e’ una cattiveria ma l’unico modo per far capire che ogni propria azione porta ad una certa conseguenza e che mezzo Paese non puo’ andare avanti trascinandosi dietro un peso che diventa sempre piu’ grande.
    E non sono nemmeno Lombardo, non mi ci avvicino proprio lontanamente, parlo solo (ed agisco quotidianamente nel migliore dei modi che credo) come cittadino Italiano. Giusto per specificare a chi arriva dicendo che qua tutti si lamentano senza fare nulla e che siamo i primi a non fare lo scontrino, non pagare le tasse, assecondare la criminalita’ appena ci fa comodo 😀

Lascia un commento