due chiacchiere

Gioxx incontra LoSfogo

Voci di corridoio dicono che Maurizio Costanzo sia interessato alla mia rubrica settimanale delle interviste doppie, e che abbia già in mente di contattarmi per propormi uno spazio televisivo 🙂 Anche i ragazzi delle Iene di Italia1 (a proposito, ma lo fanno sempre?) guardano con curiosità a questo piccolo spazio, e non è escluso che possiate vedermi un giorno con vestito nero ed occhialoni da Blues Brothers, in giro per la Grande Mela. Mentre farnetico cose senza senso, ti presento i due ospiti di oggi: Gioxx (lettera G, nel seguito) e LoSfogo (indicato con la L), due blog nazional-popolari in cui si parla di tecnologia ma non solo. Il primo ci accoglie con una frase di Kundera: La cosa più brutta della vita è che si vive solo una volta e non saprai mai come sarebbe “se non fossi come sei” nell’intestazione, mentre il secondo ci tiene a precisare che il suo diario parla di piccoli e grandi sfoghi personali sulle sventure che mi capitano.

Raccontaci il tuo risveglio al mattino

GAprire gli occhi è e sarà sempre una fatica, a prescindere dall’orario con il quale viene puntata la sveglia. Si buttano i piedi giù dal letto, borbottando parole sconosciute si arriva in bagno per buttarsi dell’acqua ghiacciata in faccia, un bel bicchierone di spremuta d’arancia, un’occhiata alle mail arrivate e poi via: chiavi della macchina, Radio 105 con “Tutto Esaurito”, accompagno in ufficio la dolce metà e fuggo subito dopo verso il mio per affrontare 8 o più ore di lavoro.

LO mamma, il momento peggiore della giornata (a parte quando si deve pagare le tasse! 😉 ). Direi che inizia con lo stereo che si accende e musica della stazione radio che ascolto sempre. Barcollo fino in bagno, stropicciato, colazione con caffelatte e poi internet, lettura quotidiana di tutti i siti che abitualmente seguo per ricollegare il cervello. Poi ahimè si lavora! 🙁

In base a cosa decidi di includere un blog nel tuo lettore RSS?

GRagionamento abbastanza logico, forse migliorabile ma che dà buoni frutti fino ad ora. Si seguono i conoscenti raccolti tra un BarCamp ed un altro (a patto che scrivano articoli interessanti per il sottoscritto), ci si abbona a blog specialistici (riguardanti comunque il settore di interesse, nel mio caso informatica, tecnologia, telefonia e spettacolo), si aggiungono nuove leve potenzialmente capaci di tirare fuori buone realizzazioni, si accettano sempre consigli di gente della quale ti fidi. Non è affatto difficile entrare tra gli abbonati del mio Google Reader, è molto più semplice uscirne, magari scrivendo articoli troppo personali troppo spesso, palesemente marchettari senza dichiararlo e cercando di nasconderlo il più possibile, dedicati alla politica o alla religione a spada tratta per “presa parte” e non secondo un ragionamento obiettivo con tanto di area commenti libera per poterne discutere insieme.

LSe dicessi che non sono un gran utilizzatore del lettore RSS? Preferisco leggere i blog che seguo accedendo direttamente alle home (utilizzo molto i segnalibri). Sono dell’idea che anche l’occhio ha le sue necessità e i feed sono troppo impersonali e freddi… Preferisco seguire i commenti via mail.

Come nasce la tua esperienza di blogger?

GCasuale ma non troppo. Avendo in passato gestito un “medio” portale di informazione ora “archiviato tra i gloriosi progetti d’un tempo” ero già molto propenso alla divulgazione di articoli e consigli per mezzo del web che è da sempre il miglior strumento per diffondere a macchia d’olio le informazioni. Il blog è venuto da se. Non volevo smettere di scrivere, ho solo trovato il mezzo per farlo nel miglior modo permettendo agli utenti del web di leggermi solo perché trovano interessanti gli articoli informatici, le inchieste e magari qualche recensione cinematografica basata su esperienza personale e parere soggettivo.

LRicordo che ero a casa, durante il mese di agosto, ferie da fare o fatte (non ricordo) e nulla da fare visto che tutti erano via, vista che avevo già realizzato (che parolone) due piccoli siti (uno per il lavoro e uno per l’hobby del PC) scritti in HTML, mi sono detto perchè non provare WordPress? Lo usano in tanti. Ed eccomi qua.

Twitter o facebook, e perché?

GEntrambi per svariati motivi. Il primo perché è immediato, intuitivo, semplice, un’idea estremamente basilare partita dal basso ed in breve scoppiata e diventata moda per tutti. 140 caratteri che possono spiegare ciò che stiamo facendo o pensando, un metodo più che corretto per parlare al vasto pubblico. Facebook perché permette di raccogliere sotto lo stesso tetto quello che è il LifeStream di un blogger o di una persona normale senza fare distinzione alcuna. Anch’esso partito dal basso e con diverse intenzioni ma scoppiato e diventato strumento di tutti e per tutti. Sono strumenti fantastici messi a disposizione dell’utenza a costo zero, basta solo saperli sfruttare senza abusarne e senza trasformarli in mezzi di propaganda.

LSono iscritto a facebook, twitter lo conosco solo di nome, sinceramente non ho ancora capito di cosa si tratta e non mi attira. Facebook è simpatico e utile quando si hanno amici disseminati un po’ ovunque e per sfidarsi con qualche gioco. Personalmente ho integrato i vari account e l’RSS del blog, così si aggiorna in automatico.

Se potessi avere diecimila euro al mese…

LPrima di tutto una casa, poi mi toglierei qualche sfizio tecnologico, qualche viaggetto (sicuramente negli States e in Giappone) e poi investimenti (sicuri) per la vecchiaia.

G Probabilmente mi butterei “a pesce” su idee, nuovi progetti e proposte dal basso. Investirei quei soldi e parte del mio tempo ben volentieri in persone che hanno realmente voglia di trasformare il web 2.0 in qualcosa di innovativo, sempre al passo con i tempi e con quel rapporto così vicino all’utente medio tanto quanto alla massaia di turno che si avvicina per la prima volta a termini per loro sconosciuti (blog, rss, wiki, e via dicendo). Bisogna avere mentalità e potenzialità per tirare fuori una idea tanto banale trasformandola in qualcosa di rivoluzionario e, da quel momento in poi, fondamentale per la quotidianità del navigatore.

Commenti

  1. Piero_TM_R ha detto:

    O mamma, ho un po’ di emozione per essere accolto qua, mescolata a vergogna per le risposte (sicuramente non all’altezza del mio compagno d’intervista!)!
    Direi che passo in secondo piano!

    Un ringraziamento per l’occasione!

    P.S. Si le Iene sono giusto ricominciate venerdì scorso con la versione show e domenica in seconda serata (mezza notte circa) per la versione classica e più piccante!

    Hai detto che assomigli ad Adam Sandlers, quindi non dovresti star male vestito da Blues Brothers.

    Ancora grazie (è in arrivo la ricetta con foto del piatto viennese) e ciao!

  2. Emanuele ha detto:

    Oh che bello sentire che nel 2009 esistono ancora blogger che visitano i siti web nonostante conoscano i feed. Piuttosto mi chiedo perché l’altro (Gioxx) mi legga ancora… (considerato che i post tecnici dalle mie parti scarseggiano ultimamente…). 😉
    Ciao,
    Emanuele

  3. camu ha detto:

    @Piero, grazie a te per aver partecipato all’iniziativa e per il tempo che vi hai dedicato, non credo che le tue risposte siano da mettere in secondo piano rispetto a quelle di Gioxx, è stata una bella sfida invece. Per la ricetta con foto, la mia email è a tua disposizione. Ti rispondo a breve sulle tue richieste!

  4. Piero_TM_R ha detto:

    Sarà che non sono mai soddisfatto di quello che faccio (infatti cerco sempre di migliorare 🙂 ) o dico.
    L’importante è che piaccia a chi la legge.
    Grazie per il tempo che dedichi alle mie domande, forse senza senso…. 😆

  5. Gioxx ha detto:

    Bell’intervista doppia, degno compagno di gioco, belle risposte (escluse quelle del sottoscritto ovviamente). Grazie per il tempo perso dietro le domande / risposte 😉

    Emanuele: discorso a parte, semplicemente perché mi piacciono 🙂

  6. daniele vinci ha detto:

    Ciao , bel blog!Nel frattempo mi rss-izzo

  7. camu ha detto:

    @Daniele, benvenuto e buona lettura!

  8. jgor ha detto:

    Complimentoni ad entrambi ed anche a te Camu.
    Lo sfogo lo conosce già per vie traverse, mentre Gioxx lo terrò sott’occhio ^_^
    Bravi mi è piaciuta un sacco. ^_^

Lascia un commento