due chiacchiere

I biscotti di San Valentino

Ieri è stata una giornata abbastanza convulsa, non solo perché era Lunedì e quindi al lavoro c’era la solita sfilza di riunioni sullo stato dei vari progetti (un’autentica perdita di tempo), ma perché avevo appuntamento dal dentista per valutare la necessità di una cosiddetta “pulizia profonda” delle tasche che affliggono le mie gengive. Una procedura da effettuarsi sotto anestesia, dove il dentista dovrà “scavare” per andare a togliere i batteri negli angoli più remoti e nascosti della mia cavità orale. La copertura dentistica, nel mio caso, mi è offerta dal sindacato, ed è alquanto scarsa, se non altro perché mi tocca farmi quasi un’ora in macchina per raggiungere il più vicino dentista convenzionato. Alla fine di una giornataccia come questa, torno a casa e sul tavolo trovo un vassoio pieno di biscotti a forma di cuoricini. La moglie, dall’altra stanza dove sta sistemando i panni appena “sfornati” dall’asciugatrice, mi urla “buon san valentino!” e viene in cucina con il più bel sorriso del mondo. E come per magia, tutto lo stress s’è sciolto in un bacio. Cosa potrei volere di più dalla vita, un Lucano?

Commenti

  1. CyberAngel ha detto:

    Ma che amore di donna e soprattutto che tempestività! Fanc..o anche il dentista quindi 😀

    1. camu ha detto:

      @CyberAngel: beh, lei sin da quando ci siamo conosciuti m’ha sempre saputo prendere per la gola 😛

  2. Emanuele ha detto:

    Che camu-tenerone che si evince da questo post. Bravo. Anzi… “bravò”, come direbbe un americano. 😉
    Ciao,
    Emanuele

    1. camu ha detto:

      @Emanuele: emozioneeeeeee (questa la capiranno solo quelli di una certa età)

  3. Caigo ha detto:

    Gasp! 😉 Così scopriamo di far parte della categoria “quelli di una certa età”…. meglio consolarsi con un buon biscotto.

Lascia un commento