due chiacchiere

I requisiti minimi di WordPress 3.2

L’altro giorno chiacchieravo in email con Davide a proposito delle novità introdotte dalla prossima versione di WordPress, di cui già i più curiosi possono scaricare la prima beta in anteprima. L’uso in “produzione” è ancora sconsigliato, visto che manca più di un mese al rilascio ufficiale, così l’ho installata sul mio server dove faccio le prove. La novità più evidente è la veste grafica parzialmente ridisegnata: non una rivoluzione come avvenne per la 2.7, ma comunque una semplificazione evidente delle varie funzionalità. In realtà, però, la vera notizia è l’innalzamento dei requisiti minimi per far funzionare WordPress sul proprio sito: PHP 5.2.4 e MySql 5.0. Non tutti i provider, ad oggi, supportano queste caratteristiche, quindi ti consiglio di far attenzione prima di effettuare l’aggiornamento.

Commenti

  1. Davide ha detto:

    Diciamolo pure: è partito il countdown per Tophost… 😐

    1. camu ha detto:

      @Davide: secondo me si aggiornano in tempo 🙂

      1. Davide ha detto:

        @camu: sarà meglio per loro… 😛

        1. camu ha detto:

          Certo non è solo un problema di Tophost… Chissà quanti provider in giro per il mondo saranno nei casini! Ma Aruba come sta messo? Ho letto che il passaggio alla 5 va fatto a mano impostando dei parametri nel loro pannello di controllo… Sai che confusione ci sarà? 🙂

        2. Davide ha detto:

          Non saprei, ma si direbbe che il passaggio sia avvenuto anni addietro…
          Tra l’altro anche hosting gratuiti come Altervista hanno PHP > 5.2.4 da tempo.

        3. camu ha detto:

          I commenti al post che segnali la fanno capire lunga sullo stato di soddisfazione degli utenti Aruba 🙂 Riguardo a PHP 5, si ce l’hanno, ma su alcuni spazi non è attivo per default…

        4. camu ha detto:

          @Davide: come vedi avevo ragione 🙂

        5. Davide ha detto:

          @camu: vedo, vedo! 😀

  2. Arquen ha detto:

    Si parla di Tophost? Allora arrivo pur’io! 😛

    Sui “vecchi” nodi (ad esempio il 2):
    PHP 5.2.0
    MySql 5.0

    Sull’ultimo nodo (il 9):
    PHP 5.3.2
    MySql 5.1

    1. camu ha detto:

      @Arquen: voglio credere che prima o poi li sincronizzeranno tutti 🙂 Comunque da quello che leggo in giro la gente già da tempo sta chiedendo a Tophost di aggiornarsi, dato che altri sistemi come Joobleah e Drupalle richiedono quella versione di PHP mi pare…

      1. Arquen ha detto:

        @camu: sì, alcuni lo stanno chiedendo da quasi un anno, ormai.

        Loro hanno risposto che i nuovi nodi hanno già le ultime versioni (perchè sono state installate direttamente quelle), mentre i vecchi non li aggiornano direttamente loro, ma aspettano che il S.O. che utilizzano (Debian) rilasci l’aggiornamento. Se ho capito bene…

        1. Arquen ha detto:

          Ieri mi sa che ho sbagliato ad inserire qualche dato, sembravo un quasi anonimo. 😀

        2. camu ha detto:

          @Arquen: si, esatto. Ma possibile che Debian non rilascia un aggiornamento in merito?

  3. Arquen ha detto:

    Quella risposta l’hanno data parecchi mesi fa. E avevano aggiunto che nel giro di pochi mesi avrebbero fatto questo aggiornamento. Boh, non ti so dire.

    1. Davide ha detto:

      @Arquen: al mio ultimo ticket, di quattro giorni fa, hanno risposto che «l’aggiornamento di php è previsto a breve». Ripeto: sarà meglio per loro, altrimenti sarà la loro fine definitiva.

      1. camu ha detto:

        @Davide: beh secondo me hanno visto il tuo gravatar col coltellaccio e si son messi paura 🙂

        1. Arquen ha detto:

          @camu: da domani tutti col coltellaccio. 😀

      2. Arquen ha detto:

        @Davide: dipende da quante persone usano WordPress. Ovviamente non sarebbe una gran figura per loro se aggiornando WordPress mi ritrovassi con una pagina piena di errori.

        Mi spiegate una cosa (non sono un programmatore): quando si realizza uno script e questo può “girare” solo sull’ultima versione di PHP, qual è il motivo di questa scelta? Cioè, cosa viene infilato nel codice che porta a questo “limite”? 😮

        1. camu ha detto:

          @Arquen: i linguaggi di programmazione, come quelli naturali, si evolvono e si adattano alle esigenze di chi li usa. Come in Italiano non si usano più parole in voga nell’800 o a inizio 900, così in PHP alcuni comandi vengono “deprecati” ed altri nuovi, più potenti, vengono aggiunti. I nuovi comandi, in particolare, non esistendo nelle versioni precedenti di PHP, causerebbero un errore, perché il sistema non li capirebbe 🙂 Non so nello specifico di WordPress quali nuovi comandi siano stati usati…

        2. Arquen ha detto:

          @camu: ah, ho capito! Però, com’è, escono nuovi comandi ogni anno?

Lascia un commento