due chiacchiere

Il mio ricevitore tv usb Hauppage

Pare che in queste settimane le offerte multimediali facciano esattamente al caso mio: dopo aver agguantato un roku ricondizionato a 45 dollari, la scorsa settimana ho trovato un ricevitore tv della Hauppage a 20 dollari, spese di spedizione incluse. Da tempo stavo cercando qualcosa che mi consentisse di trasformare il mio computer in un registratore digitale di programmi televisivi (o DVR, come lo chiamano quelli che hanno studiato). Così finalmente eviterò di perdermi i nuovi episodi del dottor Casa, o i viaggi nell’universo con Morgan Freeman, che vanno in onda alle 10 di sera o il sabato a mezzogiorno in replica. Con la possibilità di trasferire i file sul netbook e guardarli mentre mi reco al lavoro, oppure (dopo un’opportuna conversione) tenerli sul disco di rete e rivederli in salotto quando mi pare grazie al Roku.

Il tutto senza usare quell’orripilante programma in dotazione con il sintonizzatore. Già, perché in pochi sanno che WIndows 7, in più o meno tutte le salse, è corredato di uno splendido media center, in grado non solo di trasformare il computer di casa in un televisore multimediale, ma anche di connettersi a webtv, stazioni radio online ed offline, ed ovviamente di mostrare la guida televisiva con il palinsesto dei prossimi giorni. E qui mi verrebbe da chiedere (senza malizia, ma per reale ignoranza del sottoscritto) ai fan della mela morsicata se il loro Leone offre qualcosa di simile. A me è bastato trovare i driver per Windows 7, far riconoscere il nuovo dispositivo al sistema e lanciare il Media Center. La prima volta ti ci vorranno circa 30 minuti, durante i quali sarà effettuata la scansione delle frequenze per trovare i canali non criptati. Ma dopo questo passaggio iniziale, sarà tutto rapido ed intuitivo. E con il telecomando in dotazione, non devi neppure ricorrere a mouse e tastiera.

Per 20 dollari devo dire di essere abbastanza soddisfatto: il ricevitore è in grado di acchiappare anche i segnali in alta definizione, che rendono inaspettatamente bene sul monitor del computer (anche se quello non è il mio scopo principale). Grazie alla VPN, gestita sempre da Windows 7, riesco a collegarmi dal lavoro e configurare il videoregistratore o controllare quanto spazio ho ancora a disposizione sul disco. Peccato che il Remote Desktop non consenta di guardare la tv in diretta, altrimenti avrei un bel passatempo al lavoro, se mai non sapessi cos’altro fare. Ma al momento questa è un’eventualità ben remota.

Commenti

  1. Emanuele ha detto:

    Si chiama Front Row ed esiste dal 2005. WMP è forse un po’ migliore ma è arrivato nel 2008. Ah, la Apple lanciò anche i telecomandi abbinati di default ai suoi computer anche per questo. Sei sempre pronto ad aizzar zizzania tu! 😛
    Ciao,
    Emanuele

    1. Emanuele ha detto:

      Ehm, dovevo scrivere WMC (Windows Media Center).
      Ciao,
      Emanuele

    2. camu ha detto:

      @Emanuele: su Wikipedia dice che a partire dal Leone, non è più disponibile. Chissà come mai l’hanno abbandonato… Zizzania, io? Noooooo 🙂

      1. Emanuele ha detto:

        Si riesce ad installare ancora ma ovviamente c’è la AppleTV di mezzo (primo motivo – e lo scrivo per primo così sei felice -: marketing). Nella mia esperienza però non ho mai avuto motivo d’utilizzarlo nonostante abbia anche il telecomando. Seconda motivazione: servono davvero questi MC integrati nell’SO? Credi che la scelta di Apple di rimuoverlo da Lion sia solo marketing, soprattutto alla luce della sua esperienza e focalizzazione nel settore dell’intrattenimento?
        In ogni caso esiste dal 2005 e io mi sto stancando di dover ribattere sempre a queste tue provocazioni che fanno finta di non vedere la realtà. In più, ben venga se un sistema operativo ha qualcosa di distintivo rispetto ad un altro! Si vede che abbandonerò l’accoppiata linux/lion a casa mia! 😉
        Infine, entrambe le case, come accaduto spesso per tante altre tecnologie, hanno preso un’idea nata nell’opensource ancora prima.
        Ciao,
        Emanuele

        1. Emanuele ha detto:

          Aehm, dovevo scrivere linux/OSX, che a Lion non sono ancora passato (e non so se passerò).
          Ciao,
          Emanuele

    3. CyberAngel ha detto:

      @Emanuele: Sì sì, sempre pronto! 😛

  2. Emanuele ha detto:

    Ecco, aggiungere “senza malizia, ma per reale ignoranza del sottoscritto”, suona adesso meno provocatorio ed è più piacevole risponderti e parlarne. 😉
    Ciao,
    Emanuele

    1. camu ha detto:

      Dovresti pensare più a baciare donne col sottofondo delle rane che “gracchiano” e meno ai Leoni di Cupertino, ecco 🙂

  3. CyberAngel ha detto:

    OT: E non penserai di rifilarci questo tema già visto?!?

    1. Emanuele ha detto:

      Se ti riferisci al template, quelli ritornano ogni 12 mesi. E’ carina come cosa. 😉
      Ciao,
      Emanuele

      1. camu ha detto:

        Esatto, a quanto pare è già passato un anno dal lancio della versione 3.0 del mio template. Pubblicherò qualcosa in merito a breve. Comunque complimenti per la buona memoria!

        1. CyberAngel ha detto:

          @camu: Pensavi di fare il furbo eh? Ma ti tengo d’occhio uomo!

  4. Lorenzo ha detto:

    Il telecomando però era già da un po’ di tempo che non lo mettevano più nei mac, vendendolo a parte a circa 20 euro. Io ho un iMac e un MacBook e il telecomando in genere lo uso sul primo quando vedo filmati e sul secondo per le presentazioni realizzate in Keynote (è sempre piacevole non dover stare davanti al computer per andare avanti con le slide ma premere sul telecomando che funziona anche in tasca – un po’ alla Jobs insomma) 🙂

  5. from uk ha detto:

    Windows Media Center non é male come software, é completo e fa decentemente il suo lavoro, un piacevole servizio in più nel S.O.
    In più se si ha una console si può connettere al pc e vederci tutti i contenuti in remoto.

    Registrare sarebbe interessante,ma qui italia complice la scarsità di programmi interessanti e il digitale terrestre che fa schifo non l’ho mai fatto. Chi ha sky naturalmente lo può fare direttamente dal decoder.

    Tra qualche tempo non ce ne sarà più bisogno, ad esempio io so che negli usa già da un paio d’anni si possono vedere gli episodi dei telefilm in streaming hd dai siti dei produttori per un periodo limitato di giorni(2 settimane?) sarebbe una figata poterlo fare anche in italia.

Lascia un commento