due chiacchiere

Insegnare l’inattualità

Da tempo non scrivo qualcosa nella “zona notte” del mio appartamento virtuale. Oggi voglio copiare qui un articolo di più di due anni fa scritto dal mio amico Matteo. Che ora ha avuto una splendida bimba, e chissà se adesso avrà ancora quelle preoccupazioni.

La mia preoccupazione, in fondo, è questa: come farò ad educare i miei figli ad essere inattuali dentro all’attualità? L’inattualità che ho in mente è proprio un qualcosa a metà strada tra lo stile, la cultura ed il messaggio evangelico. Cioé, insegnare ad essere nel mondo senza appartenervi, forse. Maternità e paternità sono qualcosa di così radicalmente pervasivo, forse noi la intendiamo così, e qualcuno potrebbe muoverci mille obiezioni. Eppure, spesso non si vede. E a noi, anti-attuali, ci suona sempre un po’ strano…

Commenti

  1. Matteo ha detto:

    stessa preoccupazione!!
    anche se le preoccupazioni di ordine matafisico sono precedute da quelle di ordine fisico: mangia abbastanza? fa abbastanza cacca? avrà la febbre? 🙂

    Stamani prima vaccinazione.
    Il 15 luglio compie 3 mesi

Lascia un commento