due chiacchiere

Le gocciole morbide americane

Devo ammetterlo, una cosa che mi manca dall’Italia sono i biscotti del Mulino Bianco (tranquillo, non si tratta di un post sponsorizzato). Già, macine, frollini, tarallucci e pan di stelle sono una cosa che qui non esiste. La colazione americana è in genere a base di uno di questi ingredienti: cereali, pancakes (una specie di crepes spesse), french toast, succo d’arancia, uova e pancetta, bicchierone di latte e vaniglia col caffè, donut nelle tante forme disponibili. Insomma, dei biscotti manco l’ombra: per lo meno non di quelli a cui siamo solitamente abituati. Per carità, Paese che vai, colazione che trovi. Sarebbe come andare in Giappone e lamentarsi che a cena servono prevalentemente sushi e sashimi 🙂 La soluzione? La moglie i biscotti me li fa in casa.

Ingredienti

500 grammi di farina, 125 grammi di zucchero bianco, un cucchiaino di aroma di vaniglia o una bustina di vanillina, 125 grammi di burro, 2 uova grandi, mezzo bicchiere di latte, gocce di cioccolato a piacere, sale

Tempi e strumenti

Preparati a sporcarti le mani: il modo migliore per ottenere un impasto uniforme e compatto è evitare di usare mestoli, cucchiai di legno ed utensili vari, ma solo le tue dita. Tieni a portata di mano una teglia da forno antiaderente (o con carta forno), un mattarello, una formina rotonda dal diametro di 5 centimetri (un bicchiere andrà benissimo)

Versa tutti gli ingredienti in una terrina, partendo dalla farina fino al burro precedentemente ammorbidito a temperatura ambiente e tagliato a cubetti. Alcune scuole di pensiero suggeriscono anche di battere le uova con una forchetta per qualche minuto, io in genere le incorporo direttamente. Lavora con le mani per almeno 10 minuti, fino ad ottenere un impasto liscio e morbido.

Stendi l’impasto con il mattarello e con la formina tagliare dei dischi, che adagerai sulla teglia da forno, ad una distanza di un paio di centimetri l’uno dall’altro. Spolvera con un po’ di zucchero ed inforna a 180 gradi per circa 10 minuti (dipende da quanto è “forte” il tuo forno). Buona colazione!

Commenti

  1. Andrea Pinti ha scritto:

    Vicino a dove lavori non c’e un bel carrettino donuts?

    Risposte al commento di Andrea Pinti

    1. camu ha scritto:

      @Andrea Pinti: uno solo? 😀

  2. Silvana ha scritto:

    Ma che brava tua moglie! 🙂

    Risposte al commento di Silvana

    1. camu ha scritto:

      @Silvana: eh beh, lei ha proprio saputo prendermi per la gola!

Rispondi a Silvana

Torna in cima alla pagina