due chiacchiere

L’uomo che dice sempre sì

La tradizione di scambiarsi i regali e metterli tutti sotto l’albero mi è sempre piaciuta. Per quanto io sia “bello pasciutello” , l’idea di scartare un dono mi ha sempre dato un senso di allegria e buonumore. Quest’anno ho ricevuto varie cose utili: tra gli altri mi piace citare il maglione classico come piace a me, un set completo per servire il limoncello e… un libro. Ma visto che non l’ho ancora letto, non ti parlerò oggi del romanzo che mi hanno regalato, ma di uno che ho visto in libreria qualche giorno fa: yes man, l’uomo del sì.

Visto che, come mi ricordano, tra i miei buoni propositi di questo 2006 avevo messo quello di leggere di più (il raggiungimento dell’obiettivo verrà discusso in un intervento a parte), ho iniziato a frequentare più assiduamente la libreria vicino casa. Per cercare spunti di lettura, poiché non sono uno di “gusti facili” in questo senso. La recensione di Yes Man riporta

Le avventure demenziali di Danny (l’autore) che decide di dire sì a tutto per un anno. Dopo essere stato lasciato dalla fidanzata e aver passato un periodo di depressione e chiusura, senza praticamente uscire di casa e senza accettare gli inviti degli amici, Danny incontra uno sconosciuto che gli dice: “dì sì più spesso”. Queste semplici parole cambiano la sua vita per sempre. E così Danny decide di dire di sì a tutto, ma proprio a tutto, e la vita diventa molto, ma molto più interessante e divertente. Danny Wallace ha 28 anni, vive a Londra ed è uno dei più popolari umoristi della Gran Bretagna.

Commenti

  1. FN ha detto:

    Iniziato a leggere…

  2. camu ha detto:

    eh eh ho visto che l’hai anche segnalato su twitter

Lascia un commento