due chiacchiere

Pasta ammuddicata

Oggi ti propongo una ricetta tipica della tradizione meridionale: la pasta con il pangrattato. Alcuni siti la riportano come di origine lucana, ma io l’ho assaggiata anche in Calabria e Sicilia, con piccole varianti. Nel rispetto delle tue ghiandole salivari, l’ho messa “in onda” solo all’ora di pranzo, così da non turbare i succhi gastrici di nessuno dei miei lettori 🙂 La particolarità di questo piatto è la sua semplice realizzazione: anche te che sei poco esperto a districarti tra pentole e fornelli, sarai in grado di stupire amici e parenti con una ricetta originale e sfiziosa.

Ingredienti per 6 persone

500 grammi di bucatini, una scatoletta di sardine o acciughe sottolio, 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva,  2 spicchi d’aglio, 150 grammi di pangrattato, paprika o peperoncino tritato, parmigiano reggiano a piacere, sale

Tempi e strumenti

Il condimento si prepara in 10 minuti, più il tempo di cottura per la pasta. Tieni a portata di mano una pentola, una padella, un coltello, un cucchiaio di legno ed un piatto

Metti le acciughe in padella con due cucchiai d’olio e falle rosolare per qualche minuto insieme agli spicchi d’aglio spaccati a metà. Trasferiscile in un piattino a riposare, mentre nella stessa padella aggiungi gli altri due cucchiai d’olio ed il pan grattato, che farai rosolare per circa 10 minuti, girando continuamente con il cucchiaio di legno. Aggiungi il peperoncino ed il parmigiano reggiano un paio di minuti prima della fine, continuando a girare: si formeranno dei piccoli grumetti, che userai per condire la pasta. Fai cuocere i bucatini in abbondante acqua salata, e scolali quando sono ancora al dente. Rimettili in pentola e condiscili con il pangrattato e le acciughe.

Commenti

  1. salvo ha detto:

    be a casa mia 500 grammi di bucatini bastano per 2 adulti e un bambino!! 🙂

  2. camu ha detto:

    @salvo: mi ricordi tanto i bei tempi dell’università, in cui io ed il mio compagno di casa ci spazzolavamo in due dai 400 ai 500 grammi di pasta… condita con sugo e formaggio 😉

  3. SuperEgoVsME ha detto:

    maronna benedetta!

  4. camu ha detto:

    @SuperEgoVsME: ti riferisci alla ricetta o ai 500 grammi in due? 🙂

  5. Stanton ha detto:

    Uno dei miei piatti più riusciti! Buonerrima!

  6. camu ha detto:

    @Stanton: spesso le cose semplici sono anche quelle più buone 🙂 O buonerrime… che dir si voglia!

  7. SuperEgoVsME ha detto:

    alla ricetta in genere anche se ammetto di esser per le parve porzioni dovendo sedurre l’altrui.
    😉
    camuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu
    non vedo l’ora che arrivi il 14!

  8. Joja ha detto:

    nonostante sia una grande appassionata di pasta, non ho mai mangiato questo piatto.
    p.s. siccome sono a dieta (sempre), 70 gr di pasta e non un bucatino in più 🙁

  9. Alberto ha detto:

    Ciao Camu!!!
    Ero passato per dare un’occhiata al tuo blog ed ho trovato questo post su una delle piaetanze che più di tutte adoro!
    Poi se sei di Palermo come il sottoscritto, beh… E’ d’obbligo saperla fare! 😀
    Poi se hai la fortuna di girare la Sicilia, non è difficile fermarsi in qualche trattoria tipica e gustarne le varianti locali, semplicemente buonissime! Come questa qui che ho mangiato a Ragusa quest’estate: http://albertolarocca.wordpress.com/2009/06/16/1306/
    E’ molto simile alla tua, in più ha l’aggiunta della menta nel sughetto(provala, conferirà un gusto davvero unico!)ed il formaggio è facoltativo.
    Ti saluto, ci vediamo presto!
    Alberto.

  10. SuperEgoVsME ha detto:

    @joja: scusami se mi permetto io son passata (a casa solamente, però) a 50 gr due volte a settimana e credimi i risultati si vedono. certo non vedo l’ora di tornare a 80 gr tre volte a settimane, ma un’altra volta mi imparavo (come dicono i bambini tra di loro! 😉 )

Lascia un commento