due chiacchiere

Piero Armenti vuole farti scoprire New York

Quando si poteva viaggiare tranquillamente, prima del Covid, capitava di tanto in tanto che qualche amico mi contattasse per avere informazioni su dove alloggiare e cosa vedere durante il loro viaggio a New York. Per me erano sempre domande a cui non sapevo rispondere, dato che non sono mai stato in nessun albergo nella Grande Mela, ed a parte le solite attrazioni turistiche, non ho mai avuto modo di scoprire molti dei luoghi pittoreschi e meno frequentati dai turisti che la città nasconde tra le sue strade e viali. Poi un giorno ho scoperto il canale YouTube di Piero Armenti, e da allora indirizzo tutti coloro che mi fanno la fatidica domanda a guardarsi alcuni dei suoi video. Piero è un italiano che gestisce un’agenzia di viaggi americana, ma non la classica noiosa agenzia piena di volantini tanto belli quanto vaghi. Piero, infatti, ha deciso di metterci la faccia, come si dice in questi casi, curando un flusso di video informativi che farebbero invidia a Licia Colò dei tempi di Geo&Geo.

Piero Armenti con occhiali da sole e copricapo a forma di corona della statua della libertà

La sua storia è simile a tante altre che abbiamo già visto: nato a Salerno, collabora per un po’ con il Corriere del Ticino, finché non decide di trasferirsi a New York. Qui apre un’agenzia di viaggi ed una pagina Facebook, Il mio viaggio a New York, dove racconta la città dal suo punto di vista. L’opinione di un italiano, come capitava a me quando i miei amici mi chiedevano dritte su dove stare e cosa vedere, sembra fare la differenza per Piero, ed il suo diario diventa virale, arrivando a toccare in poco tempo circa 300 mila seguaci. Da quel successo nasce la sua idea imprenditoriale: un tour della città studiato per i turisti italiani, organizzato tramite un semplice sito web.

Oggi i video di Piero spaziano dalle visite a negozi italiani (generalmente legati alle tradizioni culinarie del Belpaese) alle curiosità stagionali ed alle varie attrazioni che è possibile visitare in città in ogni periodo dell’anno. Qualche mese fa, grazie ad una sua conoscenza nel settore immobiliare, ha portato i suoi “telespettatori” a visitare un attico nel centro di Manhattan, roba da svariati milioni di dollari, mica l’appartamentino da 45 metri quadrati a cui siamo abituati noi comuni mortali. Insomma, se stai progettando una visitina nella città che non dorme mai, una sbirciatina ai video di Piero è fortemente consigliata. Se vai di fretta, puoi sempre leggere un mio breve post di qualche anno fa in cui consigliavo un possibile itinerario americano 😉

Lascia un commento