due chiacchiere

Reperibilità, chi era mai costei

C’era una volta, in una agenzia di web design, una ragazza triste, di nome Reperibilità. Era una ragazza di gran cuore, seria ed affidabile, sempre pronta ad aiutare le persone:

  • a trovare i siti che cercavano
  • a trovare i contenuti all’interno di dato sito
  • a riscoprire il valore di quei preziosi contenuti

un uomo guarda tante scatole tutte uguali

Reperibilità usava, senza badare al risparmio, il suo grande talento per pianificare, scrivere e gestire il codice, al fine di creare siti web che potessero connettere la domanda e l’offerta di informazioni. Sebbene Reperibilità avesse una grande famiglia intorno, si sentiva sempre molto sola, quasi come una piccola orfana: le sue sorellastre ed i suoi fratellastri finivano sempre per assumere la parte del leone, nell’attirare l’attenzione della gente dell’agenzia.

Una famiglia bene assortita

Tutti fantasticavano sulle gemelle Architettura dell’informazione e Usabilità, belle ragazze dalla folta chioma piena di riccioli, e dalle guance rosate. Queste usavano riporre ogni cosa al proprio posto, etichettandola e marcandola in modo che tutti potessero riconoscerla. Gestione procedurale si guadagnava il rispetto di tutti con il suo modo di comunicare scaltro e forbito, il suo modo di condurre il discorso con fare sicuro e mai incerto, ed anche grazie a quei pantaloni rigati color cachi. Benché Sviluppo fosse un po’ il secchione della comitiva, ancora oggi tutti ricordavano la brillantezza da cui era scaturito l’algoritmo di intelligenza artificiale, applicato ai motori di ricerca, scritto in sole due righe di codice. Grafica era la più “superfiga” di tutti: ad ogni riunione sembrava aver già vinto lei prima ancora di ascoltare i pareri degli altri.

Riferimenti

Questo articolo è la traduzione in italiano di un intervento originale in inglese di Aarron Walter su A List Apart del Marzo 2008. Al fine di adattare il testo al taglio editoriale di questo blog, si è decisa la sua suddivisione in puntate.

Web designer, Aarron Walter, è l’autore del libro Building Findable Websites: Web Standards, SEO, and Beyond (New Riders, 2008). Ha insegnato all’Università della Georgia, e più recentemente all’Istituto d’Arte di Atlanta. Aarron parla di reperibilità e standard della rete, tenendo conferenze ed incontri privati con le compagnie del settore; è anche membro del Progetto per gli Standard del Web e capo del progetto EduTF Curriculum.

Lascia un commento