due chiacchiere

Storpiando il motto di Obama

Che l’attuale Presidente degli Stati Uniti sia stato un vero e proprio fenomeno mediatico, durante la sua campagna elettorale, credo non sia necessario ricordarlo. Di questa inattesa popolarità, in un momento così difficile per l’economia, hanno deciso di approfittarne alcune grandi aziende americane, lanciando campagne pubblicitarie che si ispiravano al messaggio di Obama. Tra queste mi piace ricorda quella della Pepsi, il cui slogan era identico a quello di Obama: Yes, we can. Bisogna ricordare, in effetti, che il verbo can in inglese può assumere il significato (raramente usato, per la verità) di inscatolare, mettere in lattina. Can è infatti anche un sostantivo, e vuol dire lattina, scatoletta: ognuno di noi ha nella propria credenza un po’ di canned food.
Oppure come la compagnia McCain, una specie della nostra Findus, che ha scritto sui manifesti di New York We have a reason why McCain (potatoes) should be in the White House, con “potatoes” in piccolo 🙂 E visto che siamo in periodo di quaresima, c’è un ultimo “doppio senso” che voglio citarti per oggi: fast. La prima cosa che ti viene in mente è sicuramente “veloce, rapido” (come in that car is really fast), ma usato come verbo, assume il senso di digiunare: all adult parishioners should fast during Lent, ovvero tutti i parrocchiani dovrebbero digiunare durante la quaresima. E tu, conosci altre parole dal doppio significato?

Commenti

  1. Giofilo ha detto:

    Questo commento non c’entra una cippa con il post… lo scrivo solo per farti i complimenti per il blog (grafica e contenuti)! Ti ho scoperto nei suoi commenti. Da oggi, hai un lettore in più 😉

  2. Tommy David ha detto:

    Eh, caro Giofilo: e ti sei perso le vecchie grafiche! Dovrai aspettare il mese prossimo, o quello dopo ancora mi sa… 🙂

  3. FulviaLeopardi ha detto:

    ‘sta grafica me piace, non la cambia’

    ps sul momento non mi viene in mente nessuna parola ma…se mi viene, ritorno

  4. camu ha detto:

    @Giofilo, grazie e benvenuto!
    @Tommy David, complimenti per il tuo customer care. Segui i tuoi visitatori fin nei blog degli altri vedo 😉 Molto interessante! Riguardo alla grafica “nera” che c’era fino a qualche giorno fa, quella non tornerà più. Però fra una decina di giorni entrerà “in vigore” la tonalità di Aprile. Si accettano scommesse su che colore abbiamo usato!
    @Fulvia, ti aggiungo alla lunga lista di persone che hanno approvato il cambiamento fatto in corso d’opera. Basta davvero poco per far felice la gente, certe volte, come diceva Emanuele 🙂

  5. Tommy David ha detto:

    Più che alla grafica oscura, mi riferivo a quella “classica” col ragazzo con il mento appoggiato sulle braccia. 😉
    Prossimo colore… rosa come fiori di pesco?

  6. Francesco Gavello ha detto:

    Leggendo questo blog mi assale sempre la voglia di cambiare continente 😀
    E’ affascinante il modo in cui racconti la vita al di là dell’oceano…

  7. Giofilo ha detto:

    @camu: hai degli screenshot delle vecchie grafiche? Tommy m’ha fatto venire curiosità!

  8. camu ha detto:

    @Tommy David: ah, ecco! Beh, quella tornerà puntuale fra poco. Ho telefonato al ragazzo stamattina, che si sta godendo le sue meritate ferie in un luogo imprecisato dell’est asiatico, e non vede l’ora di tornare al suo posto. Riguardo ai colori, ricordo una volta in cui scelsi proprio un prugna molto acceso, non durò neppure una settimana. No, il rosa comunque non fa per me 😉

  9. camu ha detto:

    @Francesco Gavello: grazie, non faccio altro che osservarla ogni giorno, e riportarla in maniera sempre più fedele. Certo il mio scopo però non è incrementare la fuga dei cervelli! Anche se tu certo un curriculum a Google potresti mandarlo, con il tuo bagaglio culturale in merito! Eh eh
    @Giofilo: non ci avevo mai pensato in effetti. Comunque la cosa funziona così: ogni mese una grafica nuova (o meglio una tonalità di colori nuova). Quindi non ti rimane che essere mio lettore per almeno dodici mesi, per vederle tutte 😉

Lascia un commento