due chiacchiere

Tophost sempre più mitico

La crociata contro la lentezza di caricamento, che sto conducendo per ottimizzare queste pagine, ha fatto negli scorsi giorni un ulteriore passo avanti. Il merito, stavolta, è tutto del provider che mi ospita, Tophost, che ha accettato di modificare un’impostazione sui suoi server. Mica noccioline. Per farla breve (e mi scuso con quelli che non parlano il tecnicese): uno dei suggerimenti per migliorare la velocità di caricamento, è quello di “manipolare” le intestazioni HTTP inviate al browser, inserendo un dato che specifica quando la pagina in questione è da considerarsi “scaduta” e quindi da richiedere al server. Questo invoglia anche i proxy e tutta la filiera di meccanismi di caching, a tenersi una copia dei miei articoli. Ma non solo dei file HTML, bensì delle immagini, dei fogli di stile e di tutti i pezzi che compongono la pagina che stai leggendo. Che a pensarci bene, cambiano molto di rado.

Per fare questo, abbisognavo (si vede che sto leggendo i classici della letteratura italiana?) di un modulo di Apache, chiamato mod_expires, non attivo sul server di Tophost. Come mi hanno sempre insegnato, tentar non nuoce, così ho aperto una richiesta d’assistenza chiedendo se fosse possibile avere a disposizione questa funzionalità. A dire il vero non ero molto ottimista: in genere i provider con cui ho avuto a che fare, sono sempre stati molto riluttanti a mettere le mani nel loro httpd.conf, e posso anche capire perché. Invece con mia grande sorpresa, dopo pochi giorni ricevo questa comunicazione:

Gentile Cliente,

la ringraziamo per averci contattato. Abbiamo attivato “mod_expires” e “mod_headers” di Apache.

Le auguriamo buona giornata.

E poi mi vengono a dire che Tophost è un provider che lascia molto a desiderare. Vorrei sapere quanti altri servizi, per una decina d’euro all’anno, offrono tutte queste ottime funzionalità: librerie cURL, PHP 5, mod_expires, register_globals, uso dei DNS per creare infiniti domini di terzo livello, e via dicendo. Lo so, questo intervento potrebbe sembrare uno “spottone” pubblicitario, ma sono dell’idea che non bisogna solo lamentarsi quando le cose vanno male: bisogna rallegrarsi anche quando vanno bene.

Commenti

  1. Emanuele ha scritto:

    Sono d’accordo anch’io. Sebbene non lo utilizzi da tempo per il mio blog, continuo a consigliarlo e sceglierlo, soprattutto per *domini secondari*.
    Ciao,
    Emanuele

  2. camu ha scritto:

    Emanuele, intendi di… secondo livello? Tipo antipixel.duechiacchiere.it per intenderci?

  3. Trap ha scritto:

    Concordo con te sulla qualità di Tophost 🙂

  4. camu ha scritto:

    Alessandro, ottimo suggerimento. Scriverò qualcosa in merito nei prossimi giorni, rimani sintonizzato!

  5. Alessandro ha scritto:

    Due dritte su come si usa mod_expires/headers sarebbero gradite 😀

  6. Alessandro ha scritto:

    Sbaglio o la faccina non viene visualizzata?

  7. camu ha scritto:

    Quale faccina? Nel tuo commento precedente? Io la vedo correttamente 🙂

  8. Alessandro ha scritto:

    Io no, anche copiando l’url ed incollandolo nella barra degli indirizzi mi restituisce un canonino 404

  9. Moebius ha scritto:

    Io la vedo la faccina… e concordo sul giudizio positivo per tophost.

  10. idler ha scritto:

    Scusa ma quindi poi hai configurato il tuo .htaccess oppure tophost lo ha configurato per tutti sul server?

  11. camu ha scritto:

    Moebius, si adesso dovrebbe vedersi, era un problema di configurazione troppo “stretta” dei miei filtri antispam ed anti-link-delle-immagini-su-siti-esterni 🙂
    Idler, ho configurato il mio .htaccess inserendo i comandi per attivare il mod_expire sulle immagini, sui fogli di stile e via dicendo.

  12. marco ha scritto:

    io mi sono sempre trovato molto bene con tophost. non conosco le prestazione “velocistiche” di questo economico provider, ma sono molto soddisfatto di servizi, trasparenza e costi.

  13. camu ha scritto:

    Marco, ultimamente mi diverto a lasciare i commenti sul blog di Tophost, dove vengono scritte le motivazioni delle persone che decidono quanto pagare, quando rinnovano un dominio. Ci sono certi tirchi in giro…

  14. alex ha scritto:

    Sono d’accordo è uno dei migliori hosting sul mercato a basso costo.

    Ha dei servizi che non offrono hosting professionali…

    Lo consiglio a tutti, ora c’è anche il servizio topblog molto interessante…

  15. camu ha scritto:

    Alex, vero questo nuovo servizio consente di avere a costi contenuti un blog con dominio personale in pochi minuti. E senza bisogno di essere maghi del computer per poterlo amministrare! Una vera mossa vincente, secondo me…

  16. domino ha scritto:

    Salve a tutti, anche io confermo la qualità del servizio hoting di tophost.
    Approfinto anche per farti i complimenti sul tuo blog.
    saluti

  17. MrScope ha scritto:

    L’unico problema è che non ti ascoltano. A Livello di supporto per un problema di lentezza che ho ,continuano a darmi sempre le stesse risposte cioè che hanno installato il filtro Qos e di controllare i miei script, anche quando sono script standard di joomla o di wp. Non si sforzano di risolvermi il problema.

  18. camu ha scritto:

    @MrScope: il filtro QoS si occupa di dare la giusta quantità di risorse ad ogni applicazione. Anche il mio blog è stato lento in passato, ed effettivamente era “colpa” di WordPress, o meglio mia che avevo impostato un valore troppo alto per il memory_limit. E poi scusa, non puoi pretendere che loro si mettano ad analizzare tutte le applicazioni di tutti i 60mila utenti per capire come ottimizzarle 😉 E come se tu stessi dicendo alla Fiat: la mia macchina va piano, dovete aggiustarmela perché è colpa vostra. Prova ad andare da un concessionario così e vedi cosa ti risponde eheh

  19. Ros ha scritto:

    Beh la pensavo anch’io come te fino a qualche giorno fa.

    Peccato che il “servizio” di Tophost lo scopri in “alcune occasioni”.

    Per farla breve ho 3 domini registrati su TopHost, per uno di questi NON ho mai ricevuto nessuna delle 8 email di reminder del rinnovo.

    Il sito è stato dall’oggi al domani “asfaltato” e nella home adesso c’è un fantastico messaggio: “Sito web non rinnovato”.

    Ho chiaramente chiesto immediatamente aiuto al supporto, che in un primo tempo mi ha risposto quanto segue:

    “Messaggio del 03/11/2009 12:40:47
    Salve, le email di promemoria scadenza le sono state inviate anche se non siamo obbligati in tal senso. Il fatto che non le abbia ricevute non dipende certamente da noi. La invitiamo ad attendere la risposta da parte del settore amministrativo. Ribadiamo inoltre che, qualore il settore amministrativo ci autorizzasse a riabilitarle l’opzione per il rinnovo, non possiamo garantirle che i contenuti siano ancora presenti.”

    Peccato che ho sempre ricevuto tutte le mail comprese quelle dei ticket aperti e peccato anche che lavoro proprio nel campo dell’email marketing.

    La mia risposta…a quanto pare…

    “Messaggio del 03/11/2009 16:44:48
    Capisco che sia piu’ importante ribadire che NON siete tenuti ad “inviare promemoria”, servizio che tra l’altro QUALSIASI CLIENTE troverebbe scontato.
    In ogni caso ho sempre ricevuto le vostre mail, compreso queste relative ai ticket aperti, ma NESSUNA tra quelle relative al rinnovo, quindi ne deduco che ci sia stato un errore da parte vostra.”

    Ha generato questa fantastica risposta “DEFINITIVA”:

    “Data e ora chiusura del tecnico03/11/2009 16:49:09
    Gentile …, a questo punto senza attendere risposta dal settore amministrativo, ci spiace comunicarle che non è possibile, come da contratto, rinnovare il dominio dopo la scadenza.
    Se ritiene di aver qualche diritto da esercitare, proceda pure come preferisce.
    Ulteriori ticket aperti per il dominio in oggetto, verranno chiusi d’ufficio.
    Le auguriamo buona giornata.”

    Condivido quanto scritto per un semplice motivo, NON HO MAI (e dico MAI) avuto a che fare con fornitori/persone/tecnici/quant’altro MENO PROFESSIONALI.

    Sono ancora oggi sconvolto dall’atteggiamento così “poco professionale” e addirittura INFANTILE che mi è stato riservato.

    Giusto per completezza vi confermo che OGNI QUALSIASI mio tentativo di mettermi in contatto con loro è chiaramente FALLITO senza nessuna risposta anche minima.

    Alla scadenza trasferirò tutti i domini che ho ancora con loro, anche perchè le alternative per fortuna esistono.

    Sinceramente nel 2009 sentirsi ribadire 50 volte che NON SONO OBBLIGATI A INVIARCI UN REMINDER VIA MAIL
    …beh chiedo scusa a TopHost per non aver segnato in agenda la scedenza del dominio in oggetto!!!

    Fate sempre un backup 😉

  20. camu ha scritto:

    @Ros: ma perché gli italiani sono sempre così acidi? Se invece di mandargli un messaggio così aggressivo, ti fossi scusata per un TUO ERRORE (aver dimenticato la data di scadenza), forse non sarebbe finita così 🙂 E poi io casco sempre dalle nuvole quando la gente si meraviglia che le aziende NON siano obbligate a mandare un avviso di rinnovo. Se affitti un appartamento, il padrone di casa NON è obbligato a mandare un avviso ogni mese per riscuotere l’affitto, o alla scadenza quadriennale del contratto. E poi, sinceramente, io preferisco questo approccio piuttosto che il rinnovo automatico tacito, perché magari non voglio rinnovare e mi scordo di inviare la raccomandata e sono fregato!!! La legge è chiara e semplice, e come si impara studiando giurisprudenza, la legge non ammette ignoranza. Quindi non puoi puntare il dito contro Tophost e comportarti in maniera così aggressiva e poi pretendere anche che ti trattino con i guanti bianchi. Mah… comunque fai bene ad andartene, rimane più spazio e più banda per noi. Un cliente come te è meglio perderlo che trovarlo. Buona fortuna col nuovo provider, e facci sapere come ti trattano 🙂

  21. Paoletto ha scritto:

    Interessante. Onestamente sino ad oggi ho sempre utilizzato Aruba per registrare i domini e lo spazio. La volta che mi sono allontanao maggiormente da loro è stato per recupare du dominio vicino alla scadenza usando Wix m comunque è un servizio un po’ differente. Ho sempre senti parlar bene di tophost ma non ho mai avuto il “coraggio” di passare… Mi sa che la prossima volta ci tento 🙂

Rispondi a marco

Torna in cima alla pagina