due chiacchiere

Tutti al mare

Un vecchio film trash di Pippo Franco è spesso ricordato per una famosa canzone che il protagonista cantava insieme alla famiglia recandosi verso l’agognata spiaggia: “tutti al mare, tutti al mare, a mostrar le chiappe chiare” che di fatto è quello che succede in questi giorni di primi approcci con gli italici lidi. Per me e la moglie oggi è in effetti l’inaugurazione della stagione balneare: il primo bagno per questo 2007. Ad attenderci un’acqua ancora un po’ freschina, forse per il maltempo degli scorsi giorni, ma almeno abbiamo “collezionato” una leggera tintarella da sfoggiare fieri in ufficio a partire da domani.

una ciambella da mare, con ombrellone e maglietta

Sarà per le mie origini sicule, ma a me il mare è sempre piaciuto: a prescindere da quello che dicono gli esperti (che il sole fissa il calcio e migliora l’umore), io riesco ad “ubriacarmi” dell’odore di salsedine e di iodio che si respira sdraiati sulla sabbia ad arrostirsi al sole. Ammetto che non amo fare la lucertola: più divertente (quando possibile) passarsi la passa in acqua, per soffrire meno il caldo, o farsi una partita a carte sotto l’ombrellone. Peccato che non avessi le ciabatte del blogger, che vanno tanto di moda.

Commenti

  1. agb ha detto:

    Anch’io sono appena tornata da un bel fine settimana al mare! L’unica cosa negativa è stata la coda (non troppo lunga) al ritorno…
    A me in spiaggia piace molto giocare a carte, fare la Settimana enigmistica e giocare con i racchettoni. Sono d’accordo con gli esperti che andare al mare migliora l’umore! 🙂

  2. Trapanator ha detto:

    aaah… il mare… quando ci andavo in Tirrenia con il mitico “Sì”! Altri tempi!

Lascia un commento