due chiacchiere

Usi alternativi per la birra

Se facessi leggere queste righe a mio cognato, vero intenditore del liquido biondo frizzante, come minimo mi disconoscerebbe come parente 🙂 Ma dato che siamo ancora in clima estivo, dopo banane, cipolle ed altre frivolezze, oggi voglio suggerirti alcuni modi inconsueti per usare una lattina di birra. Già, perché a quanto pare ricercatori ed esperti di mezzo mondo, piuttosto che bersela mentre assaporano una bella pizza, la portano in laboratorio e la sottopongono a singolari analisi chimiche. Si scopre così che gli acidi in essa contenuti sono efficaci contro la ruggine o vari ossidi, mentre gli zuccheri possono ridare nuova vita al tuo prato danneggiato dalla pipì del cane del vicino. Se t’ho incuriosito, non ti rimane che seguirmi in questo singolare viaggio.

Ecco la classifica degli usi più originali:

  • Fai brillare i tuoi gioielli, immergendoli in una “bionda” e pulendoli poi con un panno in microfibra. Gli acidi naturali della birra hanno questo potere sull’ossido che rende i brillocchi opachi nel tempo.
  • Dai corpo ai tuoi capelli, mescolando un rosso d’uovo in mezzo bicchiere di birra. Lascia agire per qualche minuto e poi sciacqua con il tuo solito shampoo. Pare che nell’est Europa sia una cosa ancora molto in voga.
  • Spruzzala su bulloni arrugginiti e viti testarde per allentarle un po’. Chi l’avrebbe mai detto che lo Svitol ce l’abbiamo nel frigorifero!
  • Rendi i tuoi waffle ed il tuo pan di spagna più soffice e leggero, sostituendo la metà del liquido richiesto dalla ricetta (acqua, latte, ecc) con lo stesso quantitativo di birra chiara. Anche il sapore ne troverà giovamento, garantito.
  • Tieni lontane lumache ed insetti dal tuo orto, grazie agli zuccheri contenuti nella birra, che saranno un’ottima attrazione per questi animali.
  • Fatti un pediluvio da far resuscitare i piedi più stanchi, con 2 bicchieri di birra ambrata ed un litro di te alla menta: dopo 20 minuti ti sembrerà di camminare su un soffice tappeto d’erba.

Commenti

  1. Sara ha scritto:

    Prendo nota e propongo una rubrica “natural health tips”! 🙂

    Risposte al commento di Sara

    1. camu ha scritto:

      @Sara: proposta interessante 🙂 Vedrò di passarla alla moglie, che di questi rimedi casalinghi ne conosce non pochi…

  2. from uk ha scritto:

    voglio provare quello dei piedi lol

    Risposte al commento di from uk

    1. camu ha scritto:

      @from uk: anche io 🙂

  3. fiordicactus ha scritto:

    Sapevo solo quella per far “ubriacare” le lumache in un vasetto interrato e poi riporetarle un po’ più lontane dall’orto! 🙂
    Interessanti, ripasso a rileggerle con calma! 🙂

    E pensare che io la birra non la bevo, ma la uso nella pastella per friggere le verdure (o per le verdure fritte).:-)

    Ciao, R

    Risposte al commento di fiordicactus

    1. camu ha scritto:

      @fiordicactus: allora confermi il punto di usarla per rendere certe pietanze più soffici?

      Risposte al commento di camu

      1. fiordicactus ha scritto:

        @camu: nei fritti di verdura, il fatto di metterci al posto del latte la birra, rende la pastella più “leggera”. Inoltre, l’alcool rende più impermeabile al grasso della frittura la pastella (così come si mette la grappa nelle frittelle con le mele!) 🙂
        Penso che sia come dici tu, la prossima torta, ci provo! 🙂
        Ciao, R

        Risposte al commento di fiordicactus
        1. CyberAngel ha scritto:

          @fiordicactus: Quella dell’uso in cucina è sicuramente la più sperimentata e confermata!
          Molto interessanti anche gli altri consigli, anche se però questo: “Tieni lontane lumache ed insetti dal tuo orto, grazie agli zuccheri contenuti nella birra, che saranno un’ottima attrazione per questi animali.” penso di averlo interpretato ma la frase così com’è non mi pare abbia molto senso. Cioè, come faccio a tenerli lontani se per loro è un’attrazione? 😛
          Però certo che se funziona con le lumache potrebbe essere un ottimo espediente per prenderle e mangiarsele ^_

          Risposte al commento di CyberAngel
        2. camu ha scritto:

          @CyberAngel: beh, la frase dice “tieni lontane dall’orto” perché in genere la birra la metti in un posto a parte 😀

          Risposte al commento di camu
        3. CyberAngel ha scritto:

          @camu: quindi cosa faccio? Ne metto un po’ di una scatola piuttosto che la spruzzo su un dirupo lontano dall’orto?

          Risposte al commento di CyberAngel
        4. camu ha scritto:

          @CyberAngel: si, esatto. Mettila in un bicchiere (o taglia il fondo di una bottoglia di plastica, per avere qualcosa dai bordi bassi e facilmente raggiungibile) a qualche metro di distanza dall’orto 🙂

          Risposte al commento di camu
        5. CyberAngel ha scritto:

          @camu: E poi le catture e le magno… Sperando non arrivino anche quelle arancioni!

          Risposte al commento di CyberAngel
        6. camu ha scritto:

          @CyberAngel: arancioni? Ma che, abiti vicino ad una centrale nucleare?

          Risposte al commento di camu
        7. CyberAngel ha scritto:

          @camu: Ma si dai, quelle senza guscio di colore arancione acceso tra il fosforescente e il colore del tuo tema. Dicono si chiamino limacce (foto: http://digilander.libero.it/adrycoco/carnia/insetti/lumaca.jpg)

          Risposte al commento di CyberAngel
        8. camu ha scritto:

          @CyberAngel: allora forse ero io ad abitare vicino ad una centrale, visto che dalle mie parti erano più verde scuro quasi nero 🙂

          Risposte al commento di camu
        9. CyberAngel ha scritto:

          @camu: No beh ce ne sono di differenti colori a quanto pare. Io per la maggior parte le ho viste arancioni e marroncine.

          Risposte al commento di CyberAngel
        10. fiordicactus ha scritto:

          @CyberAngel e Camu: Quella delle lumache dell’orto la so così: Prendi un barattolo della marmellata, o simile e lo interri fino al bordo, ci metti un paio di dita di birra e “fai Quark” (come dicevano i miei figli da piccoli) cioè, osservi la natura al lavoro . . . in teoria, perchè io non l’ho mai fatto, le lumache sono come gli irlandesi e la birra gli piace assai, ci si buttano, si ubriacano e restano lì. Tu passi, le prendi e . . . ci fai quello che vuoi! 🙂
          Però, CyberAngel, che schifo i lumaconi senza “casetta”!!! Vero è che io no mangio nemmeno le chiocciole e manco quelle di mare! Ma quei lumaconi lì, li ricordo nella città delle Orobie, qui, sulla Costa Est italiana, non ce le hanno! Hanno un altro colore e sono più piccole! 🙂
          Un liltro di te, lo fai nell apentolona della pasta e poi il pediluvio, un giorno ci provo e ve lo racconto! Se riesco a rubare la birra irlandese che la Morosa ha portato a casa al Figlio! :-)))))))))
          Ciao, Buona notte! R

          Risposte al commento di fiordicactus
        11. CyberAngel ha scritto:

          @fiordicactus: Grazie R. Sempre preziosa per i tuoi consigli!

        12. camu ha scritto:

          Io da piccolo le lumache (col guscio) le mangiavo di gusto, grazie anche alla fantastica ricetta della nonna che le rendeva così saporite! Ora, dopo almeno 25 anni che non ne addento una, dovrei pensarci due volte 🙂

  4. Baol ha scritto:

    Noooooo….non si può sprecare così la birraaaaaaaaa!!!

    Risposte al commento di Baol

    1. camu ha scritto:

      @Baol: mi sembra di sentire mio cognato!

    2. CyberAngel ha scritto:

      @Baol: Eheheh. Quello dove mi spiacerebbe un po’ è per il pediluvio insieme al litro di tè, certo che se funziona… al diavolo anche la birra. 😀

      Risposte al commento di CyberAngel

      1. camu ha scritto:

        @CyberAngel: meglio due piedi funzionanti che uno stomaco ed un cervello fuori uso 🙂

        Risposte al commento di camu
        1. CyberAngel ha scritto:

          @camu: eggià. Sarà un po’ un problema recuperare un litro di tè

  5. CyberAngel ha scritto:

    OT: vedo che anche camu è molto impegnato oggi al lavoro 😛

    Risposte al commento di CyberAngel

    1. camu ha scritto:

      @CyberAngel: shhh!

Rispondi a CyberAngel

Torna in cima alla pagina