due chiacchiere

Marmellata di castagne

Come oramai è mia consuetudine, pubblico le ricette dopo l’ora di pranzo (l’ora Italiana, intendo) per non suscitare rivolte tra i succhi gastrici di chi legge queste pagine. Spulciando tra le statistiche del blog, ho visto che qualcuno ha cercato la ricetta della marmellata di castagne, quindi non posso far altro che fornirla prontamente per la gioia di grandi e piccini. D’altro canto quest’anno sembra essere stato particolarmente propizio per la raccolta di questi gustosi frutti, data l’estate non eccessivamente torrida (almeno qui in America) e le piogge già a inizio Settembre, che hanno reso le castagne più cicciotte e saporite.

Ingredienti

2 chili di castagne, 1 chilo e mezzo di zucchero, mezzo litro d’acqua (o più, a seconda della grandezza delle castagne), un bastoncino di vaniglia, sale

Tempi e strumenti

Avrai bisogno dei boccacci di vetro dove conservare la marmellata, e di un bel po’ di pazienza. Tieni a portata di mano una vecchia pentola (le castagne bollite tendono a macchiare l’acciaio delle pentole), un passaverdure, una casseruola ed un cucchiaio di legno.

Fai bollire le castagne in acqua leggermente salata. Mentre sono ancora tiepide (attento a non scottarti) sbucciale, togliendo anche la pellicina interna. Usando il passaverdura, macinale fino ad ottenere una crema densa ed omogenea. Lascia riposare questo gustoso purè. Nella casseruola versa l’acqua, lo zucchero e la vaniglia. Fai riscaldare a fuoco medio, finché lo zucchero non si sarà completamente sciolto. Togli la stecca di vaniglia ed incorpora il purè di castagne. Qui arriva la parte più “noiosa”: non dovrai far altro che mescolare per un buon 40 minuti a fuoco lento, finché la marmellata non sarà abbastanza densa da non staccarsi dal cucchiaio di legno.

Lasciala raffreddare qualche minuto e quindi versala nei vasetti asciutti, senza chiuderli. Ricorda il trucco della nonna: un piccolo panno inumidito nel liquore che faccia da intercapedine tra il barattolo ed il tappo.

Commenti

  1. Lolindir Faelivrin ha detto:

    Mi viene l’acquolina in bocca, le castagne (e il suo uso in cucina) sono davvero una grande tentazione. Dopo questa ricetta vi consiglio di provare le castagne con la pasta http://www.ricettedisicilia.net/primi/pasta-con-fagioli-e-castagne-secche-cruzzitieddi/

  2. camu ha detto:

    @Lolindir Faelivrin: molto interessante 🙂 Non avevo mai pensato a questo accostamento, proverò e ti farò sapere…

  3. Marisa ha detto:

    ciao. io amo le castagne, presto faro la marmellata con la tua ricetta ciaoooooooo grazie

    1. camu ha detto:

      @Marisa: facci sapere com’è andata 🙂

    2. Marisa ha detto:

      la marmella e’ venuta buona , gia’ due vasetti li ho regalati, mi hanno detto che era buona.. ciaoooo @Marisa:

Lascia un commento