due chiacchiere

Venerdì portasfiga

Accidenti, oggi è Venerdì 17. Io non sono particolarmente superstizioso, anche se ho i miei gesti scaramantici, un po’ come tutti, da compiere in un ordine ben preciso. Le credenze popolari risalgono ai tempi dei romani: come spiega Wikipedia, nella cultura italiana il numero diciassette viene tradizionalmente considerato un numero sfortunato perché un anagramma del suo numero romano, “XVII”, è “VIXI”, che significa “ho vissuto”, cioè io sono morto. Inoltre secondo la Bibbia, proprio il giorno diciassette sarebbe iniziato il diluvio universale. Si dice che porti sfortuna soprattutto il venerdì 17, perché secondo la Bibbia, di venerdì sarebbe morto Gesù. Una simile situazione si ritrova nei paesi anglosassoni nei confronti del numero 13.

Commenti

  1. Matteo ha detto:

    Per quanto ne sappiamo questo post l’hai messo in pubblicazione automatica post-datata e ora tu…
    :p

  2. camu ha detto:

    Accidenti, ho dovuto fare mezz’ora di riti scaramantici dopo aver letto questa tua frase… tiè!

Lascia un commento