due chiacchiere

Attenzione alle bionde sull’aereo

Siamo a metà settimana, ed io fra qualche ora salirò nuovamente su di un aereo della JetBlue per andare a Boston e seguire la terza (e per fortuna ultima) parte del corso di aggiornamento per project manager a cui mi hanno iscritto. E così, per non lasciarti a bocca asciutta, ho ripescato una barzelletta in tema dal mio archivio. Sperando che non capiti a me la stessa cosa 🙂 C’è una bionda che s’imbarca su un aereo per Boston. Senza neppure leggere sul biglietto quale fila le è stata assegnata, si siede in prima classe, nel primo spazio libero che trova. Quando arriva l’effettivo proprietario del posto, trovandolo occupato, cerca di spiegare la cosa alla bella ragazza, che tutta impettita risponde “Sono bionda, sono bella, devo andare a Boston e da qui non mi alzo” Non sapendo che fare, il pover’uomo si rivolge ad un’assistente di volo. Ma la tipa ripete anche a lei “Sono bionda, sono bella, devo andare a Boston e da qui non mi alzo”

La paziente hostess, non sapendo cosa ribattere alla cliente, chiede al copilota di darle una mano. Quest’ultimo le si avvicina, si fa mostrare il biglietto, e quindi cerca di spiegarle che il suo posto è in classe economica, poche file più avanti, invitandola a spostarsi oltre il divisorio. Ma nulla da fare, la bionda ripete la sua solita frase e non si schioda dal suo sedile. Al copilota ed alla hostess allora non rimane che rivolgersi al capitano, al quale spiegano la situazione.

“Tranquilli, io sono sposato con una bionda, so esattamente come gestire la situazione” fa lui mentre si dirige verso la ragazza. Le bisbiglia qualcosa nell’orecchio, lei strabuzza gli occhi, si alza di scatto raccogliendo le sue cose, e mentre se ne va in classe economica replica tutta indispettita “Accidenti, potevate dirmelo prima, no?” I due sono senza parole e chiedono spiegazioni al capitano, che fiero di se risponde “Semplice, le ho detto che la prima classe non va a Boston” 🙂

Commenti

  1. fiordicactus ha detto:

    Ah! Ah! Ah! Carinissima . . . io sono mora! Ecco perché mi diverto, se fossi stata bionda . . . nonso! 🙂
    La faccio girare, perchè è davvero carina! 🙂
    Ciao, R

    1. camu ha detto:

      Ma io stimo sia bionde che brune, si fa per scherzare 🙂

  2. Gatsby ha detto:

    EasyJet? Ma è la stessa compagnia europea? Vola anche da quelle parti?

    1. camu ha detto:

      Hai ragione, è stato un lapsus (prontamente corretto), volevo dire jetBlue 😉

  3. fiordicactus ha detto:

    Ma poi, a parte le bionde, ci passi un po’ di “dritte” per aiutarci a diventare dei “project manager ” di casa???
    perché io, qua non ce la facio più a seguire niente! 🙂
    Faccio liste, faccio progetti e poi arriva lui … il terrore delle nonne! E tutti i miei programmi vanno a catafascio, mi diverto con lui e il resto . . . a domani! Domani è un altro giorno! 😉
    Ciao, R

    1. camu ha detto:

      Eh ma quello è il corso di terrorist management, che si tiene nella stanza accanto 😉

  4. isaak ha detto:

    Si d’accordo … ma non hai detto se la bionda con due tette cosi’
    poi alla fine e’ stata presa di peso e trasportata nella sua classe
    di competenza.

    E soprattutto non hai spiegato come te la sei cavata con la polizia statunitense quando sono venuti a farti abbassare il cencio tricolore.

    1. camu ha detto:

      Isaak, come forse saprai un gioco è bello quando dura poco. Su questa storia della bandiera finora ho cercato di essere tollerante, ma ora mi tocca alzare il cartellino giallo e avvisarti che preferirei evitassi ulteriori commenti sul tema 😉 Thanks, bro.

      1. isaak ha detto:

        @camu:

        No problem Cam… in fondo e’ il tuo blogghetto. E tu sei anche amico di un mio carissimo amico virtuale .. quindi non ci sono difficolta’.

        Sappi pero’ che una “mancata risposta” … e’ una risposta anch’essa.

        Salutoni .. e se mai dovessi trovare un giorno una testa di cavallo mozzata nel letto… ehm.. non vabbe’ scherzo dai .. 😀

        1. camu ha detto:

          Ti riferisci al cambio di altezza della bandiera americana? No, nessuno mi ha detto nulla (giuro sul blog) ma è stato perché la corda laterale si è spezzata in una sera di forte vento, e metterne una nuova facendola passare per la carrucola in cima è in casino (dovrei tirar giù il palo smontandone i pezzi alla base) così mi sono rimaste la corda centrale e quell’altra 🙂

  5. isaak ha detto:

    Grazie mille per la spiegazione Camu.

    Scusa se ti ho rotto le scatole… di primo impatto posso sembrare un po’ nazi-leghista, almeno alle volte … ma poi alla fine sono un simpaticone buono, basta avere un po’ di pazienza.

    Salutoni

    1. camu ha detto:

      @isaak: ma si dai, anzi ho dimenticato di darti il benvenuto in questo mio spazio virtuale come fanno i bravi padroni di casa 🙂 Su, beviamoci una bella birra alla nostra salute ed amici come prima. Semplicemente come puoi vedere il tono in genere è pacato e preferirei mantenerlo così. Se riesci a fare questo piccolo sforzo, sarei ben contento di averti tra i miei commentatori!

  6. from uk ha detto:

    ahaha spettacolare!

  7. Francesco ha detto:

    Isaak, scrivi “non hai detto se la bionda con due tette cosi’
    poi alla fine e’ stata presa di peso e trasportata nella sua classe
    di competenza”.
    La storia è raccontata chiaramente mi sembra.
    Vedo dal tuo blog che sei di Reggio Emilia, città cui porto simpatia estrema.
    Che sia ‘nato’ lì o no il tricolore, non ti hanno insegnato il rispetto per la bandiera propria o altrui? Se non altro perchè è il simbolo di un popolo, oltre che di una nazione.
    Un saluto alla bella Rezz.

    1. camu ha detto:

      @Francesco: toglierò il link al blog di Larvotto, per evitare confusione. Quello non è il blog di Isaak, per essere chiari 🙂

  8. Francesco ha detto:

    Un utente scrive i commenti linkando a blog altrui? Si, che confusione…

    1. camu ha detto:

      @Francesco: problema risolto. Comunque leggendo i commenti di Isaak a questo articolo, potrai saperne di più su di lui, grazie al nostro Cyber-SherlockHolmes-Angel 🙂

      1. CyberAngel ha detto:

        @camu: In merito a l’articolo da te citato col subentro del nuovo visitatore isaak adesso sono in arretrato di una cinquantina di post. Mi sono ripromesso però di leggerli tutti e di dare, eventuali, risposte e di ponderarle prima. Spero però che quell’argomento sia (quasi) ormai chiuso!

    2. isaak ha detto:

      @Francesco: Diciamo che non avendo un blog mio .. tanto per riempire il link e fare un po’ di pubblicita’ ad un mio caro amico virtuale .. gli metto su il link.. poi comunque su quello di Max trovi una caterva di miei commenti .. mi sa che se contiamo i caratteri .. quasi quasi scrivo piu’ io di lui sul suo blog. Comunque siamo due persone ben distinte, anche caratterialmente, lui e’ molto piu’ divertente e simpatico di me, che tendo ad adirarmi molto piu’ facilmente ed in genere non sto troppo a macinar le parole.

      1. Francesco ha detto:

        @isaak: per essere simpatico lo sei, e hai anche voglia di scrivere, e quanta.
        Il rispetto della bandiera è indice del rispetto per i popoli e le persone, solo in guerra si disprezzano e stracciano le bandiere.
        Ma che colpa darti: non si insegna l’Educazione civica a scuola e gli studenti di Giurisprudenza con trenta e lode in Diritto costituzionale non conoscono il nome del Presidente della Repubblica.

        1. isaak ha detto:

          @Francesco: “Il rispetto della bandiera è indice del rispetto per i popoli e le persone”

          Carissimo Francesco, tendo a dissentire… queste sono belle parole e chiacchiere da libro “Cuore”.

          La realta’ e’ diversa… vallo a dire alle donne afghane che vengono stuprate quotidianamente e se si presentano a sporgere denuncia alle autorita’ del loro paese… le bandiere sono pezzi di stoffa ( spesso pitturata male ) … i valori che fanno guadagnare il rispetto di un popolo sono una cosa diversa.

          Lo stivale almeno nei secoli passati aveva conosciuto lo splendore del rinascimento ed una storia gloriosa.. siete riusciti a buttare tutto nel cesso .. ed avete anche tirato la catena.

          Non prendertela se sono onesto.. e dico le cose come stanno.

          “Plato is my friend, but TRUTH is a better friend”

  9. Francesco ha detto:

    “siete riusciti a buttare tutto nel cesso .. ed avete anche tirato la catena”.
    Abbiamo la stessa identica visione, e se vivessi qui avresti da dire ancora di peggio.
    Mi trovo spesso a pensare che l’Italia potesse essere un progetto culturale prima ancora che politico.
    Ed è proprio su quello che non voglio sputare.
    Continui a dire che il popolo fa schifo, che io faccio schifo (questa vada, rispetto per le opinioni), che ogni Piemontese, ogni Lombardo, ogni Calabrese etc. fa schifo.
    La verità è che non sappiamo neanche chi ci governa e abbiamo accettato un divide et impera che funziona benissimo e agisce addirittura all’interno di coppie e famiglie.
    Ma questo divide et impera è ben rappresentato da te e da chi parla come te, il profilo italiano meno nobile usa il tuo linguaggio.
    Hai letto bene il Libro Cuore? E’ qualcosa di più di una sorgente di buonismo.

    1. isaak ha detto:

      @Francesco:

      Caro Garrone,

      Sei un ottimista, e per questo mi piaci. Io guarda sto bene dove mi trovo e mi sento un fortunato e privilegiato per molti riguardi.

      Correggerei un paio di imprecisioni, non ho mai detto che tu fai schifo, e nemmeno che ogni piemontese, lombardo, etc, etc, etc… stai passando da una generalizzazione all’altra. Ci saranno anche persone degne ma tremebonde, pavide e minoritarie.

      La parte piu’ nobile del paese .. non esiste piu’ perche’ e’ andata alla ricerca di lidi migliori, dove la cultura viene apprezzata e tenuta nel giusto conto.

      Non voglio dilungarmi troppo caro Matteo “francesco” Garrone, tu sei un buono .. sin nel midollo .. e non hai in animo di sentire la cruda e nuda verita’ sullo stato miserevole della nazione.

      Pero’ se ti va di consolarti guardando il tricolore fai pure.

      Sappi che ti capisco.

      Saluti amichevoli.

      1. camu ha detto:

        @isaak: se volete apro una nuova rubrica di approfondimento settimanale sul blog, un cantuccio del mio salotto da usare come talk show 🙂

        1. isaak ha detto:

          @camu:

          Se lo ritieni opportuno fai pure.

          Devo farti i complimenti per il blog Camu, bello, mi piace, bell’ambiente, vivace, gradevole, interessante. Fin qui mi trovo molto bene, si fanno due chiacchiere in armonia.

        2. CyberAngel ha detto:

          @camu: Servirà di sicuro un moderatore e perché no pure una bella squinzia come valletta (l’importante è che abbia le tette grosse!).

      2. Arquen ha detto:

        @isaak: posso intromettermi?
        Anche gli italiani si sentono dei privilegiati che gente come te vadano via. Ah, se più gente come te andasse via l’Italia…

        Tu, poi, faresti parte della parte nobile, eh? Che schifo. 😀

        Saluti amichevoli.

        1. isaak ha detto:

          @Arquen:

          Ecco… come non detto .. in cauda venenum… arriva arquen.

          Ma rilassati.

      3. Francesco ha detto:

        @isaak: non ho in animo di sentire la cruda e nuda verita’ sullo stato miserevole della nazione?
        Ma tu che contributo dai?
        Sostieni le donne afghane stuprate sputando sulla loro bandiera?

  10. camu ha detto:

    Arquen ed Isaak, ho rimosso gli ultimi due commenti, perché non mi sembra necessario scadere in questo genere di attacchi personali. Se volete offendervi a vicenda, vi prego di farlo in separata sede. Ho tollerato il fatto che siate abbondandemente fuori tema finora, perché non mi piace censurare nessuno, però non è che vi do un dito e vi prendete tutto il braccio, eh?

    1. Arquen ha detto:

      @camu: va bene, va bene, non scrivo qui. 😛

    2. isaak ha detto:

      @camu:

      Camu per me va bene,

      ma solo a titolo di cronaca il mio commento era “che simpaticone”

      altrimenti sembra che io lo abbia offeso .. quando invece non e’ cosi.

    3. isaak ha detto:

      @camu:

      Camu, leggendo il commento di Arquen sopra il tuo… magari non vale la pena cancellare anche quello ? Mi sembra un po’ pesante. Sai .. tanto per correttezza.

      1. camu ha detto:

        @isaak: hai fatto bene a precisare.

        1. Arquen ha detto:

          @camu: posso segnalarti tutte le parti nei commenti di isaak che sono offensivi e che, secondo me, dovrebbero essere rimosse?

        2. camu ha detto:

          @Arquen: ragazzi, direi che per oggi abbiamo tutti speso abbastanza energie in questa diatriba. Facciamo che da questo momento in poi vi prego di rimanere in tema con l’articolo, altrimenti… cestino 😀

        3. Arquen ha detto:

          @camu: appunto, volevo segnalare le parti che non sono a tema con l’articolo. 😉

        4. camu ha detto:

          @Arquen: ho provveduto a modificare alcuni commenti opportunamente.

  11. Francesco ha detto:

    Chiedo l’intervento del proprietario del blog per il commento dell’utente isaak 12 “novembre 2011 alle 21:56”.

    1. camu ha detto:

      Ragazzi, ma il sabato sera non avete di meglio da fare che commentare sul blog? Francesco, ho rimosso il commento. Isaak, sono stato finora più che tollerante, per favore non costringermi ad alzare il cartellino rosso 🙁 Gli attacchi personali, oltre al brivido che possono provocare a te, non servono a nulla e non contribuiscono all’argomento. Che poi qui dovreste parlare di bionde e di aerei, non di Presidenti e bandiere…

  12. Francesco ha detto:

    Mi impegno ad attenermi al tema del post, soprattutto perchè è divertente… ed è irreale!

  13. Anna ha detto:

    Cattivaaaaaaaaaaa

Lascia un commento