due chiacchiere

Gli involtini di Massimo

C’è un mio amico che in cucina è un vero fantasista. Qualche settimana fa ci ha preparato degli involtini davvero squisiti, preparati con ingredienti semplici, ed in poco tempo. Per ringraziarlo, il minimo che posso fare è pubblicare sul mio blog la sua ricetta, anche se manca un ingrediente segreto che non ha voluto svelare, neppure sapendo di diventare “famoso” attraverso queste pagine. Specialità a parte, è una ricetta che ti consiglio assolutamente di provare, in questo fine settimana che arriva.

Ingredienti per 4 persone

8 fettine di arista di maiale di media grandezza, 8 fette di speck dell’Alto Adige, 200 grammi di fontina, 100 grammi di emmental svizzero, 8 foglie di salvia, mezzo bicchiere di vino bianco, 75 grammi di burro, 100 grammi di panna acida, sale, olio extravergine e pepe

Tempi e strumenti

Diciamo che in una mezz’oretta circa dovresti aver finito tutto. Avrai bisogno di una padella dove rosolare gli ingredienti, stuzzicadenti per mantenere chiusi gli involtini, un coltello, un cucchiaio di legno, un piatto di lavoro

Prendi le fettine di carne, spargi sopra ognuna un pizzico di sale e un pizzico di pepe. Girale in modo che la parte non salata sia rivolta verso l’alto: appoggia una fetta di speck, qualche cubetto di fontina e di emmental, una foglia di salvia. Partendo da un’estremità della fetta, inizia ad arrotolarla, richiudendola accuratamente con lo stuzzicadenti.

Nel frattempo riscalda il burro in padella, aggiungendo gli involtini non appena senti i primi friggitorini. Una volta dorati da entrambi i lati, aggiungi mezzo bicchiere di vino bianco e lascialo evaporare. Infine incorpora la panna acida e fai cuocere per circa altri 10 minuti. Da servire con un corposo vino rosso d’annata.

Lascia un commento