due chiacchiere

Ho incontrato il Blumannaro

No, non c’è un refuso nel titolo qui sopra, non volevo scrivere Lupo Mannaro. Blumannaro è il nome del blog di Caigo, un veneziano venuto in vacanza nella terra a stelle e strisce proprio in questi giorni, con alcuni amici. Tempo fa m’aveva promesso una delle sue esclusive penne, e così ha deciso di venirmi a trovare all’Università dove lavoro per effettuare la consegna di persona, molto in stile postino di Maria De Filippi. Le due orette in loro compagnia sono volate troppo in fretta, ma siamo rimasti d’accordo che la prossima ci organizziamo per andare a visitare di persona il negozio del Boss delle Torte, un programma televisivo condotto da un pasticciere che abita a venti minuti da casa mia, e che a quanto pare è molto popolare in Italia. Abbiamo fatto un giro tra i vari palazzi, mangiato un (gustoso?) panino con tonno e lattuga, e parlato di un po’ di tutto. Soprattutto io: solo tornando nel mio ufficio mi sono reso conto di aver monopolizzato l’incontro,  e di questo chiedo assolutamente venia. Probabilmente era tanta la voglia di parlare un po’ d’Italiano, che il mio spirito s’è aperto come un fiume in piena. Spero di non aver fatto venir loro il mal di testa.

Così è già il secondo incontro dal vivo di questo 2011, dopo quello con la Federica californiana. Devo dire che inizio a prenderci gusto: è bello quando la persona con cui scambio commenti, idee ed interessanti riflessioni, mi si materializza di fronte in carne ed ossa, stravolgendo l’immagine virtuale che il mio cervello aveva creato di lui, ed associando finalmente un volto ad un blog. La cosa buffa è che sto incontrando più blogger italiani in America di quando stavo in Italia 🙂 Non sono mai stato un tipo sociale, blogosfericamente parlando, ma a poco a poco sto risalendo la china in tal senso. Grazie, Caigo, e buon rientro in Patria!

Commenti

  1. evilripper ha detto:

    Cavoli io non ne avevo mai sentito parlare di questo boss delle torte!
    Haha vedrai che se ti hanno lasciato parlare è perchè erano interessati a quello che dicevi! 😀
    ciao
    ps
    se un giorno capiterò a ny allora ti farò sapere! 🙂

    1. evilripper ha detto:

      lol come al solito ho scritto malissimo e non c’e’ il pulsante modifica commento! 😀

      1. camu ha detto:

        @evilripper: tranqui, qui c’è di meglio, il tenutario corregge gli errori per conto dei visitatori eheh

  2. Federica ha detto:

    Anch’io voglio che qualcuno mi venga a trovare!!! 🙂

    1. camu ha detto:

      @Federica: beh, magari l’anno prossimo ricambio la visita 🙂

  3. Bis ha detto:

    eheheh dopo questa confessione stai pur certo che troveremo tutti il modo di passare dalle tue parti… a noi far vancanza per andare a trovare amici lontani fa schifissimo, ma per te faremo un’eccezione!

    Ho incontrato solo pochi blogger, io d’altronde mi sento talmente inadatta come “blogger” che non mi stupisce. Tuttavia sono state conoscenze divententi, è come ricreare un gruppetto di amici complici in un gioco.. cioè non so se mi sono espressa bene, ma è come giocare tutti allo stesso videogioco in modo più complici… insomma poi prendersi in giro è ancora più facile! 🙂

    1. camu ha detto:

      @Bis: si, capisco benissimo cosa intendi. Pensa che uno dei primi blogger che ho conosciuto lavorava nel mio stesso ufficio 🙂 Era un vero spasso chiacchierare di tutto ciò che ha a che fare con i blog. C’era un’intesa che difficilmente si trova con chi non è del settore 🙂 Complicità, come dici tu!

  4. Caigo ha detto:

    Non è necessario che tu chieda venia. La tua “fame d’italiano” era evidente ed è stato un piacere ascoltarti come dei bravi scolaretti.
    Hai soddisfatto moltissime nostre curiosità, cosa potevamo pretendere di più? 😀
    Tra qualche giorno comincerò a scrivere una serie di post su questa mia breve ma intensa esperienza made in u.s.a. e ovviamente non mancherà il mitico lunedì 11 😉
    @ Federica: Attenta. camu non pensava che andassi a portargli penna di persona. Se ci prendo gusto comincio a girare mezzo mondo con le penne in mano! 🙂

    1. fiordicactus ha detto:

      @Caigo: Eh! Eh! Eh! Caigo, se vuoi venire a portarmi una penna, fai subito . . . prendi una barca e scendi giù, fino al Tronto! 🙂
      Poi ti vengo a recuperare io . . . e ci facciamo una scopracciata di olive all’ascolana! 🙂

      Ciao, R

      1. Caigo ha detto:

        @fiordicactus: Mmmmmm…. le olive ascolane!
        Non è giusto! Non è corretto prendere noi poveri blogger per..la gola! 😉
        Comunque mai dire mai, prima o poi potrei anche capitare in zona.
        E’ un augurio che faccio a me stesso.

        1. camu ha detto:

          Vabbè e allora io che dovrei dire? Qui le olive ascolane ce le sognamo 🙁

    2. camu ha detto:

      @Caigo: non vedo l’ora di leggere le tue riflessioni. A proposito, alla fine avete fatto qualche foto al college dopo che ci siamo salutati?

      1. Caigo ha detto:

        @camu: Preso da parole e riflessioni io non ho fatto foto, spero che l’amico Corrado ne abbia fatta qualcuna almeno lui.
        In ogni caso la giornata al college è stata così pregna di contenuti che le immagini possono passare in secondo piano.
        La prossima settimana sarò piuttosto impegnato e non avrò tempo da dedicare alla stesura dei post ma poi…mi scateno.

  5. fiordicactus ha detto:

    Per arrivare egli USA, la vedo difficile (ho fifa dell’aereo), ma nel mio piccolo ho incontrato qualche amico blogger, è davvero un’esperienza molto bella. Proprio come dice Camu e i vari commentatori! 🙂
    Certe volte, leggendo i post, riesco persino ad immaginarmi la voce e lo sguardo dell’amico che scrive1 🙂
    Se passate di qua, fate un fischio! Anche solo un caffè, ve lo offro volentieri! 🙂

    Ciao, R

    1. camu ha detto:

      @fiordicactus: fifa dell’aereo? Fatti dare una bella bottiglia di whiskey a bordo (le hanno sul serio!) e passa la paura 😀

      1. evilripper ha detto:

        @camu: haha io di solito vado a birra ma l’ultima volta a metà volo le avevano finite tutte! 🙁

  6. Antonio ha detto:

    Anche se non ho un blog e ci conosciamo pochissimo sono sempre disponibile a venirti a trovare ora che abito relativamente vicino a te anche solo per fare duechiacchiere 🙂

    1. camu ha detto:

      Spiegati meglio, anche tu a NYC? Come sei approdato sul mio blog? 🙂

      1. Antonio ha detto:

        @camu: Ero arrivato sul tuo blog quando stavo progettando il mio viaggio negli States poi ho continuato a seguirti 🙂 . In realta’ sono un po’ piu’ lontano abito nel Maryland ma e’ solo una lunga vacanza. (per ora 🙂 )

        1. camu ha detto:

          @Antonio: beh, se fai un salto a NYC, ci si vede volentieri. Però poi non lamentarti se ti viene il mal di testa perché chiacchiero troppo eheh

Lascia un commento