due chiacchiere

Il mio ritiro periodico

In questi giorni sono meno attivo del solito sul blog, ma non perché abbia esaurito la mia vena creativa, tutt’altro. Solo che sto dedicando tutto il mio tempo libero ad aggiornare il codice del plugin per le statistiche. Grazie ai riscontri di coloro che lo usano (ed anche di quelli che non lo usano, come ti dirò fra poco) mi vengono in mente nuove idee per migliorarlo, renderlo più funzionale, leggero e flessibile. Così ad esempio ho implementato l’uso di tabelle InnoDB, se questo motore è supportato dal provider. Oppure la possibilità di stabilire il formato di numeri e date, adesso consistente con i settaggi di WordPress. Ma la vera novità sarà il tracciamento dei commentatori.

Spiare i commentatori silenziosi

L’idea mi è stata data da Davide, che un bel giorno, quatto quatto, mi scrive “Si, il tuo plugin è bello, è leggero, e tutto il resto. Ma non traccia i commentatori del blog, quelli a cui WordPress ha assegnato un cookie dopo aver registrato un loro commento”. Come avevo fatto a non pensarci prima? Questa sarà la killer feature che lo renderà diverso da Google Analytics, mi son detto. E così mi sono messo al lavoro, rimettendo mano al mio codice. Come succede sempre in questi casi, una volta aperto il cofano, mi sono accorto di altre piccole imperfezioni, ed il mio spiritello ottimizzatore s’è fatto sentire. Dandomi una tirata d’orecchie su alcune stringhe SQL, roba che all’università il mio prof di basi di dati mi avrebbe dato (forse) a stento una sufficienza.

Cinque anni e non sentirli

Alla fine sto riscrivendo praticamente il 60% del codice per visualizzare le statistiche, e parte del motore che esegue il tracciamento vero e proprio, per includere i dati sul commentatore. Si tratta di un intervento di una certa entità, insomma, e viste alcune scadenze imminenti al lavoro e la fisioterapia tre volte a settimana, il tempo libero a mia disposizione è drammaticamente ridotto al minimo. Però voglio festeggiare il quinto anno di WP SlimStat (rilasciato per la prima volta tra marzo e aprile 2006) nel migliore dei modi 🙂

Commenti

  1. Lorenzo ha detto:

    Appena rilasci la nuova versione lo provo al posto di analyticator 🙂

    1. camu ha detto:

      @Lorenzo: non te ne pentirai 🙂

  2. Emanuele ha detto:

    Beato te che trovi il tempo. Io non faccio altro che postporre i lavori per un progettino che ho in serbo da tempo… 😐
    Ciao,
    Emanuele

    1. camu ha detto:

      @Emanuele: beh, ma tu vai trotterellando col monociclo in giro per il mondo 🙂 Almeno ti mantieni in forma…

  3. Davide ha detto:

    Io comunque resto ancora dell’idea di differenziarlo rispetto a Google Analytics, offrendo pertanto solo l’opzione real-time… 😉

    1. camu ha detto:

      @Davide: ma nel più ci sta il meno. E con il plugin che ti mostra le statistiche direttamente nella dashboard di WordPress, puoi avere esattamente quello che chiedi 🙂

      1. Davide ha detto:

        @camu: bene: allora aspetto una vista chiara ed esclusivamente dedicata agli ultimi visitatori. 🙂

        1. camu ha detto:

          @Davide: yes, sir!

  4. fiordicactus ha detto:

    Così tu sai se io vengo a leggere e non commento???E anche ogni quanto passo di qua??? :-/

    Oddio, mi impressionate voi “cervelloni”! 🙂

    Io avevo i refferres, in fondo alla pagina, ma mi mettevano l’ansia e li ho tolti! :-/

    Ciao, R (che ogni tanto fa anche “blog-archeologia”, leggo anche i blog degli anni passati!)

    1. camu ha detto:

      @fiordicactus: beh, a me non è che interessa molto. Io ho solo raccolto l’idea di inserire questa funzione nel plugin, poi ognuno ne fa l’uso che vuole. Però hai ragione, è una cosa che “sa” di Grande Fratello 🙂 D’altro canto quello di essere spioni è la moda del momento, guarda Facebook…

      1. fiordicactus ha detto:

        @camu: sicuramente è interessante sapere chi e da dove arrivano i lettori, ma (parlo di me) quando avevo i refferes, mi capitava gente con le “parole chiave” anche strane … o che arrivavano da paesi esteri. Oppure mi capitava di vedere un numero spropositato di “visitatori” (con nome e cognome) e pochi commenti e, appunto mi mettevano l’ansia.
        Ormai, persino nelle edicole c’è una telecamera, e il Grande Fratello non è solo in Tv . . . solo, se vedete che passo una volta di troppo nei vostri blog, non pensate male di me, è solo che voglio vedere se ci sono nuovi commenti (in certe ore, sono in casa solo con il nipotino e/o con i cani, e se mi metto a parlare con i muri, non mi rispondono!).
        Ciao, R

        1. camu ha detto:

          @fiordicactus: non ti crucciare 🙂 Io non sarò certo a giudicare chi passa di qui e non commenta, non è per questo che ho aperto il blog. A me piace condividere le mie idee ed essere utile con ricette, “roba” per computer e via dicendo. Ma se leggi il commento di Bis qui sotto, capirai lo spirito della funzione che ho aggiunto. Le parole chiave, come dici, mi interessano già molto di più, perché mi consentono di capire come arriva la gente qui, e cosa cerca.

        2. fiordicactus ha detto:

          @camu: Da ieri ho iniziato un “esperimento” per un mese riattivo il “controllo” . . . lo salvo in excell e poi vedo! 🙂
          Non credo che il tuo Plugin funzioni su Splinder, ma sono sicura che io no saprei gestirlo! :-))))

          Ciao, R

          Ps. c’ho gente intorno che mi ossessiona sul fatto “chissà cosa vi cercando sul web!” e io rimango condizionata! 😉

  5. Bis ha detto:

    ehehe ora, io non ci capisco molto ed effettivamente l’idea del Grande fratello è inquietante, ma se viene qualcuno a casa mia preferisco saperlo che non saperlo, non perchè devo mandare scagnozzi in giro ad uccidere chi mi guarda, ma perchè se qualcuno si prende tanto disturbo da venirmi a cercare, beh che c’è di male a sapere chi sia… se fossi stata così disinteressata al mondo, certo non mettevo su un blog! 🙂
    Beh quando l’hai finito l’opera ed è disponibile, (scusa, non so se li vendi), facci sapere 😉

    Ciao Buon Sabato da me e le mie italianissime fette biscottate 🙂

    1. camu ha detto:

      @Bis: ottima osservazione, hai colto in pieno il mio pensiero 🙂 L’opera è disponibile gratuitamente, appena la nuova versione sarà rilasciata, potrai scaricarla da qui.

  6. Vincenzo La Rosa ha detto:

    Il tuo plugin è semplicemente formidabile.. 😉 sopratutto utile, a differenza di google analytics permette di avere in ogni momento della giornata le statistiche… adesso aggiungendo anche il tracciamento dei commenti sarà ancora migliore.. 🙂 😀

    1. camu ha detto:

      @Vincenzo La Rosa: non c’è che da ringraziare Davide per avermi dato quest’idea 🙂

  7. Trap ha detto:

    InnoDB: Giorgio Gh. e Antonio Alb. sarebbero fieri di te 🙂 Ti stai preparando per Basi di Dati 2?

    1. camu ha detto:

      Sarebbero fieri di me 🙂

Lascia un commento