due chiacchiere

Il tuo risveglio al mattino

Con questa canicola, dopo una notte passata in giro tra discoteche ed altri luoghi di perdizione, svegliarsi la mattina è credo la cosa più difficile che esista. Specialmente per quelli che hanno l’aria condizionata in camera da letto, che soffia sul loro corpo una fresca brezza primaverile, a dispetto dei 50 gradi misurabili all’esterno. Allora oggi vediamo cosa hanno risposto alcuni dei miei intervistati quando ho chiesto loro di raccontarmi come abbandonano le braccia di Morfeo la mattina. In particolare ti ripropongo le risposte di LoSfogo, Nemuriko, Cristiano Fino e Ladra di Caramelle. Magari possono darti una motivazione in più per alzarti dopo una notte brava.

Raccontaci il tuo risveglio al mattino

LSOh mamma, il momento peggiore della giornata (a parte quando si deve pagare le tasse! 🙂 ). Direi che inizia con lo stereo che si accende e musica della stazione radio che ascolto sempre. Barcollo fino in bagno, stropicciato, colazione con caffelatte e poi internet, lettura quotidiana di tutti i siti che abitualmente seguo per ricollegare il cervello. Poi ahimè si lavora! 🙁

NAlle 7 suona la sveglia e dico: “ancora 5 minutiiiiii!”. Rotolo giù dal letto e poi cerco di trovare la strada per la cucina. Provo a farmi un caffè e buttar giù qualche biscotto. Poi vado in bagno. Una volta che sono riuscita a vestirmi, verso le 7.50, vado a svegliare Iaia (ndN la mia auto) e mi faccio portare al lavoro. Alle 8.30 entro in ufficio, accendo il pc, scarico la posta, controllo, blog, interventi, segreteria telefonica. Verso le nove posso iniziare a pensare di scrivere qualche riga di codice 😉

CFMolto movimentato e al tempo stesso metodico: sveglia alle 6.45, colazione con immancabile caffé, doccia e, a giorni alterni, rasatura, vestizione, preparazione dei bimbi per la scuola, tragitto verso l’asilo dove affido con estrema cura i piccoli agli insegnanti, indi di corsa verso l’ufficio dove riesco quasi sempre a timbrare in anticipo rispetto al canonico orario di entrata. Il mio cervello si collega ad internet e al resto del mondo solo dopo il secondo caffè che mi concedo generalmente tra le 8.30 e le 9.00.

LCA differenza del resto della giornata, al mattino sono una gran brutta persona. E lo sono per vari motivi. Il primo è dato dal mio metabolismo perché finché non mangio non carburo e se non carburo non capisco e se non capisco non mi adeguo; il secondo perché soffro di deviazione del setto nasale e normalmente mi sveglio con il mal di gola, che non mi rende particolarmente socievole né desiderosa di chiacchiere; il terzo perché di solito la seconda cosa che faccio (la prima è accendere il bollitore con l’acqua) è vuotare la cassettina della gatta dalla produzione notturna; il quarto è che, a prescindere dall’orario, avrei voluto dormire di più. Quindi, mettetevi nei miei panni: rincoglionita, afona e assonnata, a spalare cacca.

Commenti

  1. Nemuriko ha detto:

    Hai letto l’ultima? 😉

  2. camu ha detto:

    @Nemuriko: si, povero consorte 🙂

  3. Piero_TM_R ha detto:

    La cosa peggiore è che se mi ponessi la domanda in questo periodo, la risposta sarebbe anche peggiore, quasi rotolo giù dal letto e ci manca poco che mi metta a strisciare per arrivare in bagno…. Voglio le ferie!!!

  4. camu ha detto:

    @Piero_TM_R: LOL 😉 Come ti capisco… io neppure le prenderò quest’anno le ferie, pensa un po’!

Lascia un commento